Terremoto in Turchia, chi sono i 7 italiani dispersi

Terremoto in Turchia, chi sono i 7 italiani dispersi? Il numero dei morti continua ad aumentare e ha quasi raggiunto quota 25mila, ma la speranza rimane.

Terremoto in Turchia, chi sono i 7 italiani dispersi

Terremoto in Turchia, chi sono i 7 italiani dispersi? Il numero dei morti continua ad aumentare e ha quasi raggiunto quota 25mila, anche se la speranza di ritrovare qualche disperso rimane, nonostante si stia affievolendo col passare del tempo.

Questo anche grazie al ritrovamento di una bambina di 2 anni, viva nonostante le 122 ore passate sotto le macerie.

Terremoto in Turchia, chi sono i 7 italiani dispersi

Qualche salvataggio miracoloso, come quello di stamani di una bimba di soli due anni, che ha passato ben 122 ore sotto le macerie, o della bambina di 10 anni, trovata tra le macerie di un palazzo di 7 piani,  continua a tenere accesa la speranza di ritrovare qualcuno in vita.

Dei sette italiani dispersi, però, non v’è alcuna traccia. Stiamo parlando dell’imprenditore veneto Angelo Zen e di una famiglia di 6 persone di origine siriana, tutti con passaporto italiano, di cui non abbiamo più notizie.

La famiglia, composta da tre adulti e tre minori, al momento del terremoto si si trovava ad Antiochia, in Turchia.

Le vittime continuano ad aumentare, ma c’è speranza

Il numero delle vittime a seguito del fortissimo terremoto che ha colpito la Turchia, al confine con la Siria, sta continuando ad aumentare.

La situazione è drammatica anche se, due giorni fa, dopo oltre 90 ore di ricerche, una bambina di soli 10 anni è stata ritrovata viva dopo il crollo di un palazzo di sette piani. Nonostante la felicità per il ritrovamento, l’operazione di salvataggio ha richiesto un notevole sacrificio per questa giovane vita.

La bambina, infatti, aveva un braccio incastrato sotto un pesante masso di cemento e non si poteva far nulla per liberarlo. Pertanto, con l’autorizzazione dei parenti superstiti, i soccorritori hanno provveduto ad amputare il braccio alla piccola, per liberarla definitivamente dai resti del palazzo.

Purtroppo, oltre alla perdita dell’arto, la bambina ha perso nel sisma tutta la sua famiglia, composta dai genitori e da altri tre fratelli. Dopo 119 ore dall’inizio dei lavori di salvataggio, inoltre, è stato trovato vivo un ragazzo di 16 anni.

Il quotidiano turco Anadolu, infine, riporta che una bambina di soli 2 anni è stata estratta viva dalle macerie del terremoto dopo 122 ore di ricerche, poi, dopo 124,5 ore s, è stata tratta in salvo anche un'anziana di 83 anni.

Il bilancio del terremoto

Per il momento il numero dei morti è superiore a 24 mila, mentre i cittadini sfollati sono 5milioni. La situazione si aggrava con il passare delle ore e i riti funebri per dare un ultimo saluto ai morti si fanno sempre più brevi.

I soccorritori sono stremati e c’è sempre meno tempo a disposizione per trovare persone vive sotto le macerie.

Intanto, continuano ad arrivare aiuti da ogni parte del mondo e il primo convoglio di aiuti è arrivato solo due giorni fa in Siria.

Gli Stati Uniti aiuteranno i Paesi colpiti dal terremoto con un pacchetto di 85milioni di dollari, mentre la Banca Mondiale stanzierà 1.78 miliardi di dollari per la ricostruzione delle aree danneggiate in Turchia.

Terremoto in Turchia, chi sono i 7 italiani dispersi: Angelo Zen e la famiglia di origine siriana

Angelo Zen è un imprenditore veneto attivo nel campo dell’oreficeria originario di Saronno, in provincia di Varese. Ha 50 anni e, al momento del terremoto, si trovava in Turchia per motivi di lavoro.

Con tutta probabilità l’uomo si trovava in hotel al momento della scossa. Anche per la famiglia italo-siriana non ci sono notizie. Alcune fonti riportano che si tratta di una famiglia originaria della regione Lombardia, ma al momento la Farnesina non ha confermato l’informazione.

  

 Leggi anche: Epidemia sismica: cos'è il pericoloso fenomeno che si sta verificando in Turchia