Generali

Generali Italia, le ex Assicurazioni Generali

Generali Italia, compagnia di assicurazioni della quale fanno parte: Banca Generali, INA Assitalia, Europ Assistance, Genertel, Fata Assicurazi.


Grafico interattivo MIL:G offerto da TradingView

Generali Italia, le ex Assicurazioni Generali

Generali Italia, ovvero ex Assicurazioni Generali, è una società italiana, leader internazionale e principale compagnia di assicurazione italiana, attiva nelle filiere dirette e nella sezione vita.

I settori di intervento

Il gruppo offre un ampio pacchetto di servizi, che include assicurazioni vita, assicurazioni a veicoli e natanti, assicurazioni danni, previdenza complementare e si occupa dei servizi bancari specifici per la gestione del risparmio e degli investimenti (trading online e prodotti bancari web); opera infine come società di riassicurazione.

Generali Italia si rivolge al privato, al professionista e all'impresa. Fanno parte della Holding Generali: BSI SA, Banca Generali, INA Assitalia, Europ Assistance, Genertel, Fata Assicurazioni, Generali Deutschland, Augusta Assicurazioni, Genertellife e Alleanza Toro.

Le origini di Generali

Le radici della compagnia assicurativa affondano nel lontano 1831, a Trieste, quando venne costituita La Imperial Regia Privilegiata Compagnia di Assicurazioni Generali Austro-Italiche, da parte di un gruppo di imprenditori locali e veneziani, tra i quali Samuele della Vida, con capitale iniziale di 2 milioni di fiorini.
Samuele della Vida era il Direttore dell'Ausilio Generale di Sicurezza, la cui direzione era composta da G.B. de Rosmini, G.L. Morpurgo, P. Morgante, S. Minerbi e L. Mauroner.

All'epoca, Trieste, città marittima, godeva di un periodo economicamente florido, grazie alla concessione di Porto Franco, attribuitole dall'Imperatrice austroungarica Maria Teresa.
Al principio il simbolo societario era rappresentato da un aquila asburgica, richiamante il dominio austriaco insediatosi nella città dal 1382 al 1918.

La presidenza di Marco Bessi

Samuele Della Vida si occupa della direzione della compagnia di Venezia fino al 1875 e, dal 1877, la stessa passa a Marco Besso (Trieste,1843-Milano, 1920), prima ricoprente la mansione di Segretario generale, per poi diventarne Direttore. La società, sotto di Besso, comincia a svilupparsi a Praga, Pest e Vienna (impero austroungarico), per estendersi poi a Pietroburgo, ai Balcani e a Varsavia.

Il gruppo delle Assicurazioni Generali nasce nel 1882, con la bandiera del leone (Leone di San Marco di Venezia) come simbolo rappresentativo, che in seguito verrà modificato e rappresentato dal leone alato a spada tratta a difesa del Vangelo.

Nel frattempo, in Austria viene creata la società Erste Allgemeine Unfal und Schadensversicherung Gesellschaft, mentre a Milano sorge la Anonima Infortuni. Sotto la direzione di Marco Besso, il gruppo si specializza nei canali vita e si sviluppa nei settori pensionistici.

Il periodo bellico e Generali

Nel periodo bellico, a seguito dello scioglimento dell'Impero asburgico e con il congiungimento della città di Trieste all'Italia, la compagnia assicurativa deve riorganizzare la struttura sia sotto il profilo del management, che sotto quello delle strutture estere: la direzione centrale del gruppo viene spostata a Trieste, mentre a Venezia resta la direzione per l'Italia; la sede legale viene spostata a Roma.

Nel 1920 il gruppo assicurativo viene guidato da Edgardo Morpurgo e dal 1930 passa a Giuseppe Volpi di Misurata, che assieme consolidarono e svilupparono l'attività assicurativa.

Dal dopoguerra ai giorni nostri

Alla fine della Seconda Guerra mondiale la compagnia si ritrova senza gran parte dell'organizzazione e del patrimonio situato nei diversi Paesi europei, perdendo definitivamente i beni situati in Cecoslovacchia, Romania, Albania, Jugoslavia, Germania dell'Est e Polonia.

Per far fronte alle difficoltà, viene deliberato un aumento di capitale sociale da 120 milioni a 1,2 miliardi di vecchie lire (1947). La compagnia assicurativa incorpora le società italiane Anonima Infortuni e Anonima Grandine. Sotto la guida di Mario Abbiate, avvenuta nel 1948, la società inizia l'espansione sul mercato d'oltre oceano, acquisendo la società argentina Providencia, e nel 1950 detiene il controllo della società americana Buffalo.

Nel 1955, sotto la guida di Mario Tripcovich (fino al 1958), il gruppo assicurativo presente in circa 60 nazioni tra le quali si citano Francia, Germania, Spagna. La compagnia assicurativa Generali continua a svilupparsi ed espandere la propria attività sui mercati esteri e nel 1981 festeggia i primi 150 anni di attività florida, diventando la principale compagnia assicurativa italiana e una delle principali a livello europeo.

I principali dati economico finanziari di Generali

La capogruppo Generali Italia (denominazione cambiata il 1 luglio 2013) ha sede centrale a Trieste, in Piazza Duca degli Abruzzi, 1 ed è presente sul mercato italiano con 620 filiali e circa 1300 collaboratori. Il gruppo conta filiali e uffici di rappresentanza dislocati sul mercato europeo, asiatico e quello americano, con una forza lavoro complessiva di circa 79.454 collaboratori al servizio di 65 milioni di clienti nel mondo.

Il colosso assicurativo italiano è quotato alla Borsa Valori di Milano nel segmento MTA, con il simbolo G ed ha chiuso l'esercizio relativo all'anno 2013 con un fatturato pari a 82,72 miliardi di euro, in crescita rispetto ai 79,85 miliardi di euro del 2012 (in aumento del 3,2% rispetto l'esercizio precedente).
Le buone performance della raccolta dei premi registrati in Germania e nell'est Europa hanno contribuito ad incrementare i ricavi del 2012.

La società è ora guidata da Raffaele Argusti, che da ottobre 2013 passerà le redini del gruppo al Manager francese Philippe Donnet, abile organizzatore manageriale, facente parte del gruppo Axa, da molti anni.

Per maggiori informazioni: GENERALI

Nome società GENERALI
Paese Italia
Mercato FTSE MIB
Settore ASSICURAZIONI
Codice Alfa G
Codice Isin IT0000062072
Codice Reuters GASI.MI
Sito web società Link
Telefono +39040671111
Fax +39040671600
Sito web Investor Link
E-mail Investor E-mail
Indirizzo società Piazza Duca degli Abruzzi 2, 34132 Trieste (TS)
Società revisione Reconta Ernst & Young
Azioni in circolazione 1.565.165.364
Capitale Sociale 1.559.883.538
Tipo Titolo Azioni ordinarie
Valore nominale € 1
Data di collocamento n.d.
Prezzo di collocamento n.d.
Ultimo dividendo € 0.9000
Tipo dividendo Ordinario
Data pagamento 22/05/2019
Ultima raccomandazione 07/10/2019
Emittente KEPLER CHEUVREUX
Raccomandazione Hold
Target Price € 19.00
Andamento rating
 
Galateri Di Genola E Suniglia Gabriele
Caltagirone Francesco Gaetano
Donnet Philippe
Bardin Romolo
Pellicioli Lorenzo
Sapienza Paola
Di Benedetto Paolo
Figari Alberta
Barra Ornella
Pucci Sabrina
Rebecchini Clemente
Perotti Roberto
Moriani Diva
Dittmeier Carolyn Adele
Di Bella Antonia
Pozza Lorenzo
Di Carlo Francesco
Olivotto Silvia
Del Vecchio Leonardo 3.15 %
Caltagirone Francesco Gaetano 4.00 %
Mediobanca 12.95 %
Edizione Srl 3.04 %
31/12/2017 Variaz. % 31/12/2016
Premi lordi ramo vita 47.788,00 -3,91 % 49.730,00
Premi lordi ramo danni 20.749,00 -0,16 % 20.783,00
Risultato Ante Imposte 3.792,00 20,11 % 3.157,00
Risultato Netto di gruppo 2.110,00 -5,76 % 2.239,00
Patrimonio Netto 25.079,00 -2,29 % 25.668,00
Ultimo Aggiornamento: 18/09/2018

Natixis, non pensiamo a una recessione imminente

Esty Dwek, Head of Global Market Strategy, Dynamic Solutions (Natixis) ha elaborato la seguente panoramica macroeconomica: "I dati recenti hanno suscitato nuove preoccupazioni sulla crescita globale, sollevando dubbi sul fatto che la crescita degli Stati Uniti stia iniziando a mostrare rallentamenti, sulla possibilità che quella in Germania si stia esaurendo e che il rischio di contagio tedesco sia cresciuto.

Natixis, non pensiamo a una recessione imminente







Ftse Mib: ecco quando lanciarsi al rialzo. I titoli buy e sell

Il Ftse Mib sta salendo ma con volumi di scambio molto bassi: le mani forti restano alla finestra in attesa di un chiaro segnale per tornare in pista. L'analisi e le strategie di Davide Biocchi.

Ftse Mib: ecco quando lanciarsi al rialzo. I titoli buy e sell

Ftse Mib: spunti di trading. Tenaris e Generali sotto la lente

Il Ftse Mib ha violato ieri i massimi delle tre sessioni precedenti, in attesa ora di nuove conferme rialziste. L'analisi di Tenaris e Generali.

Ftse Mib: spunti di trading. Tenaris e Generali sotto la lente

Borse europee poco mosse

Le principali Borse europee hanno aperto la seduta senza grandi variazioni in vista della riapertura dei negoziati commerciali a Washington.

Borse europee poco mosse

MEF, emissione di Global bond in Dollari USA

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze, con rating Baa3/BBB/BBB/BBBH (stab/neg/neg/stab), ha affidato a Barclays Bank PLC, HSBC Bank plc e J.

MEF, emissione di Global bond in Dollari USA

Credem: Avvera, nuovi mutui e credito al consumo da € 1,5 mld l'anno dal 2022

Avvera, la nuova società del Gruppo Credem specializzata nei mutui e nel credito al consumo per i privati punta, entro fine 2022, a 100 mila nuovi clienti ed una rete di 500 agenti e collaboratori.

Credem: Avvera, nuovi mutui e credito al consumo da € 1,5 mld l'anno dal 2022

Exor prezza bond al 2034 per € 300 mln

Exor ha annunciato il 7 ottobre 2019 di aver prezzato 300 milioni di euro di bond (note) con scadenza al 14 ottobre 2034 a un prezzo di emissione di 99,725% e con un coupon annuale fisso 1,75 per cento.

Exor prezza bond al 2034 per € 300 mln

Generali: Kepler Cheuvreux incrementa target

Generali +0,5% a 17,7450 euro: Kepler Cheuvreux conferma la raccomandazione hold sul titolo e incrementa il target da 18,30 a 19,00 euro.

Generali: Kepler Cheuvreux incrementa target

Generali: Kepler Cheuvreux alza il target price a 19 euro

Kepler Cheuvreux ha alzato il target price su Generali a 19 euro da 18,3 euro.

Generali: Kepler Cheuvreux alza il target price a 19 euro

Generali resta a galla. Calo spread spinge Kepler ad alzare tp

Generali resiste sulla parità grazie alla mossa del broker che ha migliorato il fair value per tenere conto della flessione dello spread BTP-Bund.

Generali resta a galla. Calo spread spinge Kepler ad alzare tp

Whirlpool: scioperi di protesta contro la chiusura di Napoli

"Noi non siamo disponibili a gestire chiusure di stabilimenti e licenziamenti", è questo il commento del segretario generale della Cgil Maurizio Landini dal corteo dei lavoratori Whirlpool diretto al Mise.

Whirlpool: scioperi di protesta contro la chiusura di Napoli

Maps si rafforza nell'healthcare

Maps, PMI Innovativa quotata su AIM Italia attiva nel settore della digital transformation, comunica l'ottenimento del brevetto italiano n.

Maps si rafforza nell'healthcare
apk