Pelle e cuore, ecco i benefici del fico d’india che non ti aspetti

Che i fichi d’india siano buoni, è risaputo. Ma conosci anche i loro benefici? Scopriamoli insieme.

Per molti di noi i fichi d’india sono sinonimo di estate in Italia, specie nelle Regioni meridionali, come Sicilia e Calabria. Infatti, si tratta delle zone nelle quali si possono trovare regolarmente questi frutti prelibati a partire dalla fine del mese di agosto.

In molti li mangiamo, ma non sempre sappiamo quali sono le loro proprietà per il nostro organismo. 

Infatti, devi sapere che i fichi d’india, oltre ad avere un gusto straordinario, hanno anche delle ottime proprietà per la nostra salute. Queste proprietà sono tante e, per questo, oggi andremo a scoprirle insieme, come abbiamo fatto in passato per i 7 alimenti più salutari al mondo.

Fichi d’india come anti-fame

La prima proprietà che devi conoscere di questi frutti è che sono altamente sazianti e possono essere consumati tranquillamente anche a dieta. Infatti, questi hanno poco più di 50 calorie ogni 100 grammi e sono ricchi di fibre. In questo modo si rallenta lo svuotamento gastrico e rimarrai sazio a lungo. 

Ovviamente consigliamo di non esagerare nelle quantità assunte. Infatti, questi alimenti forniscono una grande quota di zuccheri a rapido assorbimento, che possono portare a sbalzi glicemici e all’aumento del peso.

Insomma, la quota raccomandata è di due fichi d’india al giorno da mangiare lontano dai pasti principali, per rimanere sazi a lungo. 

Devi sapere anche che questi frutti sono un lassativo naturale. Infatti, promuovono la regolarità intestinale e sono spesso consigliati in caso di stitichezza. 

I fichi d’india danno energia

Un secondo beneficio che devi conoscere è quello contro la stanchezza. Infatti, grazie al loro contenuto di minerali (come magnesio, potassio, selenio e zinco) i fichi d’india ti daranno una botta di energia. 

Allo stesso modo, apporteranno anche le vitamine del gruppo B e glucidi, che hanno la funzione di regolare i livelli di energia. 

Sono ottimi per il tuo cuore

Un terzo beneficio che devi necessariamente conoscere? Quello legato alla salute del tuo cuore. 

Infatti, sia la polpa he la buccia sono ricche di carotenoidi, antiossianti che favoriscono la produzione del colesterolo buono, quindi HDL e contrastano la pressione alta e i trigliceridi. Questo vale anche per le foglie del fico d’india che, per chi non lo sapesse, sono commestibili.

Ma non è finita qui: all’interno di questi alimenti troverai anche l’acido ascorbico, i tocoferoli e la quercetina, che servono per garantire una corretta circolazione del sangue. 

Quando si consiglia di mangiare i fichi d’india?

Ora che sai quali sono le loro proprietà benefiche, forse ti sarà venuta voglia. 

Ma quando si possono mangiare i fichi d’india? Lo scopriamo subito.

Solitamente, i fichi d’India sono pronti per essere mangiati durante la stagione estiva e all’inizio dell’autunno, quando raggiungono una tonalità di colore vivida, che può variare dal verde al rosso o al giallo. 

Per determinare se un fico d’india è maturo, puoi toccarlo in modo delicato: la buccia dovrebbe cedere leggermente al tatto. 

Per gustarli al meglio, dovrai sbucciarlo con attenzione, eliminando con cura le spine esterne, e tagliare la polpa in spicchi o cubetti. Ed ecco che sarà pronto da gustare e a darti tutti i benefici che hai scoperto.

Francesca Ciani
Francesca Ciani
Copywriter, classe 1998. Appassionata di marketing, digital e pubblicità fin da bambina, dopo un percorso di ragioneria, ho ottenuto una laurea in Comunicazione, Media e Pubblicità presso l’Università IULM di Milano e, successivamente, ho conseguito un master in Marketing Management. Troppo creativa per essere ragioniera, troppo analitica per essere un’artista: sono diventata social media manager e seo copywriter. Parlo tanto, scrivo ancora di più e ho sempre miliardi di idee.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
765FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate