Queste sono le alternative naturali allo zucchero bianco, buone e salutari

Impossibile eliminarlo completamente dalla dieta, soprattutto se ci sono bambini in casa. Quali alternative naturali allo zucchero scegliere.

cucchiaio di zucchero bianco

Lo zucchero bianco fa male, ormai è cosa nota, ma d’altronde è impossibile eliminarlo completamente dalla propria alimentazione, soprattutto se ci sono bambini in casa.

Per fortuna però abbiamo a disposizione delle alternative naturali allo zucchero, che ci consentono di dolcificare alimenti e bevande, con maggior riguardo per la nostra salute.

Il problema dello zucchero bianco è che per ottenere il suo candore, viene sbiancato chimicamente negli stabilimenti, che utilizzano acidi e coloranti. Ovviamente tutto ciò a discapito unicamente della nostra salute.

Meglio dunque orientarsi verso prodotti integrali o comunque non raffinati, quindi decisamente più naturali, rispetto allo zucchero bianco.

Come sostituire lo zucchero in modo naturale

È ben evidente che però eliminare completamente lo zucchero dalla nostra dieta non è così agevole.

Molte persone lo reputano indispensabile ad esempio per dolcificare bevande come thè o caffè. Ma anche coloro che non lo usano a tale scopo, ne hanno comunque bisogno, per preparare una torta ad esempio o dei biscotti fatti in casa.

D’altronde, soprattutto se ci sono bambini in casa, l’alternativa è di acquistare quelli già pronti al supermercato.

Il primo sostituto per eccellenza dello zucchero bianco è quello di canna. In commercio si trovano sia quello integrale che leggermente raffinato.

Dal momento che stiamo cercando le alternative più naturali possibili allo zucchero bianco, va da sé che è preferibile scegliere quello integrale al 100%.

È pur vero che anche lo zucchero di canna contiene saccarosio ma in misura minore rispetto a quello bianco. Lo zucchero di canna integrale inoltre non subisce lavorazioni a livello industriale e contiene anche sali minerali (calcio, fosforo, potassio, zinco, fluoro, magnesio) e vitamine (A, B1, B2, B6 e C), rispetto a quello bianco.

Qual è il miglior zucchero naturale

Lo zucchero da provare assolutamente è quello di cocco. Infatti, contiene anche nutrienti, quindi non solo calorie cosiddette “vuote” come invece avviene per le altre tipologie di zucchero.

Ciò che però lo rende salutare rispetto a tanti altri è l’indice glicemico basso. Quello dello zucchero di cocco è pari a 35 mentre per il saccarosio il valore è di 70.

Il sapore è gradevole e risulta più dolce rispetto a ciò a cui siamo abituati ma, grazie a queste sue caratteristiche, non comporta l’innalzamento dell’indice glicemico.

E, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non sa di cocco.

Cosa usare al posto dello zucchero per la dieta

Volendo guardare ad alternative del saccarosio, la prima da prendere in considerazione è il fruttosio.

Si tratta dello zucchero naturale contenuto ad esempio nella frutta oppure nel miele (e in verità si trova anche in alcune verdure).

Si può sostituire senza problemi allo zucchero bianco, con l’unica accortezza di diminuire il dosaggio di circa il 20%, in quanto il fruttosio dolcifica di più rispetto al saccarosio.

Ecco dunque che, se in una ricetta sono previsti 100 grammi di zucchero normale, bisogna calcolare non più di 80 grammi per il fruttosio.

Un’altra alternativa allo zucchero molto preziosa è rappresentata dal miele. Anche se è perfetto per dolcificare, non va comunque dimenticato che il miele è un vero e proprio alimento, tra l’altro ideale per gli sportivi, perché energetico.

Anche in questo caso però, l’unica accortezza da seguire riguarda il dosaggio: per sostituire 100 grammi di zucchero, si deve ricorrere a 80 grammi di miele, ad esempio per preparare ottimi plumcake o ciambelle.

C’è poi il malto, d’orzo solitamente oppure di mais. In questo caso, bisogna fare attenzione perché si tratta di un dolcificante non privo di glutine e quindi non adatto ai celiaci.

Il malto dolcifica inoltre meno rispetto allo zucchero tradizionale.

Motivo per cui, nella preparazione dei dolci casalinghi, bisogna aggiungere il 50% in più di prodotto, rispetto alle dosi previste per lo zucchero, al fine di ottenere lo stesso risultato.

Infine, passiamo agli sciroppi. Ad esempio di mele o di uva che, essendo dei frutti, contengono fruttosio e quindi sono adatti a dolcificare gli alimenti. La proporzione da rispettare è quella di 80:100 ovvero 80 grammi di sciroppo in sostituzione di 100 grammi di zucchero.

Lo sciroppo d’acero ricorda in parte il sapore del miele e come tale si può utilizzare in perfetta sostituzione dello zucchero bianco.

Si ottiene dalla lavorazione della linfa di questo albero e contiene anche ferro e vitamine, oltre che a saccarosio.

Qual è l’alternativa più sana per sostituire lo zucchero bianco

Molti medici e nutrizionisti concordano nell’affermare che la stevia rappresenta a ben vedere l’alternativa più sana da scegliere, per sostituire lo zucchero bianco.

Ad esempio, anche il Metodo Ongaro prevede l’utilizzo di questo dolcificante per le preparazioni dolciarie casalinghe.

La stevia è un’ottima alleata di chi soffre di diabete o glicemia alta, è priva di calorie e ormai si trova facilmente in tutti i supermercati.