FinecoBank giù sul Ftse Mib, ma vale di più: ecco quanto

FinecoBank anche oggi in rosso, ma per gli analisti è un buon affare. Da valutare un ingresso in attesa dei conti.

finecobank previsioni trimestrale

L'andamento leggermente rialzista mostrato oggi dal Ftse Mib non è stato di alcun aiuto per FinecoBank che ha perso ancora terreno.

FinecoBank tra i peggiori del Ftse Mib

Il titolo, dopo essersi lasciato alle spalle la seduta di ieri con un ribasso di oltre un punto percentuale, oggi ha riproposto lo stesso copione.

A pochi minuti dal close, FinecoBank viene fotografato a 16,015 euro, con un rosso dell'1,32% e oltre 2 milioni di azioni trattate, al di sotto della media mensile pari a circa 1,87 milioni.

Il titolo anche oggi ha mostrato un andamento negativo, malgrado le buone notizie arrivate da Equita SIM che guarda con ottimismo ai conti del gruppo in arrivo il mese prossimo.

FinecoBank: Equita SIM vede un 4° trimestre 2022 solido

FinecoBank riporterà i risultati del quarto trimestre del 2022 il prossimo 7 febbraio e in un contesto di mercato caratterizzato ancora da una sostanziale incertezza, il periodo in esame ha visto dei dati di raccolta netta robusti.

Nel dettaglio il gruppo ha registrato dato positivo per 2,78 miliardi di euro nel quarto trimestre, con 1 miliardo in più di masse gestite.

La componente gestita sale a 3,6 miliardi di euro nell'intero 2022 o al 6,5% della raccolta netta annualizzata, superando la guidance di 3 miliardi di euro.

I ricavi sul brokerage sono stimati in calo del 21% YoY a 42 milioni di euro, contro una media di 14 milioni al mese, rispetto una stima mensile di Equita SIM di 17 milioni di euro su tutto il 2023, e -11% su tutto il 2022 a 191 milioni di euro, a causa di volumi più bassi.

La curva dei tassi d’interesse rispetto a fine ottobre è leggermente migliorata sul 2023, con una curva forward Euribor a 3 mesi in media dal 3,1% al 2,9%, è costante sul 2024 al 2,9%, mentre è scesa di circa 40 punti base sul 2025-2026 dal 2,8% al 2,4%.

FinecoBank: alta sensibilità ai tassi

Equita SIM ricorda che la sensibilità di FinecoBank ai tassi è tra le più alte del settore, con una variazione di 141-142 milioni di euro di net interest income ogni 100 punti base di shift parallelo.

Durante l’ultima call, il management di FinecoBank aveva detto di aspettarsi un Net Financial Income a 380 milioni di euro o +36% anno su anno nel 2022 a 646 milioni di euro, senza un contributo rilevante dai profitti di tesoreria, andando avanti con l'attuale curva dei tassi.

FinecoBank: i dati attesi da Equita SIM per il 4° trimestre

Nel dettaglio, per il quarto trimestre di quest'anno gli analisti di Equita SIM si aspettano un utile netto in rialzo del 23% a 113 milioni di euro, a fronte di ricavi totali in aumento del 21% a 250 milioni.

I costi totali dovrebbero salire dell'8% e il risultato operativo del 28% a 173 milioni di euro, mentre il net financial income è visto a 118 milioni di euro, con un balzo dell'88%.

Per il dividendo 2022 le stime di Equita SIM parlano di un dato pari a 0,47 euro per azione, con un rendimento nell'ordine del 3%.

FinecoBank: Equita SIM alza stime e target price

In attesa dei dati ufficiali del gruppo, gli analisti hanno apportato alcune modifiche alle stime per incorporare i dati di raccolta del quarto trimestre.

Nel complesso, le previsioni sull'utile 2022-2024 sono state alzate in media dell'1%, mentre al momento gli analisti non incorporano nessun effetto mercato sulle masse.

Resta invariata anche la strategia suggerita per FinecoBank, con la conferma di una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo rivisto verso l'alto da 18 a 18,3 euro, valore che implica un potenziale di upside di oltre il 14% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.