Tenaris sbanca il Ftse Mib. Ecco perchè batte ENI e Saipem

Tenaris sfoggia un rally a due cifre e lascia indietro ENI e Saipem, con una sovraperformance da inizio anno. I motivi alla base della pioggia di acquisti.

Una seduta decisamente incandescente per Tenaris che sin dalle prime battute si è posizionato lungo la via dei guadagni, con un movimento in netta controtendenza rispetto al Ftse Mib.

Tenaris sfoggia un rally a due cifre dopo due cali consecutivi

Il titolo, reduce da due sessioni consecutive in calo, dopo aver chiuso quella di venerdì scorso con una flessione di poco meno di du punti percentuali, oggi sfoggia un rally a due cifre.

Negli ultimi minuti Tenaris viene fotografato a 13,14 euro, con un rialzo del 13,77% e volumi di scambio vorticosi, visto che fino a ora sono transitate sul mercato quasi 12 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 4,5 milioni.

Tenaris sovraperforma ENI e Saipem da inizio 2022

Tenaris sbanca il Ftse Mib e lacia indietro ENI e ancor più Saipem rispetto ai quali mostra un bilancio straordinariamente più robusto da inizio anno.

Tenaris infatti ad oggi evidenzia un rialzo di circa il 42% rispetto ai valori del close di fine 2021, mentre ENI si “accontenta” di poco meno dell’11%.

Discorso a parte va fatto per Saipem che ad oggi perde il 55% da inizio anno, complice principalmente il profit warning lanciato a fine gennaio.

Tenaris vola con il rialzo del petrolio

Tenaris anche oggi conferma una maggiore forza relativa rispetto al Ftse Mib e agli altri due protagonisti del settore oil.

La ragione di questo poderoso rally è da ricercare in primis nella volata del petrolio che nell’intraday è arrivato nei pressi di area 127 dollari.

Da questo top l’oro nero ha ritracciato, presentandosi ora a 118,5 dollari, con un progresso del 2,51%.

Tenaris: focus su impatti da sanzioni a export acciaio dalla Russia

A dare una marcia in più rispetto ad ENI e Saipem è anche il tema chiave delle sanzioni applicate alle esportazioni di acciaio da Mosca, in attesa di capire quale sarà il loro potenziale impatto e quali le possibili ricadute positive su Tenaris.  

La riduzione dell’export di questa materia prima dala Russia potrebbe infatti dare vita a delle interessanti opportunità di mercato, con dei vantaggi anche per il gruppo italiano.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
774FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate