Amp: come la nuova app di Amazon rivoluzionerà la radio!

Amazon lancia una app che consente di creare una radio gratis e apre nuove opportunità per i creators.

La nascita di Clubhouse ha aperto una nuova strada per l’audio dal vivo. Le Big Tech sono subito scese in campo per cogliere questa nuova opportunità, Facebook ha creato le Live Audio Rooms, Twitter ha risposto con gli Spaces e infine Spotify ha lanciato Greenroom.

Amazon ha lanciato lo scorso ottobre il suo progetto Project Mic con il quale scende ufficialmente in campo nel mercato dell’audio dal vivo. Il colosso americano ha lanciato una nuova app Amp che come leggiamo nell ‘articolo di Libero Tecnologia  

Si tratta di un servizio che consente alle persone di creare “show radiofonici” in diretta ed è dedicato, in buona sostanza, ad aspiranti DJ

Amazon parte dalla esperienza con Twitch in cui vengono inseriti dei banner pubblicitari per sostenere i creators e gli show, inoltre le persone possono fare donazioni in denaro o sottoscrivere un abbonamento ai canali che vogliono sostenere. Questo modello potrebbe essere replicato per l’app Amp e consentire quindi alle persone che la useranno di poter avere un ritorno economico. 

L’app punta da subito come scritto dalla Radio speaker sulla musica e sulla creazione di una radio gratis.

Per il momento non sono disponibili dei ritorni economici ma la portavoce di Amazon Amp ha dichiarato come si legge in Fidelity house 

è nella speranza di Amazon il poter introdurre iniziative a sostegno dei creators che, nel frattempo, potranno contare su un team di moderazione attivo 24/7, impegnato nel compito di analizzare i report e intervenire in tempo reale

Vediamo ora nel dettaglio come poter iniziare a usare Amazon Amp e mandare online il proprio show radiofonico.

Amazon Amp beta come accedere 

La prima notizia importante da conoscere e che al momento l ‘app è disponibile solo in versione beta e solo negli Stati Uniti, e così come era successo per il lancio di Clubhouse e per le app Instagram e Snapchat sarà disponibile solo per gli utenti Ios.

 Il motivo per il quale i lanci vengono fatti su Ios come spiega Business community è dovuto al fatto che i dati demografici di Ios sono ritenuti molto utili e validi se si deve lanciare un app. Inoltre, non avendo Android delle configurazioni del suo hardware standard, ma variano da modello a modello, e il test delle app è più difficile da effettuare.

Un’altra caratteristica che potrebbe rallentare il rilascio di Amp su Android è la qualità dei microfoni dei cellulari al di sotto dei trecento euro. Questo causa un problema con il rumore di fondo e anche la produzione audio risulta di qualità molto bassa. Queste caratteristiche diventano ancora più importanti nella creazione di uno show radiofonico.

Come ottenere il codice per Amazon Amp 

Per poter accedere alla versione beta di Amazon Amp ci sono diversi modi:

  • Tramite l’iscrizione alla lista di attesa 
  • Iscrivendosi alla newsletter al seguente link di Amp
  • Seguendo @onamp_ social accounts presente sia su Tik Tok che su Instagram e Twitter dove periodicamente Amazon pubblica dei codici per poter iniziare ad utilizzare l’app.

Ottenuto il codice vediamo ora come poter fare il download dell’app.

Amazon ha deciso di lanciare in versione beta e quindi ristretta la nuova app in quanto questo gli garantisce di avere un dialogo continuamente con i creators che inizieranno a utilizzarla e sarà un grande aiuto per capire direttamente dagli utenti quali sono le caratteristiche che vogliono e implementarli in tempi molto brevi.

Amazon Amp come fare il download dell app 

Al momento sarà’ possibile effettuare il download dallo store di Apple o si potrà scaricare andando sul sito.

Sara necessario avere un account Amazon; nel caso l ‘utente sia già registrato su Amazon si potrà facilmente collegare all’ app Amp. Il passo successivo consiste nella creazione del proprio username. La raccomandazione di Amazon è di usare il proprio nome reale.

Sarà possibile usare solo lettere minuscole e aggiungere anche dei numeri, sono invece consentiti come caratteri speciali solo il punto e l underscore (._).

Sarà possibile usare anche un display name che sarà visibile sull’account dell’utente e può essere per esempio Live ogni giorno dalle 10 alle 16. Così come negli altri social sarà possibile avere una bio in cui poter descrivere sé stessi e cosa si fa usando ottanta caratteri.

Questa parte come consiglia lo stesso Amazon va molto curata per poter attirare l’attenzione degli ascoltatori e spingerli a seguire il nostro show. Si potrà inoltre aggiungere una URL collegando così al proprio profilo su Amazon Amp il proprio blog, o se si ha un account su Patreon o un nostro profilo social.

L’ app rende disponibile un avatar che può essere utilizzato come foto del proprio profilo anche se Amazon consiglia di rendere il profilo molto personale usando una propria foto. È possibile scattarsi una foto usando la fotocamera presente sul proprio smartphone e poi caricarla sul profilo Amp.

Caricando la propria foto profilo in automatico l’app abbinerà un colore per il background, Nel caso non sia gradito il colore abbinato basterà ricaricare di nuovo la foto profilo e sarà abbinato un altro colore.

Amazon raccomanda inoltre d’inserire i propri interessi nella compilazione dell ‘account e di non usarne meno di tre in quanto questo aiuta molto nel farsi scoprire da altri creators che abbiano interessi in comune con noi.

Saranno presenti come per le altre app social le notifiche che avviseranno se ci sono eventi o show in arrivo o opportunità con altri creators.

Amazon Amp o Clubhouse?

Quando è stato lanciato nel 2021 non si parlava altro che di Clubhouse e si cercava disperatamente qualcuno che avesse un invito da cedere. Una volta ottenuto il tanto desiderato invito si accedeva e si iniziava a esplorare le varie stanze disponibili.

Due sono state le ragioni del successo di Clubhouse la leva della scarsità non era uno strumento all’inizio accessibile a tutti e questo ha aumentato di molto il desiderio di esserci e di non essere tagliati fuori dalla community del momento, e dalla possibilità di accedere a conversazioni con grandi nomi.

Il primo grande scoglio con cui si è dovuto scontrare Clubhouse è stata la mancanza di guadagno per i creators.

In un momento storico in cui i creators si stanno spostando su piattaforme come Patreon che garantisce un ritorno economico o come You tube Clubhouse richiedeva sforzo per creare dei contenuti ma non venivano poi ricompensati.

Questo ha causato la fuga dei grandi nomi e non trovando più contenuti interessanti da seguire per la propria crescita le persone hanno iniziato ad allontanarsi. 

Clubhouse ha avuto il grande merito di aver aperto la strada alla possibilità di costruire una community non più basata su contenuti visivi ma su contenuti audio.

Al momento in questa aerea non c’è ancora un’azienda che si è affermata ed è diventata leader di mercato e rappresenta per Amazon una ghiotta opportunità di poterlo diventare.

L’obiettivo grande dell’azienda non è quello di permettere l’ascolto della musica, per questo esistono già dei player molto affermati come per esempio Spotify ma è quello di consegnare tutti gli strumenti per poter creare e mandare in onda il proprio show radiofonico senza spendere nulla.

Questa caratteristica lo differenzia dagli altri servizi lanciati dai competitors sull audio. Se si usano le Facebook Rooms o lo stesso Clubhouse non è possibile trasmettere musica live o playlist in quanto si è soggetti alle norme molto stringenti sul diritto d’autore. 

La forza di Amazon Amp è avere a disposizione milioni di brani appartenenti alle più grandi case musicali come la Universal Music Group e la Sony Music Entertainment.

Sarà molto interessante seguire l’evoluzione della fase beta e vedere se Amazon riuscirà a vincere la sfida.

Amazon Amp come fare live radio

Amazon dà la possibilità usando l’app Amp di poter accedere a un enorme libreria musicale, si parla di ben 10 milioni di brani che l ‘utente potrà utilizzare in maniera totalmente gratuita per il suo show radiofonico.

Il punto di forza di questa nuova app e’ che fornisce tutti gli elementi per poter creare un programma radiofonico ben fatto, dalla possibilità di poter creare una programmazione molto vasta, al poter invitare diverse persone e al poter interagire in tempo reale con gli ascoltatori.

Amazon è riuscita inoltre a coinvolgere nella versione beta dei grandi nomi della musica come leggiamo nell’ articolo della Repubblica come Nick Minaj con un suo programma Queen Radio, Push T dei Tinashe.

Saranno presenti anche dei conduttori radiofonici come Guy Raz, Zach Sang, Christian James Hand e Kat Corbett.

Questo darà ad Amazon prima del lancio a tutti modo di poter testare tutte le funzionalità della app.

Sarà una grande opportunità per i creators che amano la musica perché darà la possibilità di non avere necessità di uno studio di registrazione o di negoziare sulle licenze per poter trasmettere musica ma basterà semplicemente uno smartphone per creare e trasmettere la propria trasmissione radiofonica.

L ‘app è stata costruita con una interfaccia che è molto intuitiva e semplice da usare. Si può creare un canale tematico e parlare per esempio di musica heavy metal, raccontare la musica pop o anche parlare dello sport accompagnando i momenti di talk con l ‘ascolto di una buona musica.

Amazon sta lavorando intensamente sulle notifiche che permetteranno facilmente di scoprire dei nuovi creators e di seguirli sarà inoltre possibile avere il controllo su chi potrà parlare durante lo spettacolo e su quando farlo parlare.

Inoltre, un altro punto importante da evidenziare è il lavoro che il gruppo di Amp sta facendo per integrare

l ‘applicazione con Alexa che potrà portare allo sviluppo di nuove funzioni.

Fin dal primo giorno in cui l’azienda ha iniziato a lavorare a questo nuovo progetto si è dato importanza a sviluppare delle linee guida che possano tutelare la sicurezza e la fiducia sia dei creators che degli ascoltatori.

Le segnalazioni di eventuali violazioni possono essere inviate al gruppo dedicato sia direttamente dall’ app che dalla pagina dello show che si segue. Il team come specifica Amazon sarà disponibile 24 ore su 24, sette giorni su sette.

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
772FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate