Binance diventa il N.1: CEO "CZ" prova anche ad acquistare Voyager Digital

Non possiamo predire il futuro, ma sappiamo che il 2022 non sta finendo nel modo migliore per le criptovalute. Tuttavia sembra che Binance non la pensi così.

Binance e Voyager Digital

Non abbiamo modo di sapere come si concluderà quest'anno, ma di sicuro c'è ancora molto che il mercato crypto ha in serbo per noi.

In particolare, dopo il crollo che gli asset digitali stanno mostrando e la bancarotta di alcune società come FTX, vi è un'atmosfera negativa innegabile che avvolge il mercato forse da troppo.

Gli investitori non sono più ottimisti come qualche mese fa e molti trader stanno vendendo i propri asset.

Tuttavia, uno degli attori principali è entrato in scena e vuole rassicurare gli investitori: si tratta di Binance.

Il CEO del celebre exchange vuole acquistare perfino Voyager Digital, rilanciando l'asta che ha visto il suo precedente acquirente, il CEO di FTX Sam Bankman-Fried, alle prese con una rovinosa caduta capace di spingerlo in bancarotta.

Binance non ha colpe

Molti hanno affermato che la suddetta piattaforma sia la causa dell'attuale caos di mercato.

Sì, sembra che la volontà di vendere più di $500 milioni di FTT, insieme alla ritirata proposta di acquistare la piattaforma del CEO, SBF, abbia mandato il mercato crypto nel caos. Ma è davvero di Binance la colpa?

Effettivamente trader e investitori sembrerebbero convinti di sì, anzi, sembra quasi un'azione premeditata per mettere la parola fine all'exchange di Sam Bankman-Fried.

Tuttavia il CEO Changpeng Zhao ribadisce che tutti gli attori in gioco dovrebbero prendersi le proprie responsabilità e che Binance si è comportato nel migliore dei modi, non liquidando tutti gli FTT a disposizione come invece era sua intenzione.

Quindi, di chi è la colpa?

CEO "CZ" critica gli investitori

Una delle classiche accuse fatte a questo colosso del mercato crypto è di manipolare il mercato con la sua influenza.

Tuttavia il Changpeng Zhao non è d'accordo e d'altronde come potrebbe?

Le decisioni in materia finanziaria vanno sempre prese con attenzione, con uno sguardo attento e oggettivo sul proprio profilo di rischio.

Tutti sono stati danneggiati dalla caduta di FTX e gli investitori in criptovalute (insieme a tutti i provider e le piattaforme come Binance) dovevano tenere conto anche della possibilità che un altro gigante cadesse.

TerraUSD, Three Arrows Capital e Celsius dovrebbero essere ben impressi nella mente degli investitori, no?

CZ non si sente responsabile del caos che vige nel settore criptovalute e invita tutti a fare più attenzione, piuttosto che criticare l'exchange.

Anche Binance ha subito un duro colpo, ma nemmeno il team alle sue spalle poteva immaginare che SBF stesse per cadere così rovinosamente.

I rischi del mestiere, certo, ma CZ vuole entrare in gioco per aiutare alcune delle realtà "recuperabili" sull'orlo del precipizio.

Voyager Digital: crollerà?

Un'altra società caduta, un altro disastro. Tuttavia non tutti i mali sembrano venire per nuocere!Sembra che Voyager Digital, società di criptovalute che ha richiesto l'Articolo 11 (utilizzato per dichiarare bancarotta in USA), fosse spacciata, finché circa due mesi fa era stata acquistata all'asta da SBF e il suo team.

Oggi, però, la caduta della società fa pensare che Voyager sia caduta dalla padella nella brace e che il suo destino sia quello di fallire e indebolire ulteriormente le critpovalute.

Ma fate attenzione perché sembra che non tutto sia perduto: Binance vorrebbe riaprire l'asta e farsi carico del debito della società.

Binance rilancia asta Voyager

Changpeng Zhao sembra volere divenire l'eroe delle criptovalute.

Potrebbe essere così se tutte le sue iniziative cominciassero a prendere forma, riscattandosi dalle colpe che spesso sul web gli vengono attribuite a causa del caotico declino del settore.

Prima fra tutte vi è il rilancio dell'asta in merito all'acquisto di Voyager Digital alle prese con la bancarotta.

FTX aveva acquistato per 1,42 miliardi di USD la società fallita, ma, a causa degli ultimi trambusti, sembra essere subentrato un altro attore che non era riuscito a vincere l'asta: Binance.

In questo modo sembra che il CEO di quello ormai divenuto l'exchange più influente nell'universo degli asset digitali possa acquisire la società e ristrutturarla.

A questo punto, giudicando gli ultimi avvenimenti, sembra essere abbastanza chiaro come CZ stia approfittando del momento per comprare la società che BSF gli aveva soffiato sotto al naso, mostrandosi come il salvatore di cui il settore ha bisogno.

Binance, exchange crypto N.1

Al momento non possiamo che definire Changpeng Zhao il personaggio più influente del settore crypto.

In tutto il mercato, questo excahnge si è ritagliato un posto in prima fila ed è divenuto il punto di riferimento per tutti i trader. Questo è innegabile.

Mentre le piattaforme subivano il terremoto degli ultimi giorni, Binance ha infatti ricevuto un afflusso pari a +138.000 di Bitcoin, il più grande dal 2018, e sembra intenzionato ad aprire un fondo di recupero per tutte quelle società del Web3 in difficoltà.

Inoltre sembra che CZ voglia pubblicare un report in merito alle riserve della società, rassicurando così gli utenti e gli investitori sull'affidabilità della società riguardo i fondi affidati ad essa.

Insomma, proprio come il CEO di Binance aveva affermato, sembra che solo le società migliori e affidabili sopravvivranno nel Web3, dipingendo il suo exchange implicitamente come il N.1 sul mercato, per impegno e risorse.

Forse l'unico in grado di salvare realtà come Voyager Digital.