Fila in verde con ultime news su Ipo Doms

Fila ha chiuso in positivo anche oggi, sostenuto dalle notizie relative al processo di quotazione dell’IPO di Doms.

Image

Non c’è due senza tre e così anche la seduta odierna si è conclusa con il segno più per Fila, che ha chiuso gli scambi in positivo per la terza giornata di fila.

Fila in rialzo per la terza seduta di fila

Il titolo, dopo aver guadagnato oltre un punto percentuale ieri, è riuscito a fare ancora meglio oggi, fermandosi a 8,44 euro, con un progresso dell’1,69% e volumi di scambio elevati, visto che sono transitate sul mercato oltre 260mila azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a quasi 50mila.

Fila: al via il 13 dicembre processo quotazione Doms

Fila è salito ancora dopo che la società ha comunicato che il processo di quotazione (book-building) dell’IPO di Doms, società Indiana partecipata attualmente al 51%, partirà il 13 di dicembre e si completerà il 15 dicembre, con inizio delle negoziazioni prima di fine anno.

Durante l’ultima conference call sui conti del terzo trimestre, il CEO Candela aveva evidenziato un forte interesse da parte degli investitori.

Non sono stati forniti i termini valutativi preliminari del deal, ma gli analisti di Equita SIM credono che i rumor di mercato possano essere abbastanza credibili, ricordando che gli stessi parlano di 450-550 milioni di euro come valutazione pre-money, contro l’attuale valutazione di Equita SIM nell’intorno dei 300 milioni di euro.

Fila: quali impatti dall’operazione?

Con questa operazione Fila non rinuncerebbe a significativi utili/free cash flow, con gli analisti che stimano un impatto nell’intorno del neutrale, sia a livello di utile netto che di free cash flow, includendo circa 5 milioni di minor oneri finanziari dato il minor debito lordo.

Fila, inoltre, ridurrebbe in maniera significativa il proprio debito lordo e la leva finanziaria, e deconsoliderebbe circa il 20% dell’EBITDA di gruppo, riducendo la sua crescita organica prospettica consolidata.

Fila sotto la lente di Equita SIM

Gli analisti di Equita SIM stimano che Fila scenderebbe dal 51% a circa il 30% di Doms.

La SIM milanese resta dell’idea che l’operazione, se effettuata nel range ipotizzato dalla stampa, ha senso finanziario, permettendo a Fila di rendere più visibile il valore/potenzialità del business indiano.

Fila continua a trattare a multipli compressi, con un buon momentum operativo, guidato dalla crescita dei mercati emergenti e dal turnaround del business nordamericano.

Equita SIM conferma la sua stratergia bullish su Fila, ribadendo la raccomandazione “buy”, con un prezzo obiettivo a 10,7 euro.

Fila piace anche a Intesa Sanpaolo

A puntare su Fila è anche Intesa Sanpaolo, che al pari della SIM milanese oggi ha rinnovato l’invito ad acquistare, con un target price a 11 euro.

Gli analisti giudicano positivamente la notizia relativa all’IPO della controllata indiana Doms.

Fila sotto la lente di Mediobanca

Sempre oggi, il titolo è finito sotto la lente di Mediobanca Research che ha deciso di mantenere una view cauta, con un rating “neutral”.

In merito all’IPO di Doms, gli analisti evidenziano che le tempistiche delineate sono in linea con la timetable presentata dai vertici di Fila nella call di presentazione dei conti per i primi 9 mesi.