Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib ha dato vita ad un'ottima reazione dai minimi di oggi: quali le sue previsioni per le prossime sedute?

Il future sul Ftse Mib ha rimbalzato dal minimo ciclico dei 23.695 punti e sul supporto dei 23.880 punti.

Siamo in zona Cesarini, perchè in caso di abbandono di questi due supporti, si aprirà la strada  verso i minimi intorno ai 21.500 punti.

Per tornare positivi bisognerà attendere un ritorno del future sul Ftse Mib sopra i 24.700 punti.
Nel breve vedo ancora rischi al ribasso a Piazza Affari, dove sarà cruciale la tenuta dei supporti indicati prima.

Cosa può dirci in merito al recente andamento del Dax e dell'S&P500? Quali le sue attese nel breve?

Per il Dax la situazione è un po' più pericolosa, perchè è stato violato violato il supporto a 14.960 punti ed è stato colpito quello a 14.820, da cui però è partito un rimbalzo.

Solo con una discesa sotto i 14.820 punti il Dax scenderà ancora verso i 14.300 punti prima e in seguito in direzione di area 13.500 nella peggiore delle ipotesi.

Per pensare a nuove evoluzioni rialzista sul Dax bisognerà attendere una salita oltre i 15.500 punti.

L'S&P500 si è salvato per ora sul supporto dei 4.055 punti che sta trattenendo ancora le quotazioni.
Un abbandono di questa soglia porterà ad una chiusura del gap con una discesa fino ad area 3.950, dove si decideranno le sorti per l'S&P500. Al rialzo solo sopra 4.186 punti su questo indice.

Cosa può dirci in merito al recente andamento di Banco BPM e Bper Banca?

Banco BPM si mantiene per ora sopra i 2,56 euro, ma dovrà muoversi ancora oltre i 2,63 euro per andare ad agganciare i 2,75 euro.
Negatività per il titolo solo sotto i 2,44 euro, per uno short fino a 2,23 euro prima e a 2,2 euro subito dopo.

Per Bper Banca troviamo una resistenza psicologica a quota 2 euro e solo sotto 1,88 euro ci sarà negatività, con il rischio di un calo fino a 1,66 euro.
Solo sopra i 2,046 e ancor più oltre i 2,09 euro si potrà assistere ad uno sviluppo rialzista per Bper Banca. 

STM e Telecom Italia oggi hanno chiuso gli scambi su binari opposti. Cosa può dirci di questi due titoli?

Per STM segnaliamo una resistenza in area 28,9 euro, oltre cui si guarderà ai 30,6 euro e se il titolo riuscirà a superare questo ostacolo potrà allungare fino ai 33,8 euro.
In caso di violazione dello swing di mercato a 27,8 euro, STM potrebbe scendere fino ad area 25 euro.

Telecom Italia dovrà tenere il supporto a 0,42 euro per evitare un ritorno in area 0,4 euro prima e fino a 0,38 euro in seguito.
Per una ripresa del titolo bisognerà attendere un rialzo del titolo sopra 0,47 euro.

Ci sono altri titoli che vuole segnalarci a Piazza Affari?

Uno sguardo a Poste Italiane che potrà regalare nuovi spunti al rialzo sopra quota 11,35 euro, mentre sotto il supporto a 10,5 euro scenderà in direzione di 10,2 euro prima e dei 9,8 euro in seguito.