Telecom al centro di nuove indiscrezioni. MEF in azione?

Telecom Italia in bella mostra sull’onda di alcune indiscrezioni: cosa bolle in pentola?

Buon avvio di settimana per Telecom Italia, che anche oggi si spinge in avanti e mostra più forza relativa rispetto al Ftse Mib.

Telecom Italia in rally

Il titolo già venerdì scorso aveva visto il segno meno, salendo di quasi mezzo punto percentuale dopo l’affondo di oltre il 4% della vigilia.

Telecom Italia si spinge in avanti con più decisione, presentandosi negli ultimi minuti a 0,2219 euro, con un rialzo del 3,11% e oltre 135 milioni di azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 202 milioni.

Telecom: rumor su mosse MEF

Il titolo catalizza gli acquisti sulla scia di alcuni rumor circolati nei giorni scorsi, a partire da Bloomberg che venerdì sera ha riportato l’indiscrezione, ripresa poi da diverse fonti di stampa nel weekend, secondo cui il MEF starebbe lavorando con il fondo infrastrutturale Asterion per presentare un’offerta congiunta per Sparkle che potrebbe raggiungere gli 800 milioni di euro di valore a livello di enterprise value.

Asterion è già attiva in Italia dove ha rilevato tra l’altro Retelit e Irideos.

L’offerta vedrebbe il MEF come azionista di controllo, mentre Asterion opererebbe come partner di minoranza, apportando le competenze tecniche per la gestione dell’asset.

Gli analisti di Equita SIM ricordano che il CdA di Telecom Italia aveva rigettato a fine gennaio l’offerta ricevuta dal MEF per il 100% dell’asset valutato, in base a indiscrezioni di stampa, 750 milioni di euro, quale risultato di 625 milioni più 125 milioni di earn-out.

La trattativa era proseguita con il MEF sull’ipotesi di una cessione del controllo e mantenimento di una quota da parte di Telecom Italia per supportare il MEF nella gestione dell’asset.

Telecom: Equita SIM commenta i rumor

Secondo gli analisti di Equita SIM l’indiscrezione sul coinvolgimento di Asterion sembra quindi credibile, in quanto consentirebbe al MEF di procedere con un’offerta per il 100% di Sparkle, come gli esperti pensano preferibile per Telecom Italia, migliorando la valorizzazione iniziale rigettata dal gruppo telefonico.

Secondo Bloomberg, l’offerta potrebbe arrivare entro 1 mese.

Per Telecom Italia, l’eventuale monetizzazione di Sparkle a 800 milioni di euro sarebbe una notizia positiva per diversi motivi.

In primis gli analisti di Equita SIM valutano l’asset nella loro somma delle parti 750 milioni di euro, in secondo luogo Sparkle non è attesa generare cassa nell’arco di piano e quindi la sua cessione accelererebbe il deleverage, da 2 volte a 1,9 volte il rapporto debito /EBITDA 2024, senza sottrarre free cash flow al gruppo in arco piano.

Infine, la valorizzazione di Sparkle darebbe esecuzione a uno degli obiettivi del piano di delayering presentato dal gruppo nel 2022 e in corso di esecuzione con la cessione di NetCo e di sviluppo di ServCo.

In attesa di novità non cambia la view di Equita SIM che su Telecom Italia ribadisce la raccomandazione “buy”, con un prezzo obiettivo a 0,35 euro.

Telecom Italia sotto la lente di Intesa Sanpaolo

A scommettere sul titolo è anche Intesa Sanpaolo, che oggi ha rinnovato l’invito ad acquistare, con un target price a 0,4 euro.

Commentando le indiscrezioni di stampa, gli analisti fanno sapere che vedono implicazioni positive, calcolando che il valore di Sparkle pesa per il 17% della capitalizzazione di mercato di Telecom Italia e per l’11% del debito netto post cessione di NetCo.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
772FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate