Qual è il nuovo incarico di Mario Draghi e cosa farà per l'Unione Europea

Mario Draghi ha ricevuto un nuovo incarico nelle istituzioni europee: ecco cosa farà e quale sarà il suo stipendio.

Mario Draghi

Ursula Von Der Leyen ha definito Mario Draghi “una delle più grandi menti europee in materia economica”, ed è per questo motivo che ha affidato un nuovo incarico all'ex numero uno della Bce, nonché ex Presidente del Consiglio italiano.

Di che cosa si occuperà e in cosa consiste il nuovo incarico per Mario Draghi all'Unione Europea: ecco i dettagli sul suo ruolo e il suo stipendio.

Il nuovo incarico di Mario Draghi, ecco cosa farà

Mario Draghi ha ricevuto un nuovo incarico ad hoc dalla Presidente della Commissione dell'Unione Europea: che cosa farà?

Come ha annunciato la stessa Von Der Leyen nel suo discorso sullo stato dell'Unione Europea, sarà Draghi a preparare una relazione sul futuro della competitività europea. Questo è il compito affidato all'ex numero uno della Banca Centrale Europea, che torna al lavoro nelle istituzioni europee.

Ci sono in particolare tre sfide da affrontare in questo periodo, come sottolineato dalla Presidente della Commissione UE: lavoro, inflazione e contesto imprenditoriale.

Non sono ancora chiare le linee guida fornite a Draghi per la stesura della relazione e nemmeno le tempistiche a sua disposizione. Certamente, però, il suo ritorno nelle istituzioni europee è stato accolto con successo.

Sin dai mesi scorsi, lo stesso Draghi era tornato a parlare del Patto di Stabilità in una intervista per l'Economist.

Draghi torna in Europa e viene accolto con affetto

Il ritorno nelle istituzioni europee di Mario Draghi è stato commentato da moltissimi esponenti di partito.

A partire da Manfred Weber, il leader del Partito Popolare europeo, che ha voluto ringraziare la Presidente della Commissione per l'invito a Draghi, perchè "la competitività deve essere una priorità".

In Italia, invece, è intervenuto l'eurodeputato Giosi Ferrandino per Azione, definendo Draghi come "l'uomo giusto al posto giusto" e confermando che è "uno dei nomi italiani più autorevoli", auspicando che "il suo ruolo in Europa sia sempre più rilevante".

Infine, per Italia Viva è intervenuto il vicepresidente di Renew Europe, Nicola Danti:

Ancora una volta l’Europa si affiderà a Draghi. Ancora una volta si conferma come il nostro, purtroppo, ex premier sia stimato e giochi un ruolo centrale nella politica europea e internazionale.

Mario Draghi, da economista a Presidente del Consiglio

La presidente della Commissione UE ha voluto ricordare il passato di Mario Draghi, che da Presidente della Banca Centrale Europea dal 2011 al 2019 - ai tempi del famoso slogan "whatever it takes" citato anche dalla Von Der Leyen - è diventato Presidente del Consiglio italiano - dal 2021 al 2022 - prima di cedere il passo a Giorgia Meloni.

"L'Europa farà tutto il necessario, a qualunque costo, per mantenere il suo vantaggio competitivo", ha detto Von der Leyen, che ha poi aggiunto:

Ecco perché personalmente ho chiesto a Mario Draghi, che è una delle più grandi menti dell'Europa in materia economica, di preparare una relazione sul futuro della competitività europea.

Qual è lo stipendio di Mario Draghi

Dopo l'annuncio del nuovo incarico per l'ex Presidente del Consiglio, sono in molti a chiedersi quale sarà lo stipendio di Mario Draghi all'Unione Europea.

Purtroppo non sono stati forniti dettagli in merito al suo nuovo incarico ad hoc, ma certamente si tratta di una cifra all'altezza della sua esperienza.