Come usare i termosifoni per avere il massimo del risparmio energetico

Non serve staccare il proprio riscaldamento quest'inverno. Per avere un ottimo risparmio energetico, basta seguire questi piccoli accorgimenti e saprai come usare al meglio i tuoi termosifoni di casa. Fai attenzione anche a quante ore e a quanti gradi conviene tenere il proprio radiatore, altrimenti ti toccherà pagare una bolletta molto salta.

Image

Nei prossimi mesi chi ha un termosifone in casa potrebbe rischiare di ritrovarsi con una bolletta della luce abbastanza pesante, a causa del perdurare della crisi russo-ucraina.

Lo stesso Governo ha stabilito per i prossimi mesi una serie di disposizioni in materia di risparmio energetico. Disposizioni che però potrebbero non bastare per chi vuole avere il massimo del risparmio sulle proprie bollette.

Secondo l'agenzia nazionale ARERA, è previsto un altro rincaro della bolletta per quest'inverno. Tutti questi rincari, sommati coi precedenti, stanno portando la spesa annua per le bollette a quasi 3.500 euro.

E un buon modo per evitare tutto questo è di saper come usare i termosifoni, se si vuole avere un risparmio energetico garantito. Se segui questi consigli potrai avere casa calda e una bolletta più leggera quest'inverno. 

Come usare i termosifoni per avere il massimo del risparmio energetico

Anche con tutte queste limitazioni, e con l'attuale caro bollette, si possono usare i termosifoni e avere garantito un ottimo risparmio energetico.

Ovviamente prima di cominciare a usarlo ogni giorno, la prima cosa da fare è provvedere ad un veloce check-up, anche dello stesso impianto di riscaldamento.

Avere un impianto in regola ti permette di consumare e inquinare meno, oltre a farti evitare una multa salta per mancata manutenzione, come previsto dal DPR 74/2013.

Durante la manutenzione controlla attentamente i sensori, se sono a norma, e fai attenzione se ci sono incrostazioni di calcare, principali responsabili di eventuali problemi all'erogazione idrica.

Consigliamo inoltre di evitare di posizionare ostacoli sopra o davanti ai termosifoni, perché limitano la diffusione del calore in tutta la stanza (o casa). Tieni il più lontano possibile suppellettili come tende, mobili e asciugabiancheria, per avere un risparmio energetico garantito.

Raccomandiamo anche di installare, laddove possibile, uno dei seguenti dispositivi, molto utili per risparmiare energia, come le valvole termostatiche o i pannelli riflettenti.

I primi sono dei dispositivi che regolano il flusso di acqua calda e impediscono di superare la temperatura impostata dalla centralina.

I secondi sono dei pannelli da disporre tra il muro e il termosifone, per ridurre dispersioni e ottimizzarne l'isolamento termico. Si possono usare materiali isolanti di ogni tipo, anche la semplice carta stagnola.

Leggi anche: Risparmio energetico garantito se usi questo dispositivo sul tuo impianto di riscaldamento

Quante ore al giorno bisogna tenere accesi i termosifoni per avere un ottimo risparmio energetico

Un buon modo per utilizzare i termosifoni in un'ottica di risparmio energetico è quello di regolare orario e temperatura in maniera oculata.

Per quanto riguarda l'orario, il D.P.R 412/93 prescrive un minimo di 8 ore fino ad un massimo di 14 ore giornaliere. Tutto ciò dipende dalla propria appartenenza a specifiche zone energetiche. A titolo d'esempio, la minima di 8 ore è prevista per chi sta nella zona B, cioè aree costiere e Sud Italia, mentre la massima di 14 ore è per chi abita in montagna o al Nord, cioè nella zona E.

E questo per rimanere nei limiti della legge. Se invece si vuole optare per un risparmio energetico sicuro, ti consigliamo di impostare i tuoi termosifoni da un minimo di 2 ore ad un massimo di 5 ore.

Se hai una casa con un ottimo isolamento termico e un impianto efficiente, anche solo 2 ore sono sufficienti per avere la casa calda

Per ottimizzare al meglio, tieni porte e finestre chiuse quando sono in funzione, e se possibile abbassa le tende, così potrai conservare il calore anche durante le ore notturne.

Leggi anche: Riscaldamento, quando si accendono i termosifoni nel 2022? Da Milano a Palermo: le date

Quanti gradi da tenere in casa per avere il massimo del risparmio energetico col termosifone

Per quanto rigaurda il numero di gradi da tenere in casa, attualmente è possibile tenere il proprio termosifone fino a 22 gradi, il massimo tollerabile.

Consigliamo di tenere la temperatura di casa non oltre i 18-19 gradi, come già segnala lo stesso piano MiTE. Come differenza è quasi impercettibile, inoltre per ogni grado che non consumi hai un risparmio energetico garantito del 5-10%.

Inoltre avere una casa troppo calda ti esporrebbe a vari problemi di salute, a causa degli sbalzi termici. Se hai in casa anche un deumidificatore, potrai ridurre l'umidità ed evitare di ritrovarti con mal di gola e sinusite.

Purtroppo, nel caso di un'ulteriore limitazione dei consumi, bisognerà migliorare ancora di più il risparmio energetico, se non si vuole finire travolti dalla stangata sui costi di riscaldamento.

Leggi anche: Multa salatissima per chi non abbassa i termosifoni in condominio: scattano le sanzioni

Quanto costa tenere accesi i termosifoni tutto il giorno

Saper come usare i termosifoni può essere decisivo per avere una bolletta più leggera, anche perché il riscaldamento domestico è una delle voci chiave nei propri consumi.

Se non si fa un buon piano di risparmio energetico, i tuoi consumi rimarrebbero alterati. E conta che solo riscaldare un appartamento da quasi 100 metri quadrati richiede in media 523 kW, e solo per tenere accesi i termosifoni per tutta la stagione invernale.

Finché il costo medio dell'energia era sui 11 centesimi al kWh, tenere acceso 10 ore al giorno per tutto il periodo invernale richiedeva circa 600 euro all'anno di spesa.

Ma secondo le ultime stime trimestrali di ARERA, per il terzo trimestre dell'anno il prezzo dell'elettricità è fissato a 0,4151 euro al kWh. E, stando a Repubblica, si teme un raddoppio nelle stime del quarto trimestre, per arrivare a oltre 0,8302 euro al kWh

A conti fatti, se queste stime non diminuiranno e si mantengono gli stessi consumi, si parla di una spesa tra i 2.000 e i 4.000 euro annui, e solo per il riscaldamento. Per questo conviene fare attenzione ai consumi e ottimizzare il risparmio energetico. Ora più che mai.