Tomas Machac, chi è il tennista ceco che affronta Sinner ai Miami Open

Sinner lo affronta ai quarti di finale dei Miami Open. Il tennista ceco ha già dato prova di grande forza e talento: ma chi è Tomas Machac?

Il tennis europeo pregusta già il suo nuovo talento mondiale. Negli ultimi tempi il ceco è sulla cresta dell’onda: ma tutto questo basterà per battere il numero 3 del mondo Yannik Sinner? Ecco chi è Tomas Machac.

Chi è Tomas Machac, il talento ceco che ha battuto Rublev: gli esordi

Nato a Beroun, città a sudovest di Praga, Tomas Machac è il secondo tennista con il ranking più alto del suo Paese. Il gioiellino della Boemia sta velocemente scalando le classiche a suon di punti, vittorie e scalpi importanti. Basti pensare che il 26 marzo 2024 ha eliminato con un doppio 6-3 il tennista italiano Matteo Arnaldi, che sovrasta il ceco dall’alto della sua 38esima posizione in classifica ATP. Risulta ancora più impressionante la sua vittoria contro Andrey Rublev, numero 5 al mondo, che Machac ha spodestato in meno di un’ora e sei minuti di gioco: in quell’occasione il ceco è sempre stato in pieno controllo della situazione.

E ora è il turno di Yannik Sinner. L’altoatesino, nonostante il talento sconfinato, deve comunque prestare attenzione, perché Machac è parecchio in forma. Crescita è la parola che più di tutte descrive il tennista ceco, che ha dimostrato di avere parecchi colpi sotto il cappello da prestigiatore.

Machac inizia a farsi strada nei tornei giovanili dell’ITP Junior Circuit, vincendo nel 2017 il prestigioso Orange Bowl, competizione internazionale che vede battagliare tennisti di tutto il mondo sotto i 18 anni. L’anno successivo raggiunge il sedicesimo posto nel ranking mondiale di categoria, continuando a stupire e a crescere sempre di più. Ed è solo l’inizio.

Il ceco esordisce tra i professionisti a soli 16 anni. L’impatto con il “mondo dei grandi” è sì un trauma, ma per gli altri tennisti: Machac vince tre tornei ITF in singolo, tutti nel suo paese natio. Ne vince un altro, dopodiché fa il suo ingresso nei circuiti dell’ATP Challenger Tour, una serie di tornei internazionali di seconda categoria. Qui raggiunge i quarti di finale degli Ostrava Open.

Inizia il 2020 con la vittoria del suo primo titolo Challenger, traguardo che gli permette di fare il primo grande balzo nel ranking mondiale, passando dalla 347esima posizione alla 251esima. Dopo l’arresto forzato causa Covid, Machac si qualifica per il primo Grande Slam della sua carriera: il Roland Garros. In questa occasione, però, viene eliminato subito al primo turno contro lo statunitense Taylor Fritz, dopo un match di cinque set e quasi 4 ore di battaglia. Con la finale raggiunta al Challenger di Bratislava scala la classifica ATP entrando di diritto tra i primi 200 tennisti al mondo.

L’impatto di Machac nel grande tennis

A questo punto Machac è finalmente entrato a far parte dell’esclusivo club del grande tennis. Supera per la prima volta un turno agli Australian Open, fermandosi solamente contro Matteo Berrettini, all’epoca decimo al mondo. Nel 2021 partecipa a due Challenger di Nur-Sultan: nel primo si ferma ai quarti, mentre al secondo tentativo riesce a trionfare contro l’austriaco Sebastian Ofner, battuto in soli 3 set. La vittoria del torneo lo fa schizzare fino al 137º posto nel ranking mondiale.

Sempre nel 2021 partecipa a una finale e una semifinale, rispettivamente a Liberec e a Ekental. Nello stesso mese giunge alle fasi finali della Coppa Davis, vincendo le due gare in singolo ma perdendo entrambi i match in doppio. Nel 2022 vince due titoli Challenger e arriva fino in fondo a un terzo torneo, quello di Tali, in cui si arrende solamente all’ultimo atto contro Leandro Riedi. Quell’anno vince per la prima volta una gara in un Grande Slam, agli Australian Open. Si ripete anche nelle qualificazioni degli US Open, da cui però esce sconfitto già al primo turno contro l’argentino Cerùndolo. Alla fine dell’anno supera il traguardo dei primi 100 tennisti al mondo: è la prima volta in carriera.

Una serie di risultati negativi all’inizio del 2023 lo rispediscono al 143º posto in classifica, ma si riscatta subito raggiungendo i quarti dell’ATP di Huston. Nei mesi successivi raggiunge una semifinale e due finali in tre tornei Challenger, ma le perde entrambe. Machac comunque non si scompone e torna a vincere a Orléans e all’Internationaux de Tennis de Vendée, il tutto in meno di una settimana. Dopo la sfida di martedì 26 marzo 2024, si è aggiudicato un posto ai quarti dei Miami Open e il suo prossimo avversario, come già accennato, è il numero 3 al mondo Yannik Sinner.

La parabola ascendente di Tomas Machac è appena iniziata: il tennis sembra aver trovato un altro talento, con una carriera già avviata che potrà solamente esplodere. In attesa della consacrazione definitiva, in Repubblica Ceca possono finalmente contare sul loro nuovo diamante grezzo.

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
778FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate