Unicredit

RSS

Unicredit S.p.A., gruppo finanziario internazionale

Espandi

Unicredit S.p.A. è un gruppo finanziario italiano, una delle principali banche del mercato europeo, che è presente in oltre 22 nazioni con circa 9.500 filiali. La banca si rivolge ai privati e alle piccole medie imprese ed offre una serie di servizi personalizzati che spaziano dal private banking al corporate banking.

Ultimo Aggiornamento:08/07/2015


ANAGRAFICA SOCIETA’
Nome societàUNICREDIT
PaeseItalia
MercatoFTSE MIB
SettoreBANCHE
Codice AlfaUCG
Codice IsinIT0004781412
Codice ReutersCRDI.MI
Sito web societàLink
Telefono+390667071
Fax+39020249536941
Sito web InvestorLink
E-mail InvestorE-mail
Indirizzo societàVia Alessandro Specchi 16, 00186 Roma
Società revisioneDeloitte & Touche S.p.A.
SINTESI TITOLO
Azioni in circolazione2.147.483.647
Capitale Sociale19.897.461.892
Tipo TitoloAzioni ordinarie
Valore nominale€ 0
Data di collocamenton.d.
Prezzo di collocamenton.d.
Ultimo dividendo€ 0.1200
Tipo dividendoOrdinario
Data pagamento05/06/2015
Ultima raccomandazione23/07/2015
EmittenteCREDIT SUISSE
RaccomandazioneNeutral
Target Price€ 7.00
Andamento rating
 

CDA CONSIGLIERI
Vita Giuseppe
Bisoni Cesare
Calandra Buonaura Vincenzo
Cordero Di Montezemolo Luca
Palenzona Fabrizio
Ghizzoni Federico
Streit Clara Christina Frances Traute
Jung Helga Elisabeth
Al-husseiny Mohamed Ahmed Badawy
Wolfgring Alexander
Bochniarz Henryka Teodora
Wyand Anthony
Vezzani Paola
Caltagirone Alessandro
Zambon Elena Emilia
Bischoff Manfred
Reichlin Lucrezia

COLLEGIO SINDACALE
Lauri Maurizio
Alberti Giovanni Battista
Singer Pierpaolo
Laghi Enrico
Spinardi Maria Enrica
Sfameni Paolo
Lombardini Beatrice
Bonato Federica
Bonissoni Angelo Rocco

AZIONARIATO
Fondazione Cassa di Risparmio di Torino2.50 %
Fondazione Cassa Di Risparmio Di Verona Vicenza Belluno e Ancona3.53 %
Central Bank of LybiA2.92 %
People's Bank of China2.00 %
International Petroleum Investment Company6.50 %

SINTESI DI BILANCIO
31/12/2014 Variaz. % 31/12/2013
Margine Gestione Finanziaria 21.320,10 -12,69% 24.417,70
Utile (Perdita) Netto del Gruppo 2.007,80 -114,38% -13.964,80
Crediti Verso la Clientela 470.568,70 -6,47% 503.142,20
Sofferenze Lorde 53.856,60 9,82% 49.038,70
Massa Amministrata 825.966,00 0,39% 822.771,30
Patrimonio netto 52.835,50 5,30% 50.174,70
Raccolta da Clientela 560.687,70 -1,81% 571.023,70

I bancari su cui scommettere in vista dei risultati trimestrali

Tra la fine luglio e gli inizi di agosto le banche di Piazza Affari presenteranno i conti del secondo trimestrali. Le attese non sono particolarmente positive, ma gli analisti ribadiscono la loro view positiva sul comparto, segnalando i titoli da acquistare nel breve.

A partire dalla fine di luglio a Piazza Affari si entrerà progressivamente nel vivo della nuova stagione dei risultati societari per il settore bancario.

[...]

Momento delicato per Unicredit

Momento delicato per Unicredit: il rialzo dai minimi di luglio a 5,42 si è spinto fino a 6,4 circa andando quindi a ricoprire il gap ribassista del 29 giugno ma senza mettere sotto pressione la resistenza di area 6,60.

Bancari in rosso. Diverse le opportunità buy da cogliere

I titoli del comparto quest'oggi cedono il passo alle prese di profitto, ma gli analisti di Exane continuano a guardare con un certo favore ai bancari, puntando in particolare su alcuni piuttosto che su altri.

Blue Chip: sempre le stesse ma sempre le migliori!

Consueto focus del fine settimana sulle Blue Chip più interessanti di Borsa Italiana; Blue Chip che stanno aggiornando i propri massimi storici e relativi, fornendo non labili segnali operativi.


Unicredit ribadisce il segnale grafico negativoUnicredit ribadisce il segnale grafico negativo

La reazione che Unicredit aveva accennato ieri nelle prime battute di scambi si è ben presto rivelata un fuoco di paglia che ha lasciato spazio ad un ulteriore affondo dei corsi in area 5,50.

Avvio sottotono per Piazza Affari Avvio sottotono per Piazza Affari

Avvio sottotono per l'azionario italiano ed europeo dopo la decisione dell'Eurogruppo sul rinvio di ogni nuovo accordo con la Grecia a dopo il referendum.