Bianco, al latto o fondente: ecco quanto uovo di Pasqua si può mangiare

Impossibile resistere all'uovo di Pasqua a qualsiasi età, ma quanto ne puoi mangiare per non incorrere in disturbi? Ecco i consigli del nutrizionista.

Grandi e piccini non possono resistere all’uovo di Pasqua: al cioccolato banco, al latte o fondente non ha importanza, quello che conta è godersi il momento dell’assaggio. Sono numerosi i benefici del cioccolato sul nostro corpo, ma non bisogna esagerare per non ricevere brutte sorprese.

Ecco quindi i consigli del nutrizionista: quanto uovo di Pasqua puoi mangiare al giorno e cosa è meglio evitare in questo periodo.

Quante calorie ha un uovo di Pasqua?

Si avvicina il periodo più dolce dell’anno, dove tutto (o quasi) è concesso: impossibile rinunciare all’uovo di Pasqua, ma quanto ne puoi mangiare per evitare di stare male?

Bisogna considerare la tipologia di uovo di Pasqua che hai intenzione di comprare, oltre a valutare i valori nutrizionali del prodotto. Generalmente 100 grammi di cioccolato apportano mediamente 500-550 kcal, ma molto dipende dal livello di zuccheri e grassi presenti all’interno dell’uovo.

Importante anche la scelta del gusto: bianco, al latte o fondente? A cambiare, oltre alle preferenze personali, è la quantità di cacao presente nell’impasto: in quello al latte la percentuale è pari a circa il 50%, in quello bianco non ce n’è proprio, ma in compenso abbondano burro di cacao, latte e zucchero. In quello fondente la percentuale sale al 100%.

Sappiamo infatti che il cacao ha degli importanti benefici per l’organismo: per esempio i polifenoli, noti antiossidanti, che giocano un ruolo positivo nel difenderci dalle malattie cardiovascolari. Il cacao abbassa anche la pressione, favorisce la dilatazione delle arterie e riduce l’aggregazione del piastrine.

Quante uova si possono mangiare in un giorno?

Chiariti i valori nutrizionali dell’uovo di Pasqua, in linea molto generale, molti potrebbero chiedersi quanto se ne può mangiare in un giorno: chiaramente un uovo intero può durare anche alcune settimane, o meglio dovrebbe durare almeno due o tre settimane.

Come ha spiegato Mauro Serafini, ordinario di Alimentazione e nutrizione umana dell’Università di Teramo, al Corriere della Sera:

Dato che un uovo di Pasqua pesa dai 150 ai 300 grammi, e la quantità giornaliera consentita sarebbe, in teoria, al massimo 10 grammi, e che sarebbe meglio mangiarlo non più di tre volte a settimana, è evidente che se si è soli, un uovo, anche piccolo, dovrebbe bastare per settimane.

Meglio quindi non abbondare con le dosi, visto che il cioccolato prende la gola e fa perdere la testa.

Quanto cioccolato si può mangiare in un giorno?

La quantità di cioccolato consigliata ogni giorno è pari a 10 grammi, come specificato dal nutrizionista, ma ci sono dei metodi migliori e peggiori per ingerire questo alimento.

Meglio una tavoletta, un budino o dei cioccolatini? I grassi sono presenti in tutti questi alimenti, ma sicuramente la cioccolata in tazza o in tavolette è da preferire a cioccolatini e budini, che contengono anche molti zuccheri.

Per essere sicuri di ingerire sostanze a basso contenuto di grassi, sarebbe ideale assaggiare le fave di cacao tostate che non sono condite con alcun componente industriale.

Laura Pellegrini
Laura Pellegrini
Redattore, classe 1998.Sono veronese di nascita e milanese d'adozione. Mi sono Laureata in Comunicazione e Società presso l'Università degli Studi di Milano e sono da sempre appassionata di giornalismo e attualità. Entrata nel mondo dell'informazione grazie a uno stage curricolare, ho svolto per due anni l'attività di redattore e social media manager. Attualmente collaboro da remoto con Trend-online, la testata grazie alla quale ho lanciato il mio primo e-book, e con altre testate per la sezione di attualità. La mia ambizione principale è quella di costruire una carriera internazionale.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
769FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate