Giovedì santo: significato e cosa si celebra in questa giornata

La pasqua si avvicina e con essa tutte le varie giornate che accompagnano alla morte di Gesù, ma cosa si festeggia e cosa significa il giovedì santo?

Con l’avvicinarsi della Pasqua, il 28 marzo 2024 segna la conclusione della Quaresima, avviata il 14 febbraio con il Mercoledì delle Ceneri. Questa data, nota come Giovedì Santo, richiama l’istituzione dell’Eucaristia da parte di Gesù e segna la fine del tradizionale digiuno penitenziale, una pratica che negli anni è stata sempre meno seguita.

Giovedì santo: cosa si festeggia e cosa significa

La Chiesa Cattolica commemora da secoli il giovedì santo in ricordo dell’Ultima Cena, l’evento in cui Gesù istituì l’Eucaristia, condivise un pasto con i dodici apostoli e perdonò persino chi lo avrebbe tradito. Secondo il Vangelo di Giovanni, questo momento cruciale si svolse con la condivisione del pane e del vino, simboli del corpo e del sangue di Gesù.

Oltre all’istituzione dell’Eucaristia, l’Ultima Cena è nota anche per un altro gesto altamente significativo. Sempre secondo il Vangelo di Giovanni, Gesù si alzò da tavola, versò dell’acqua in un catino e lavò i piedi degli apostoli, un atto umile che normalmente era compito dei servi.

8dRPnbR 8pAAAAABJRU 8ErkJggg 8

Questi importanti eventi sono celebrati ancora oggi nella giornata che precede la Pasqua. Le chiese cattoliche ospitano la Messa in Coena Domini, la Cena del Signore in ricordo dell’Ultima Cena, e organizzano la cerimonia della lavanda dei piedi.

Gli impegni di Papa Francesco

Il 2024 vede Papa Francesco scegliere un luogo simbolico per la lavanda dei piedi, il carcere femminile di Rebibbia. Nonostante le sfide legate alla sua salute, il Santo Padre ha deciso di onorare questo appuntamento significativo.

Papa Francesco arriverà a Rebibbia intorno alle 16.00 di giovedì 28 marzo, per incontrare le detenute e il personale della struttura prima di presiedere la Messa e assistere alla cerimonia della lavanda dei piedi. Quest’anno, a causa dei suoi problemi alle gambe, sarà il Cardinale Vicario per la Diocesi di Roma Angelo De Donatis e l’elemosiniere cardinale Konrad Krajewski ad eseguire la lavanda dei piedi sulle 12 detenute scelte per rappresentare gli apostoli.

LEGGI ANCHE: Perché giovedì Santo si mangia la zuppa di cozze: storia e tradizione del piatto

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate