Erotismo e un cast stellare in questo thriller psicologico su Prime Video

State cercando un thriller psicologico da vedere? Ecco la nostra opinione su uno dei thriller più visti su Prime video.

Quando David Fincher nel 2014 diresse Gone Girl- L’amore bugiardo, diede nuova linfa a un genere da sempre amatissimo ad Hollywood, ovvero il thriller erotico/psicologico, capace di combinare sensualità, suspense e personaggi indimenticabili.

Negli anni successivi, numerosi registi hanno tentato di replicare il successo del film con Rosamund Pike, con risultati non sempre all’altezza delle aspettative (La ragazza del treno con Emily Blunt ne è un esempio perfetto, nonostante la comprovata bravura dell’attrice).

Nel 2022, è stato però rilasciato su Prime Video un nuovo thriller psicologico che per cast, regia e trama (è infatti tratto da un romanzo di Patricia Highsmith, regina del thriller americano) ha fatto sperare nella nascita di nuovo cult.

Un cast stellare per il thriller psicologico da vedere su Prime Video, tra erotismo e suspence

Le scelte della produzione (Hulu) sono state infatti particolarmente curate.

La regia è stata affidata ad un maestro del thriller erotico, Adrian Lyne, tornato per l’occasione dietro la macchina da presa dopo una pausa ventennale. Lyne è autore di film indimenticabili come Proposta indecente, Nove settimane e mezzo, e Attrazione fatale, in cui è sempre riuscito nell’impresa di combinare elementi fortemente erotici ad altri di grande tensione, potenziandoli a vicenda.

Anche il cast vanta interpreti di grande livello, del calibro di Ben Affleck e Ana de Armas. Ben Affleck ha alle spalle una lunga carriera, costellata di ruoli entrati nell’immaginario comune com Batman e Pearl Harbor, ma è anche un maestro del cinema thriller; del resto è il marito alle prese con il piano machiavellico della bellissima e psicopatica moglie in Gone Girl.

Ana de Armas, dal canto suo, ha da tempo dimostrato la propria bravura come attrice (sia in Cena con delitto che in Blonde), guadagnandosi la stima di colleghi del calibro di Jamie Lee Curtis. Nonostante una carriera che, considerando le premesse, si può dire ancora all’inizio, è dunque uno dei nuovi nomi di punta dell’industria cinematografica.

In Acque profonde, Affleck e De Armas interpretano una facoltosa coppia borghese, con una figlia sui nove anni, Trixie. Lui ha guadagnato abbastanza dalla vendita di un chip per potersi permettere di non lavorare (il suo hobby principale sembra essere l’allevamento di chiocciole); lei si gode la vita da casalinga agiata, fra feste sfarzose e, si capisce presto, flirts non del tutto innocenti.

Il marito non si mostra troppo turbato dai comportamenti ambigui della moglie, affermando di avere in lei la massima fiducia. Alcuni eventi, però, gettano una luce sinistra sui rapporti fra moglie e marito in cui la giovanissima Trixie è, suo malgrado, prematuramente coinvolta.

Grandi attori, budget astronomico e una trama consolidata: sono abbastanza per fare un buon film?

Nonostante le ottime premesse, Acque profonde non ha convinto del tutto pubblico e critica.

Ana de Armas è frizzante e sensuale come richiesto dal suo personaggio, ma lo sviluppo del film sembra relegarla al ruolo irritante di sciocca moglie viziata e dalle tendenze ninfomani. A differenza di Gone Girl, inoltre, in Acque profonde non c’è quasi mai spazio per il punto di vista della parte femminile, che quindi risulta un personaggio piuttosto piatto e superficiale nonostante la bravura di De Armas.

Anche il ruolo di Affleck non brilla particolarmente, finendo spesso per esasperare la componente apatica e glaciale del personaggio (persino nelle scene erotiche, nel complesso troppo fredde e di poco coinvolgimento)

Anche la trama, del resto, non sembra molto credibile, e non presenta un vero e proprio colpo di scena (a meno di non considerarne l’assenza il tratto più in grado di stupire lo spettatore), anche se ci sono dei momenti da umorismo nero apprezzabili.

In definitiva, Acque profonde è un prodotto dal grande potenziale che purtroppo non ha condotto al risultato sperato, posizionandosi nella scia delle copie sbiadite di Gone Girl. Tuttavia, soprattutto grazie alla presenza di attori iconici, può rappresentare una buona alternativa per una serata senza troppe pretese.

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
776FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate