Una seduta decisamente da incubo per Saipem che continua a rimanere sotto pressione a Piazza Affari, scendendo per la terza giornata di fila.

Saipem in caduta libera sul Ftse Mib

Dopo essersi lasciato alle spalle la sessione di ieri con un calo di oltre mezzo punto percentuale, il titolo oggi è letteralmente crollato.

A fin giornata Saipem si presenta a 32,97 euro, con un affondo del 21,56% e volumi di scambio esplosivi, visto che sono transitate sul mercato quasi 1,4 milioni di azioni, più del triplo della media degli ultimi 30 giorni pari a poco meno di 400mila.

Saipem annuncia i termini dell'aumento di capitale

Saipem è in caduta libera dopo che la società comunicato oggi che il CdA esercita la delega dell’aumento di capitale da 2 miliardi di euro.

Il gruppo ha comunicato la firma del contratto di garanzia per la sottoscrizione di tutte le azioni eventualmente inoptate.

Il consorzio si è impegnato a sottoscrivere fino a un importo massimo complessivo pari a circa 1.119.5 milioni di euro, equivalenti alla differenza tra il valore complessivo dell’aumento di capitale e il valore delle nuove azioni oggetto dell’impegno di sottoscrizione di Eni e CDP Industria.

La società ha altresì comunicato la definizione del calendario previsto per l’offerta, subordinatamente all’approvazione del prospetto informativo da parte della Consob.

Saipem: aumento partirà il 27 giugno. Sconto di circa il 30% sul Terp

Il calendario dell’offerta prevede che i Diritti di Opzione validi per la sottoscrizione delle nuove azioni siano esercitabili, dal 27 giugno all’11 luglio 2022, estremi inclusi, e siano inoltre negoziabili sul mercato regolamentato Euronext Milan dal 27 giugno al 5 luglio 2022, estremi inclusi.

Nella nota diffusa da Saipem si legge altresì che l'aumento di Capitale avrà luogo mediante emissione di n. 1,974,327,430 azioni ordinarie Saipem, nel rapporto di 95 nuove azioni ogni 1 azione ordinaria esistente.

Il prezzo di sottoscrizione è pari a 1,013 euro per ciascuna nuova azione, da imputarsi quanto a 0,021 euro a capitale sociale e quanto a 0,992 euro a sovrapprezzo.

Il prezzo di emissione incorpora uno sconto di circa il 30% rispetto al prezzo teorico ex diritto (Theoretical Ex Right Price o TERP).

Saipem: le diverse strategie di Equita e Bca Akros

Dopo l'annuncio dei termini dell'aumento di capitale, non cambia la view di Equita SIM che su Saipem mantiene fermo il rating "hold", con un prezzo obiettivo a 45 euro.

Bullish invece il giudizio di Banca Akros che nei giorni scorsi ha reiterato la raccomandazione "buy" sul titolo, con un target price a 43 euro.

Gli analisti, in una nota diffusa oggi, hanno ricordato che l'aumento di capitale per Saipem è un tassello chiave affinchè il gruppo possa centrare i target del piano industriale 2022-2025.

Saipem: la sorpresa negativa che ha affossato il titolo

La ricapitalizzazione era già attesa dal mercato che si era di fatto preparato ad un aumento iper-diluitivo, con un sconto sul Terp nell'ordine dl 30%, come di fatto annunciato dalla società.

La sorpresa negativa riguarda il fatto che le azioni di nuova emissione non sono saranno disponibili agli azionisti fino alla fine del periodo di esercizio, quando si avranno indicazioni sull'operazione e si saprà quindi se l'aumento di capitale è stato sottoscritto integralmente o meno.