CIR vola. Buone notizie dall’annuncio di Sogefi

CIR cavalca l’ultima mossa di Sogefi e mette a segno un deciso rally.

Avvio di settimana a tutto gas per CIR che ha continuato a catalizzare gli acquisti a Piazza Affari, vivendo una seduta scoppiettante.

CIR chiude in rally

Dopo essersi lasciato alle spalle la sessione di venerdì scorso con un progresso di oltre un punto e mezzo percentuale, il titolo ha continuato a salire oggi, chiudendo in positivo per la quarta giornata di fila.

CIR ha terminato le contrattazioni a 0,519 euro, con un rally dell’8,69% e volumi di scambio boom, visto che sono transitate sul mercato oltre 16 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 820mila.

CIR: implicazioni positive dal deal di Sogefi

Il titolo è scattato in avanti dopo l’annuncio della cessione della divisione filtri da parte di Sogefi, che secondo Equita SIM ha ovviamente implicazioni positive anche per CIR, che la controlla col 55,6% del capitale.

In primis perché CIR beneficia della rivalutazione di Sogefi: ai prezzi di venerdì valeva il 16% del NAV, quindi ogni +10% di Sogefi, il NAV aumenta dell’1,6%.

La cessione rafforza ulteriormente la struttura finanziaria, considerando che circa metà dell’incasso verrà distribuita come dividendo.

Nell’ipotesi di Equita SIM di una cedola di 1,5 euro per azione, di cui 0,2 euro dividendo ordinario, più 1,3 euro legati alla cessione della divisione filtri, CIR incassa 100 milioni di euro, aumentando la cassa netta oltre 400 milioni di euro.

Negli ultimi anni la cassa netta è stata utilizzata essenzialmente per fare buy-back, ricordando che per due volte CIR ha già cancellato azioni proprie, e con l’ultimo piano ad oggi ha raccolto il 5,7% del capitale.

Per questo motivi, gli analisti di Equita SIM ritengono che il buy-back continuerà ad essere la priorità, considerando lo sconto superiore al 35% sul NAV, anziché procedere alla distribuzione a sua volta di un dividendo straordinario.

Gli esperti non escludono invece il ritorno al pagamento di un dividendo normale dopo 4 anni di assenza.

Equita SIM ritiene che il deal di Sogefi faccia tornare d’attualità lo scenario di cui ha parlato spesso in passato per CIR: reshuffle del portafoglio tramite il ridimensionamento di Sogefi, anche se gli analisti ritengono che nel breve prevalgano considerazioni di rilancio e sviluppo industriale degli asset rimasti.

Torna d’attualità anche il riacquisto delle minorities di KOS dal fondo di private equity F2i per trasformare CIR da holding a puro player nelle residenze per anziani, beneficiando dell’azzeramento dello sconto holding.

CIR: Equita SIM alza il target price

Gli analisti di Equita SIM mantengono una view positiva su CIR, con una raccomandazione “buy” invariata, alzando il prezzo obiettivo del 13% a 0,7 euro, essenzialmente per l’aggiornamento del prezzo di Sogefi ai valori attuali di mercato, continuando ad applicare uno sconto solo del 7,5%, in quanto la considerano già una proxi di un pure player nelle residenze per anziani.

Assumendo Sogefi al nuovo fair value di 3,2 euro per azione, a parità di tutte le altre condizioni, il NAV salirebbe del 9% a 0,83 euro per azione.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
765FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate