A dispetto dell'andamento negativo del Ftse Mib, la seduta odierna prosegue in rialzo per Enel che ritrova la retta via dopo due sessioni consecutive in calo.

Enel risale dopo due sedute in calo

Dopo aver ceduto oltre due punti percentuali ieri, il titolo oggi ritrova la retta via negli ultimi minuti si presenta a 5,422 euro, con un progresso dell'1,33% e oltre 14,5 milioni di azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 24,5 milioni,

Enel beneficia del recupero dei BTP. Male lo Spread BTP-Bund

Enel, al pari delle altre utility, risale la china dopo le vendite di ieri, muovendosi in controtendenza rispetto al Ftse Mib.     

Il titolo si muove in rialzo sulla scia delle positive indicazioni che arrivano dal mercato obbligazionario.

Lo Spread BTP-Bund sale del 4,37% a 208 punti base, mentre gli acquisti sui BTP favoriscono un calo dei rendimenti, con il decennale in flessione di oltre il 2,5% al 3,54%.

Enel: l'intervista al presidente. I temi chiave

A catalizzare l'attenzione su Enel sono intanto alcune dichiarazioni rilasciate dal Presidente Michele Crisostomo.

Nell'ambito di un'intervista al Sole 24 Ore, il manager ha affermato che Enel è in linea con gli obiettivi di stoccaggio al 90% previsto dall’Unione Europea ed

il gruppo sarà quindi in grado di soddisfare i livelli di produzione elettrica e di servizio ai clienti.

Crisostomo ha altresì dichiarato che la produzione al carbone, in questo momento, è prioritaria rispetto alla generazione a gas in coordinamento con il Governo.

Nel corso dell'intervista il presidente di Enel ha toccato anche un altro tema importante, evidenziando che le produzioni idroelettriche sono in sofferenza in Europa, con livelli di idraulicità inferiori del 40% rispetto al 2021.

Il manager ha spiegato che la situazione è di tensione ma al momento non di allarme.

Enel: Equita conferma il buy con ottimo upside

Sulla scia delle dichiarazioni del presidente, gli analisti di Equita SIM hanno ribadito la loro view bullish su Enel, confermando la raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 8,1 euro, valore che implica un potenziale di upside di quasi il 50% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.