Snam ancora giù. La view degli esperti dopo i dati 2023

Snam è l’unica utility a viaggiare in rosso oggi: focus sui conti del 2023 e la guidance 2024.

Tra le blue chip che oggi non riescono a sintonizzarsi con l’andamento positivo del Ftse Mib troviamo anche Snam.

Snam in rosso anche oggi

Il titolo, dopo aver ceduto lo 0,2% ieri, viaggia in rosso anche oggi, presentandosi negli ultimi minuti a 4,447 euro, con un calo dello 0,76% e volumi di scambio vivaci, visto che fino a ora sono transitate sul mercato oltre 8 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 6,8 milioni.

Snam penalizzato da rialzo tassi BTP. Male anche lo Spread

Snam scende in controtendenza sul Ftse Mib e al momento è l’unico nel settore utility a viaggiare con il segno meno, risentendo a differenza degli altri delle negative indicazioni che arrivano dal mercato obbligazionario.

Lo Spread BTP-Bund sale al momento dell’1,33% a 126,89 punti base, mentre le vendite sui BTP portano a un aumento dei tassi, tanto che il rendimento del titolo a 10 anni sale dell’1,77% al 3,702%.

Snam: i conti del 2023

Snam intanto resta sotto la lente sulla scia dei risultati del 2023 diffusi ieri, dopo quelli preliminari pubblicati a gennaio.

Gli analisti di Equita SIM parlano di conti in linea con le stime, evidenziando che l’EBITDA è in crescita dell’8% a 2,14 miliardi di euro come atteso, grazie a maggiori ricavi regolati e un maggiore contributo delle attività dalla Transizione energetica.

La bottom line adjusted è sostanzialmente stabile per maggiori ammortamenti ed oneri finanziari saliti da 140 a 221 milioni di euro.

Gli investimenti tecnici sono pari a 1,77 miliardi di euro, in crescita del 30% anno su anno, a cui vanno aggiunti i 420 milioni di acquisto del Vessel di Piombino.

Il debito netto a 15,2 miliardi di euro è stato leggermente migliore dei 15,5 miliardi annunciati a gennaio.

Il dividendo è in crescita del 2,5% come atteso ed è pari a 0,282 euro, di cui 0,1128 euro già distribuiti a gennaio scorso a titolo di acconto.

Il saldo pari a 0,1692 euro sarà staccato lunedì 24 giugno prossimo, con pagamento due giorni dopo, il 26 giugno.

Da segnalare che non ci sono novità sulle negoziazioni con Edison per le attività di stoccaggio, mentre Snam ha fornito alcune indicazioni per l’anno in corso.

Snam: la guidance 2024

Il gruppo prevede di chiudere il 2024 con un utile netto adjusted pari a circa 1,187 miliardi di euro, mentre l’Ebitda adjusted è visto a 2,7 miliardi di euro.

L’indebitamento netto è stimato nell’ordine di 17,6 miliardi d euro, mentre gli investimenti dovrebbero attestarsi a 2,9 miliardi di euro, di cui 2,7 miliardi di euro in ambito infrastruttura gas e 0,2 miliardi di euro in ambito transizione energetica.

La RAB tariffaria è pari a circa 23,8 miliardi di euro.

Snam: la view di Equita SIM

Gli analisti di Equita SIM evidenziano oggi che dalla conference call di ieri non sono emerse particolari novità.

Gli esperti ritengono che il tasso medio annuo composto di crescita del dividendo nell’ordine del 3% al 2027 sia visibile, considerando il rilevante piano di capex regolati.

Secondo la SIM milanese, Snam tratta a multipli economici, ossia un enterprise value/RAB 2024 del 14% e un rapporto prezzo-utili di 13 volte, e soprattutto ha un interessante rendimento del dividendo del 6,4% che salirà al 6,8% tra tre anni.

A detta degli esperti questo è il principale supporto per la performance del titolo, sul quale viene ribadita la raccomandazione “hold” e un prezzo obiettivo a 5,4 euro.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate