Se dovessimo pensare ad una collezione di NFT (Non Fungible Token) famosa e costosa una delle prime che a molti verrebbe in mente sarebbe quella delle scimmiette Bored Ape Yacht Club (BAYC).

Si tratta di una serie di NFT che appartengono alla sottocategorie dei Profile Pictures (PFP) e rappresentano semplici immagini 2D di scimmie antropomorfe a cartone animato che si differenziano per gli accessori e i colori.

Questa collezione lanciata ad aprile 2021 aveva un costo di circa 170 dollari ad NFT (0,08 ETH). Tuttavia, ad un anno di distanza il più economico degli esemplari vale ben 290.000 dollari pari a 145 ETH.

La collezione è stata ideata da Yuga Labs, che proprio in vista del successo degli NFT ha deciso di ampliare il progetto con la creazione di un metaverso dove le scimmiette saranno gli avatar e che si baserà su una nuova criptovaluta ApeCoin.

Il successo dei Bored Ape Yacht Club ha portato anche alla collaborazione con brand famosi, da Gucci all’Adidas, ed ha fatto guadagnare a questi NFT la copertina della rivista di Rolling Stone, tanto che sono ormai uno status symbol nel mondo dei Non Fungible Token.

D3 Network nel suo canale YouTube ci propone un video in cui viene intervistata il CEO di Yuga Labs Nicole Muniz:

  

Il ruolo dei Bored Ape Yacht Club (BAYC) nel mondo degli NFT

Per capire cosa sono i Bored Ape Yacht Club e più in generale i PFP si deve partire dal fatto che esistono diversi tipi di NFT. Ovvero, ci sono artisti digitali che creano una singole opere digitali proprio come farebbe un pittore nel mondo fisico e poi ci sono i PFP collezionabili come i BAYC.

Un esempio di NFT appartenenti al primo gruppo sono quelli del famoso artista digitale Beeple venduti anche per la cifra vertiginosa di 69 milioni di dollari. Del secondo gruppo invece i pionieri sono stati i CryptoPunks nati nel 2017, poi si è arrivati agli BAYC. Si tratta di NFT “collectible”, cioè collezionabili prodotti in serie in genere di 5.000-10.000 pezzi, con ogni esemplare che rappresenta lo stesso soggetto solo con accessori diversi che lo rendono unico. 

Come si determina la rarità ed il valore degli NFT della collezione BAYC

La paternità della collezione NFT intitolata Bored Ape Yacht Club si deve a Yuga Labs, la società composta da quattro fondatori noti con i loro pseudonimi: Gargamella, Gordon Goner, Emperor Tomato Ketchup e No Sass.

I BAYC comprendono una collezione di 10.000 NFT, dove il soggetto è sempre una scimmietta a cartone animato, ma con espressioni facciali, accessori e vestiti diversi.

Ad ogni elemento corrisponde un parametro di “rarità” l’insieme dei quali conferisce al Non Fungible Token un livello complessivo diverso di "rarità", che ne determina anche il valore di mercato, facendo sì che alcuni NFT della collezione siano di partenza più costosi degli altri.

La principale piattaforma di scambio di NFT compatibili con Ethereum è OpenSea, dove si possono anche verificare i singoli parametri del Non Fungible Token.

Ad ogni parametro corrisponde una percentuale, più è bassa più il Non Fungible Token è “raro”, in particolare sono considerati NFT rari e di valori quelli dove i valori scendono sotto 1%.

Facendo un esempio più concreto: su una collezione di 10.000 BAYC solo 46 NFT hanno la scimmietta vestita con una pelliccia dorata (solid gold) e questi sono particolarmente preziosi, tanto che uno di essi è stato venduto per 1,3 milioni di dollari. Ancora, un NFT dove la scimmia era adornata con pelliccia solid gold e occhiali laser, entrambi accessori rari, cioè con parametri sotto l’1%, ha raggiunto il prezzo di 3 milioni di dollari.

In totale ogni NFT di questa collezione ha un massimo di 7 parametri variabili che ne sermonano la rarità e che corrispondono a sette tratti del personaggio, cioè: Sfondo; Abbigliament; Orecchini; Occhi; Pelliccia; Cappello; Bocca.

Quanto valgono gli NFT di BAYC?

Nel caso specifico dei BAYC i prezzi raggiunti da alcuni NFT di questa collezione sono davvero vertiginosi. Un acquisto che ha attirato molto l’attenzione è stato quello fatto da Justin Bieber a febbraio che ha pagato un esemplare per 1,29 milioni di dollari.

I Bored Ape Yacht Club vantano molti proprietari VIP tra cui, solo per citarne alcuni, Paris Hilton, Eminem e Neymar Nr, Snoop Dogg, Gwyneth Paltrow.

Al momento il prezzo di partenza di un NFT della collezione è di 145 ETH, che secondo i valori di mercato della criptovaluta in data odierna corrispondono a circa 290.000 euro. Mentre il prezzo di lancio l’anno scorso era di soli 0,08 ETH, cioè circa 170 euro, sempre calcolati secondo i valori odierni di Ethereum.

Perché alcuni NFT di BAYC valgono tanto

Quando si parla di NFT non come risorsa tecnologica, ma in senso “artistico”, si deve tenere conto che tantissime cose influenzano il valore di mercato di un singolo pezzo.

Parlando nello specifico dei Bored Ape Yacht Club molto nel loro successo ha giocato la popolarità che questi esemplari hanno raggiunto dopo l’acquisto da parte di personaggi famosi, che li ha fatti diventare uno status symbol.

C’è però da considerare che l’arrivo del metaverso dedicato alle scimmiette e realizzato sempre da Yuga Labs, potrebbe cambiare le carte in tavola. Questo perché gli NFT della collezione BAYC a quanto annunciato dovrebbero essere gli avatar di questo mondo digitale o comunque integrarsi in esso in qualche modo. Questo vorrebbe dire che gli NFT della collezione troverebbero anche un’applicazione pratica oltre a quella di adornare i profili Twitter dei proprietari.

Cosa sono gli NFT della collezione Mutant Ape Yacht Club (MAYC)

Uno degli aspetti degni di nota dell’intero progetto BAYC risiede nella vitalità e cioè nelle continue novità che Yuga Labs regala ai proprietari di un NFT.

Ad esempio lo scorso agosto ogni titolare di un NFT della collezione ha ricevuto un siero con cui trasformare la sua scimmia in un “mutante” ed è nata una nuova collezione di 10.000 NFT cioè i Mutant Ape Yacht Club. Il prezzo di un NFT di questa collezione parte oggi da un prezzo base di circa 40 ETH.

Cosa sono gli NFT della collezione Bored Ape Kennel Club (BAKC)

Altra collezione di NFT collegata a BAYC sono i Bored Ape Kennel Club (BAKC). I titolari di una scimmietta hanno ricevuto gratuitamente la possibilità di ottenere un NFT di un cane sul modello grafico dei BAYC. L’unico costo da pagare era quello delle commissioni per il minting degli NFT su Ethereum, cioè le gas fee. 

Queste collezioni secondarie erano comunque reclamabili entro un tempo limitato.

BAYC vittima phishing: 3 milioni di dollari di NFT rubati

Proprio il valore molto alto degli NFT di BAYC li ha resi vittima il mese scorso di un maxi-furto.

Alcuni hacker hanno violato in qualche modo l’account Instagram di Yuga Labs e lo hanno utilizzato per condividere link di phishing. Si chiedeva infatti agli utenti di collegare il proprio wallet crittografico con la promessa di premi e invece gli NFT venivano rubati.

Al momento Yuga Labs sta ancora indagando perché non risulta chiaro come sia stato hackerato l’account Instagram.

Prima che la società si accorgesse del phishing ed eliminasse i link fraudolenti gli hacker sono comunque riusciti a rubare molti NFT per un valore di circa tre milioni di dollari.

Nello specifico sono stati rubati, 6 NFT della collezione BAYC, 3 MAYC e oltre 100 Non Fungible Token sparsi.

Secondo la Peckshield, che si occupa di Blockchain security e che ha indagato sull’accaduto, degli NFT rubati 23 sono stai già venduti per un guadagno di 2,4 milioni di dollari, con 1,6 milioni di questo donati all’ucraina in criptovaluta.