Cedolino NoiPa maggio 2023, stipendio docenti e ATA già visibile: cosa controllare

Sono già visibili gli importi del cedolino NoiPa di maggio 2023 per docenti e personale ATA: ecco cosa controllare e quando arrivano i pagamenti.

Alcuni lavoratori e dipendenti pubblici – in particolare il personale docente di ruolo e i supplenti con contratto a tempo determinato al 30 giugno e al 31 agosto, oltre al personale ATA – sono già riusciti a visualizzare gli importi dello stipendio NoiPa di maggio 2023, mentre per il cedolino occorre attendere almeno la metà del mese corrente, a ridosso dei pagamenti.

Che novità ci sono sullo stipendio NoiPa di maggio 2023? Ecco cosa verificare e quando arrivano i pagamenti dello stipendio per i dipendenti pubblici.

NoiPa, online lo stipendio di maggio 2023 per docenti e ATA

Nell’ultimo weekend di aprile alcuni lavoratori e dipendenti pubblici sono riusciti a visualizzare l’importo dello stipendio NoiPa di maggio 2023: si tratta del personale docente e del personale ATA del comparto scuola.

Purtroppo non ci sono novità né sugli arretrati né sul “famoso” bonus per i dipendenti pubblici: parrebbe (il condizionale è d’obbligo almeno fino alla pubblicazione del cedolino NoiPa di maggio 2023) che non vi sia nemmeno per questo mese l’accredito e l’aumento tanto atteso dai lavoratori.

Nonostante questo, ci sono alcune voci del cedolino che devono essere controllate e verificare: vediamo le novità di maggio 2023 sullo stipendio NoiPa per i docenti e il personale ATA.

Cedolino NoiPa maggio 2023: cosa controllare

All’interno del prossimo cedolino NoiPa di maggio 2023 si dovranno verificare alcuni accrediti e addebiti:

  • taglio del cuneo fiscale al 3%, come previsto dalla Legge di Bilancio 2023 per i lavoratori con un reddito inferiore a 25.000 euro all’anno;

  • taglio del cuneo fiscale al 2%, come previsto dalla Legge di Bilancio 2023 per i lavoratori con un reddito compreso tra 25.000 e 35.000 euro all’anno;

  • pagamento degli accessori caricati dagli uffici di servizio con la procedura “cedolino unico”;

  • l’eventuale restituzione del bonus Renzi (addebito pari a 25 euro) per coloro che ne hanno fruito indebitamente;

  • le addizionali comunali e regionali.

Ancora assente – con tutta probabilità – anche nel prossimo cedolino di maggio l’assegno accessorio pari all’1,5%, come previsto dall’ultima Manovra del Governo Meloni.

Pagamento stipendio NoiPa maggio 2023: tutte le date

Una volta compresi i dettagli e le novità da verificare sul cedolino NoiPa di maggio 2023, andiamo a scoprire quando arriva il pagamento per i dipendenti pubblici.

INPS ha reso note le date di pagamento dello stipendio dei dipendenti pubblici suddivise come previsto dal seguente calendario:

  • da martedì 16 maggio 2023 – pagamento della rata ordinaria dei comparti Sicurezza e Difesa, Funzioni Centrali, Funzioni Locali, Ricerca e Istruzione;

  • da giovedì 18 maggio 2023 – pagamento della rata ordinaria del comparto Sanità;

  • da venerdì 19 maggio 2023 è previsto il pagamento delle rate per il personale Supplente Breve e Saltuario della scuola e personale VVF che sono rientrate nell’emissione speciale della metà del mese.

Per i docenti e il personale ATA l’accredito potrebbe protrarsi fino al 23 maggio 2023.

Come controllare il cedolino NoiPa online

Ricordiamo le istruzioni per controllare il cedolino NoiPa online, tramite il portale dedicato, generalmente attorno al 18-20 del mese.

Una volta arrivati sul portale web NoiPa, è necessario accedere alla propria area riservata autenticandosi tramite le credenziali SPID, CIE o CNS: a questo punto è possibile cercare nell’apposita barra di ricerca la sezione “Consultazione pagamenti”. Infine, selezionare il mese di maggio 2023 per visualizzare il cedolino NoiPa dello stipendio relativo al mese corrente.

Il link al cedolino viene reso disponibile sin dalla fine del mese di aprile, mentre la consultazione dei dettagli è possibile solo nella seconda metà del mese.

Laura Pellegrini
Laura Pellegrini
Redattore, classe 1998.Sono veronese di nascita e milanese d'adozione. Mi sono Laureata in Comunicazione e Società presso l'Università degli Studi di Milano e sono da sempre appassionata di giornalismo e attualità. Entrata nel mondo dell'informazione grazie a uno stage curricolare, ho svolto per due anni l'attività di redattore e social media manager. Attualmente collaboro da remoto con Trend-online, la testata grazie alla quale ho lanciato il mio primo e-book, e con altre testate per la sezione di attualità. La mia ambizione principale è quella di costruire una carriera internazionale.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
776FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate