Kadyrov: perché il leader della Cecenia è in coma

Il coma del leader della Cecenia è rimasto nel mistero per giorni: ecco i motivi per cui il leader della Cecenia Ramzan Kadyrov si troverebbe attualmente in questa condizione.

Il leader della Cecenia Ramzan Kadyrov

Ramzan Kadyrov è in coma. A lanciare l'indiscrezione è stata l'intelligence dell'Ucraina (Gur) tramite il proprio portavoce Andriy Yusov. Una notizia, questa, che era stata già riportata dall'agenzia di stampa Obozrevatel rifacendosi ad alcune affermazioni provenienti direttamente da fonti cecene.

Le condizioni di salute del leader della Cecenia Kadyrov

Il rappresentante della direzione principale dell'intelligence del Ministero della Difesa dell'Ucraina Andriy Yusov, come riportato da Rbc Ukraine, ha divulgato la notizia relativa alle gravissime condizioni di un Ramzan Kadyrov che si troverebbe in questo momento in coma. Queste le parole del rappresentante della Gur (i servizi ucraini):

Ramzan Kadyrov è ora in gravi condizioni. Non si tratta di una ferita.

Pur non fornendo particolari dettagli in merito alle condizioni di salute del leader della Cecenia, Andriy Yusov ha dunque confermato come il problema di Kadyrov non consista in una ferita bensì in problematiche legati esclusivamente a motivi di salute. Queste le sue parole riportate dalla testata ucraina The Kyiv Independent:

Kadyrov è malato da molto tempo e si tratta di problemi di natura sistemici. Ma in questi ultimi giorni si trova in gravi condizioni.

Le voci sul peggioramento delle condizioni di salute di Kadyrov hanno in realtà iniziato a circolare già da diversi mesi, con lo stesso leader ceceno che lo scorso mese di marzo aveva smentito tali indiscrezioni tramite un proprio post su Telegram.

Ora, stando alle fonti cecene di Obozrevatel, Kadyrov si troverebbe in coma da diversi giorni e potrebbe essere trasferito dalla Cecenia all'estero, forse negli Emirati Arabi Uniti, per essere sottoposto alle cure del caso.

Perché il leader della Cecenia Kadyrov si trova in coma

Ramzan Kadyrov è diventato leader della Cecenia nel 2007. Sostenitore dichiarato di Mosca e del presidente russo Vladimir Putin fin dall'annessione della penisola ucraina di Crimea da parte della Russia avvenuta nel 2014, Kadyrov ha partecipato attivamente anche all'invasione dell'Ucraina iniziata nel febbraio del 2022.

In particolare, il leader ceceno si era distinto per la sua forte presa di posizione contro Yevgeny Prigozhin muovendo le proprie truppe nelle ore dell'ammutinamento della compagnia militare privata Wagner contro le forze russe. Una lealtà, quella nei confronti della Russia, che sarebbe valsa a Kadyrov l'appellativo di soldato di Putin o cane d'attacco di Putin.

Tornando alle attuali condizioni di salute del leader della Cecenia, causa del loro forte peggioramento sarebbe stata individuata nel suo medico personale e vice primo ministro del Paese Elkhan Suleimanov. Stando a quanto trapelato sul canale Telegram russo VchK-OGPU Kadyrov avrebbe fatto seppellire vivo Suleimanov per tentato avvelenamento nei suoi confronti. Il capo della repubblica cecena era apparso all'inizio di questo 2023 considerevolmente ingrassato e gonfio, con il diretto interessato che avrebbe sofferto secondo molti di un problema ai reni prima di dare la colpa delle sue condizioni al suo medico.

Suleimanov era stato licenziato dal suo incarico di vice primo ministro nell'ottobre del 2022, e da allora non sarebbe stato più visto da nessuno. Il medico, secondo le voci di allora dimessosi dal suo incarico di propria spontanea volontà, non ha più dato segni di vita nemmeno sul proprio account Instagram che veniva di solito aggiornato di continuo.

Leggi anche: La disastrosa alluvione in Libia si poteva evitare? Cosa è successo davvero