Putin firma il decreto di arruolamento di nuovi soldati: pronti in 147.000

Putin, nel giorno della Pasqua cristiana, continua a calcare la mano sul conflitto in Ucraina. Vediamo quali sono gli scenari futuri

In un contesto geopolitico sempre più teso, il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto che segna una nuova fase nell’approccio del paese al conflitto in Ucraina. Il decreto prevede l’arruolamento obbligatorio di cittadini russi tra i 18 e i 30 anni, non appartenenti alla riserva, nelle forze armate nel periodo da aprile a luglio. Secondo l’agenzia Tass, questo riguarderà 147.000 coscritti, i quali saranno presumibilmente inviati a combattere in Ucraina, sottolineando una significativa escalation nell’impiego di forze nel conflitto.

L’annuncio del decreto: cosa comporta?

L’annuncio di Putin arriva in un momento di crescente tensione internazionale, con 147.000 giovani russi chiamati alle armi, in un significativo aumento rispetto ai 130.000 arruolati nell’autunno precedente. Questa mossa evidenzia la determinazione della Russia di intensificare il proprio coinvolgimento militare in Ucraina, nonostante le crescenti critiche internazionali e le sanzioni.

La dichiarazione di “Guerra Santa” del patriarca Kirill

Aggiungendo un ulteriore strato di complessità alla situazione, il capo della Chiesa ortodossa russa, il Patriarca Kirill, ha intensificato la retorica del Cremlino sulla guerra in Ucraina, definendola una “guerra santa”. Questo termine, che evoca immagini di conflitti religiosi e culturali, rappresenta una svolta significativa per le autorità russe che, fino ad ora, avevano descritto l’azione militare in Ucraina come un’“operazione speciale”. Il Patriarca sostiene che la guerra è una difesa della “Santa Russia” contro il globalismo e l’Occidente, accusato di aver “caduto nel satanismo”.

Tensioni nel Daghestan

Parallelamente, la situazione nel Daghestan, repubblica russa nel Caucaso settentrionale, si aggrava con operazioni antiterrorismo in risposta alla presenza di terroristi armati. Questi eventi, segnalati dall’agenzia di stampa Tass, indicano l’alta tensione nella regione, dove le forze speciali hanno bloccato terroristi in diversi appartamenti, portando all’evacuazione dei residenti vicini. Queste operazioni riflettono le sfide interne della Russia nel mantenere la sicurezza e l’ordine in aree strategiche e turbolente.

La guerra è giunta alla sua conclusione?

Questi sviluppi rappresentano momenti critici nella gestione del conflitto in Ucraina da parte della Russia e nella sua politica interna ed estera. L’arruolamento di un numero significativo di giovani russi, unitamente alla retorica di “guerra santa” e alle operazioni antiterrorismo nel Daghestan, sottolinea la complessità e la multidimensionalità della strategia russa.

La comunità internazionale osserva con preoccupazione questi sviluppi, interrogandosi sulle loro implicazioni a lungo termine per la sicurezza regionale e globale. La situazione richiede un’analisi approfondita e una risposta coordinata per affrontare le crescenti tensioni e promuovere la pace.

Leggi anche: Attentato a Mosca, ecco chi è il terrorista che ha organizzato tutto

Vincenzo Stella
Vincenzo Stella
Vincenzo, 29 anni e sono un copywriter e web editor con una passione per la scrittura fin da giovane. Laureato in giurisprudenza ed avvocato, ho cambiato rotta nel corso degli studi, occupandomi dapprima di web-radio e poi di editoria. Sono appassionato di tech, economia e geopolitica. E adoro le chiacchiere da bar, specialmente se si parla di attualità. La mia passione imperitura per l'arte scritta mi spinge costantemente a migliorare e le mie abilità a tutte le esigenze. Sono sempre alla ricerca di nuove sfide e opportunità per ampliare il mio bagaglio culturale e professionale. Mi occupo di cultura nella vita, anche al di fuori del lavoro. Il teatro ed il volontariato sono il mio carburante nel tempo libero.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
774FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate