Bonus bollette attivi e richiedibili. Spunta un nuovo sussidio pensato per contenere i rincari di luce e gas: famiglie e singoli cittadini potranno ricevere ben 700 euro di aiuti presentando domanda entro il 31 maggio 2022. 

Un nuovo sostegno è pronto per essere richiesto dagli italiani anche se il termine per presentare le istanze ormai stringe. 

Il Bonus bollette da 700 euro, meglio conosciuto come “Bonus riscaldamento” o “Bonus Iren” va ad unirsi alla schiera dei contributi pensati dal Governo Draghi per ammortizzare il caro luce e gas che da qualche settimana a questa parte sta mettendo in ginocchio i cittadini italiani, soprattutto le famiglie a basso reddito già costrette a stringere la cinghia per far quadrare i conti a fine mese.

Stiamo parlando del contributo introdotto dal gruppo Iren per sostenere i clienti che hanno sottoscritto un contratto di teleriscaldamento centralizzato o individuale. Seppur si tratta di un Bonus bollette erogato a livello Comunale, per quanto concerne lo scopo si avvicina molto a gli sconti in bolletta consultabili dal sito dall’autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA).

L’intento del Bonus bollette da 700 euro, ancora una volta, è di concedere una boccata di ossigeno alle famiglie schiacciate dal peso degli aumenti di gas e luce. Anche sul fronte dei requisiti da rispettare per poter accedere al contributo si segnalano delle analogie con il Bonus sociale introdotto dal Governo. 

Il Bonus bollette da 700 euro messo in campo da Iren è infatti vincolato alla presentazione del modello ISEE, mentre gli importi spettanti vengono stabiliti in base alla composizione numerica del nucleo familiare richiedente, desumibile dal rilascio dello stato di famiglia da parte del Comune.

E proprio al Comune di residenza vanno presentate le domande per ottenere il riconoscimento del Bonus bollette da 700 euro. Ogni amministrazione comunale avrà cura di indicare sul proprio sito internet istituzionale la modalità di presentazione delle istanze. Una volta ricevute, sarà lo stesso Comune ad inoltrarle ad Iren.

Attenzione, però, alla scadenza. Se sei interessato al Bonus bollette da 700 euro avrai tempo fino al 31 maggio 2022 per inviare le domande.

Ma vediamo subito in cosa consiste il Bonus Iren, quali requisiti i potenziali beneficiari dovranno rispettare per godere degli sconti in bolletta di gas e luce e come cambiano gli importi al variare della composizione del nucleo familiare richiedente.

Bonus bollette, fino a 700 euro a tutte le famiglie: in cosa consiste e come funziona

Il Bonus bollette fino a 700 euro, riconosciuto ai clienti Iren che hanno sottoscritto un contratto di teleriscaldamento, va ad aggiungersi al pacchetto dei Bonus sociali contenuti nel Decreto Aiuti recentemente introdotto dal Governo Draghi.

In cosa consiste? Si tratta di un aiuto economico aggiuntivo pensato per fronteggiare il disagio economico, connesso all’aumento delle bollette, avvertito dalle famiglie italiane. 

Specifici Comuni, insomma, hanno deciso di tendere una mano ai nuclei familiari in difficoltà concedendo agli stessi uno sconto in bolletta fino a 700 euro, applicato direttamente in fattura.

Il funzionamento non è particolarmente problematico. Le domande possono essere inviate soltanto dai cittadini residenti nei Comuni che hanno aderito all’iniziativa, indicati nella sezione del sito internet Iren dedicata al Bonus bollette da 700 euro.

Non tutti i Comuni, però, hanno fissato le stesse regola per l’inoltro delle domande. Alcuni hanno preferito l’inoltro da piattaforma online, altri invece hanno optato per la presentazione fisica delle istanze presso gli uffici comunali.

Nel corso dei paragrafi vi forniremo tutte le indicazioni per richiedere il Bonus teleriscaldamento, analizzando i requisiti d’accesso alla misura fissati da ciascun Comune. 

Bonus bollette, 700 euro a tutti: quali sono i requisiti

I requisiti da possedere per poter beneficiare del Bonus bollette Iren da 700 euro sono stati in qualche modo anticipati in precedenza. Per quanto concerne i beneficiari, soltanto le famiglie che hanno stipulato un contratto di teleriscaldamento (centralizzato o individuale) possono usufruire dello sconto in bolletta. 

Spostandoci sui requisiti da rispettare, invece, non si ravvisano condizioni stringenti. L’unica accortezza è quella di non superare la soglia ISEE per cui si può essere ammessi all’agevolazione.

Nello specifico, hanno diritto di accesso al Bonus bollette da 700 euro tutte le famiglie con un’ISEE inferiore a 12.000 euro, in corso di validità. Le famiglie più numerose invece (con un numero di figli a carico superiore a tre) potranno accedere agli sconti con un ISEE sotto i 20.000 euro.

Le domande dovranno essere inviate entro il 31 maggio 2022, serve solo la residenza nel Comune. 

L’inoltro telematico delle istanze per il Bonus bollette in questione è al momento consentito nella maggior parte dei comuni aderenti all’iniziativa. Il servizio online è in fase si attuazione a Genova, Rivoli e Moncalieri.

Bonus Iren 2022, non solo 700 euro di sconto bollette: quali sono gli importi

Ma lo sconto a cui da diritto il Bonus bollette Iren a quanto ammonta? La composizione del nucleo familiare gioca un ruolo rilevante al riguardo. Se fino a questo momento abbiamo sempre fatto riferimento ad un Bonus bollette da 700 euro, c’è da dire che non tutti riceveranno tale riduzione.

Entriamo nei dettagli degli importi. Soltanto le famiglie numericamente più importanti (composte da più di quattro membri) otterranno il Bonus bollette di 700 euro (importo massimo previsto dalla misura), mentre i nuclei familiari formati da non più di quattro persone riceveranno uno sconto in bolletta di 500 euro.

Fruire dello sconto offerta dal Bonus bollette Ires è abbastanza semplice: la riduzione di 500 o 700 euro viene applicata direttamente in fattura trascorsi tre mesi dalla presentazione delle istanze. 

Se, quindi, si presenta la domanda alla scadenza del 31 maggio 2022, il Bonus bollette da 700 figurerà in fattura da settembre.

Bonus bollette da 700 euro, domande in scadenza il 31 maggio 2022: come ottenerlo

Come già avuto modo di sottolineare in precedenza, il Bonus bollette da 700 euro va richiesto esclusivamente al Comune presso cui si risiede. Per tale ragione, non tutte le amministrazioni comunali hanno fissato le stesse regole per la presentazione delle domande. 

In questo senso, il Bonus Iren è assimilabile ai Bonus spesa erogati da ogni singolo comune: ciascun ente può quindi decidere a propria discrezione la modalità di trasmissione delle domande più adatta alle proprie esigenze.

Tuttavia, dal sito internet Iren è possibile conoscere in anticipo quali sono i comuni che hanno optato per una richiesta online e quelli che hanno dato l’ok alla presentazione fisica delle domande presso gli uffici comunali.

Stando ai più recenti aggiornamenti, l’inoltro online è quello preferito. In questo caso, i cittadini interessati a richiedere il Bonus bollette da 700 euro dovranno dotarsi di SPID. L’identità digitale è infatti indispensabile per accedere alla piattaforma online e inviare le domande entro il 31 maggio 2022.

Altri enti locali, come il Comune di Beinasco, hanno deciso per la consegna delle domande cartacee presso gli uffici del Municipio, alla data concordata telefonicamente o tramite mail PEC.

Bonus bollette, 700 euro a tutti: quali documenti servono

Che l’invio delle domande entro la scadenza del 31 maggio 2022 venga fatto per mezzo di una piattaforma o consegnando fisicamente il modulo di richiesta del Bonus bollette da 700 euro presso gli uffici comunali, poco importa. 

I documenti da allegare alla richiesta di sconto non cambiano. Il cittadino interessato ad avere la riduzione in bolletta deve munirsi della certificazione ISEE in corso di validità, del codice di contratto e del codice cliente (entrambi indicati sulle bollette).

La scadenza per presentare o inoltrale le domande al Comune di residenza è fissata al 31 maggio 2022. Una volta inviate le istanze, spetta ad Iren comunicare al cliente l’accoglimento o il rigetto della richiesta per il Bonus bollette da 700 euro.