L’INPS ha reso noto che a partire dal 1° agosto 2022 e fino al 31 ottobre 2022 tutti i genitori che hanno messo al mondo un bambino oppure lo hanno adottato nel corso dell’anno possono richiedere il bonus cicogna 2022, un assegno da 500 euro a famiglia. Come funziona?

Non stimao parlando del bonus bebè e nemmeno di altri bonus per le mamme con figli a carico: il bonus cicogna spetta a detemrinate categorie di soggetti. Grazie a questa agevolazione, le neo mamme e i neo papà possono richiedere un assegno una tantum da 500 euro per il proprio figlio. Soprattutto in un periodo di rincari e spese, il sostegno alle famiglie risulta essenziale.

Ecco come richiedere il bonus cicogna 2022, un assegno da 500 euro a famiglia che spetta solo con domanda all’INPS dal 1° agosto 2022. Requisiti, importi, domanda: la guida completa.

Bonus cicogna 2022, torna l’assegno da 500 euro a famiglia: online il bando INPS

Nonostante l’introduzione dell’assegno unico, anche per il 2022 è stato confermato il bonus cicogna 2022, un assegno da 500 euro a famiglia da richiedere all’INPS con domanda dal 1° agosto 2022. I requisiti, gli importi e le modalità di richiesta sono gli stessi previsti per lo scorso anno: andiamo a riassumerli.

Come spiega l’Istituto in una comunicazione, è online il bando di accesso al bonus cicogna 2022 destinato ai

bambini nati o adottati nel 2021 e riservato ai dipendenti iscritti alla Gestione Postelegrafonici e ai pensionati già dipendenti ex IPOST.

Il beneficio, a differenza del bonus bebè, viene erogato una sola volta: grazie al bonus cicogna, quindi, si può ottenere un assegno una tantum da 500 euro a famiglia. Chi sono i fortunati che possono riceverlo? Scopriamo subito i requisiti necessari per ottenere il beneficio.

Bonus cicogna 2022: a chi spetta l’assegno da 500 euro a famiglia

Il bonus cicogna 2022 spetta solo a una categoria di lavoratori e pensionati: ciò significa che solo pochissimi fortunati potranno richiedere all’INPS l’assegno da 500 euro a famiglia. Quali sono i requisiti?

Come spiega l’apposito bando INPS, il bonus cicogna può essere richiesto da:

  • dipendenti pubblici del gruppo Poste Italiane;
  • pensionati ex dipendenti di Poste Italiane o ex Ipost.

La richiesta può pervenire sia dal titolare del diritto sia dal coniuge del titolare deceduto, o eventualmente da colui che esercita la potestà genitoriale.

Non è richiesto, invece, alcun limite ISEE per poter ottenere il bonus cicogna 2022: l’assegno da 500 euro a famiglie spetta a prescindere dalle condizioni reddituali o patrimoniali, ma viene assegnato in base a una graduatoria con precedenza alle famiglie in maggiore difficoltà economica.

Ciò significa che andrà comunque l'allegato l'indicatore economico nel momento di presentazione della domanda per poter valutare quali siano le famiglie con maggiori difficoltà alle quali dare la precedenza. I bonus cicogna banditi per il 2022 sono 640 in totale.

Bonus cicogna 2022: come richiedere l’assegno da 500 euro a famiglia

Come abbiamo detto, la domanda per accedere al bonus cicogna 2022 – ovvero l’assegno da 500 euro a famiglia per le nascite o adozioni avvenute nel corso del 2022 – si può presentare esclusivamente online sul sito web dell’INPS.

La piattaforma apre dal 1° agosto 2022 alle ore 12, ma c’è tempo fino alle ore 12 del 31 ottobre 2022 per presentare le istanze.

Per inviare la domanda del bonus cicogna 2022 occorre accedere al sito web dell’INPS con le proprie credenziali SPID o CIE, cercare (nella barra di ricerca) “bonus cicogna 2022”: a questo punto si aprirà l’apposita sezione con la procedura guidata per la presentazione delle richieste.

Si cliccherà quindi su “Inserisci una nuova domanda”, avendo cura di inserire tutti i dati richiesti dalla piattaforma: servirà indicare, oltre all’indirizzo email e al recapito telefonico, anche il codice IBAN sul quale verrà accreditato l’assegno da 500 euro a famiglia. Importante allegare anche l‘attestazione ISEE per la formazione delle graduatorie.

Per i genitori che richiedono il bonus cicogna 2022 in seguito all’adozione di un bambino, è necessario allegare alla domanda anche il provvedimento rilasciato dall’Autorità secondo il modello AP17.

Bonus cicogna 2022: quando esce la graduatoria

Una volta presentata la domanda per accedere al bonus cicogna 2022 occorre attendere la pubblicazione della graduatoria per sapere se si ha diritto al beneficio o meno. I contributi INPS a disposizione delle famiglie sono complessivamente 640.

Nonostante non sia stato fissato un limite di reddito o ISEE, quindi, si dovrà tener conto dell’indicatore reddituale per stilare la graduatoria in modo da avvantaggiare le famiglie che si trovano in una situazione economica più difficoltosa.

INPS ha reso noto che la graduatoria con i beneficiari del bonus cicogna 2022 verrà pubblicata sul portale web dell’istituto, ma i genitori che avranno ottenuto l’assegno da 500 euro riceveranno anche un sms informativo.

Coloro che resteranno escluso dal beneficio, invece, riceverà un’apposita comunicazione sulla propria area riservata sul sito web dell’INPS.