Monete Rare sotto i riflettori. Ancora una volta sono le vecchie lire italiane a valere fior di quattrini. Per la precisione, le 50 Lire possono arrivare a sfiorare i 25.000 euro di valore economico. 

Servendoci del portale moneterare.net intraprenderemo un viaggio nel mondo delle vecchie 50 Lire che hanno fatto la storia d’Italia soffermandoci su quelle considerate Monete Rare a tutti gli effetti. 

Maggiori informazioni sulle 50 Lire con valori più alti in euro le trovate nel video Youtube di Monete di valore.

Monete Rare: 50 Lire ricche di storia

Iniziamo la nostra analisi delle 50 lire più quotate in euro. Esistono diversi esemplari che per caratteristiche diverse, non solo estetiche, possono valere in vero e proprio patrimonio. D’altra parte, stiamo parlando di Monete rare a tutti gli effetti considerato che hanno fatto la storia dell’Italia repubblicana. 

Ne esistono di diverse versioni, tipi e materiali, poiché hanno avuto vita molto lunga. La prima 50 Lire infatti venne coniata nel 1954 (le versioni di prova anche a date antecedenti quest’anno) e sono rimaste in scena fino all’ingresso della moneta unica Euro nel 2022.

Monete Rare da 50 Lire: qual è il valore dei primi pezzi prova

Le monete da 50 Lire più ambite dai collezionisti più incalliti e dagli esperti di numismatica sono quelle coniate nella versione prova. Di quali stiamo parlando?

Ad esempio, delle 50 Lire Vulcano coniate dal 1950 fino al 1953. Facilmente riconoscibili ad occhio nudo, presentano sul Dritto la raffigurazione di un profilo di una donna, sul Verso invece il corpo marmoreo del Dio Vulcano.

Si tratta di Monete rare a tutti gli effetti molto ricercate per il loro valore economico. Conservate in ottimo stato, senza segni di usura dovute alla circolazione, cioè in Fior di Conio, possono arrivare a valere più di 3.400 euro. 

Una cifra di tutto rispetto. Se per casa, in vecchi cassetti o indumenti, vi imbattete in una 50 Lire Vulcano Prova è certamente il vostro giorno fortunato.

Tuttavia, non è l’unica 50 Lire ad avere un valore economico così interessanti. Si può addirittura fare di meglio. 

Valore ancora più alto si segnala per le 50 Lire Vulcano prodotte nel 1953. Se lo spicciolo è perfettamente conservato (in FDC) si possono guadagnare dalla sua vendita ben 12.000 euro, per la precisione 11.800 euro.

Dal 1954 inizia la vera e propria coniazione, anche se sono molte le Monete Rare da 50 Lire prodotte in prova ad avere un valore economico interessante. 

L’esempio lampante è dato dalla 50 Lire Vulcano Prova del 1954 venduta nel corso di un’asta per una cifra superiore ai 6.000 euro, 6.018 per la precisione come confermato dal sito internet moneterare.net.

Monete Rare: 50 Lire Incudine record. Qual è il loro valore economico?

Sempre negli anni 50 la Zecca dello Stato coniò una nuova versione della moneta da 50 Lire, denominata per le sue caratteristiche estetiche “50 Lire Incudine”.

Anche queste riconoscibili ad occhio nudo sono particolarmente affascinanti dal punto di vista estetico. Su di un lato non troviamo la classica raffigurazione del Dio Vulcano ma un’incudine ed un martello. 

Si tratta di una delle Monete Rare appartenenti al nostro Paese più ricercate al mondo, poiché estremamente rara. E per questo motivo il suo valore non può che essere il più alto nel panorama delle 50 Lire e non solo.

Se vi ritrovate ad avere tra le mani un esemplare di 50 Lire Incudine, dunque, iniziate pure a festeggiare! In Fior di Conio, nel migliore stato di conservazione previsto, arriva a valere ben 25.000 euro.

Monete Rare: ecco il valore delle tradizionali 50 Lire

La 50 Lire Incudine appena vista è senza dubbio l’esemplare più prezioso di Monete Rare appartenenti al vecchio conio. 

Le monete coniate negli hanno successivi hanno pur sempre un valore economico considerevole, ma nulla a che vedere con i 25.000 euro dell’Incudine.

Dal 1954 e fino al 1989 venne prodotta la tradizionale 50 Lire Vulcano. La moneta che rimarrà sempre vivida nei nostri ricordi di gioventù. 

Esteticamente presenta su un lato l’incisione di una testa di donna, dall’altro la raffigurazione del Dio Vulcano da cui prende il nome.

Come per tutte le Monete, non solo le Lire Italiane ma anche per gli esemplari coniati da altri Stati, il valore acquisito nel tempo varia in funzione di una serie di variabili.

Molto importante è la tiratura, cioè il numero di monete prodotte e messe in circolazione, se si tratta di pezzi coniati per celebrare un particolare momento o personaggio storico, oppure di pezzi stampati con una raffigurazione “sbagliata” (errori di conio).

Da sottolineare anche l’importanza dello stato di conservazione della moneta. Come abbiamo accennato, il massimo status di conservazione assume la denominazione di “Fior di Conio”.

Tanto più una moneta è perfettamente conservata, tanto alto sarà il valore economico e più ambita sarà dai collezionisti e dagli esperti di numismatica.

Dopo lo stato Fior di Conio troviamo il Quasi Fior di Conio, lo Stato Splendida ed infine Bellissima.

Vediamo ora una particolarità della 50 Lire Vulcano del 1954. Si tratta di una moneta che assume due valori economici: la versione di prova è quotata circa 125 euro, mentre l’esemplare Fior di Conio può raggiungere fino a 1.500 euro di valore.

La moneta da 50 Lire classica, vale a dire quella non di prova, è stata messa in circolazione in grandi quantitativi. In termini tecnici, ha una tiratura molto alta. E questa caratteristica, come indicato in precedenza, fa scendere drasticamente il suo valore. 

Questo spiega come mai la stima di questi pezzi è esigua. Nello specifico, si va dai 10 euro fino ad arrivare a 330 euro, sempre se la 50 Lire è perfettamente conservata.

Monete rare da 50 Lire: fino ad 800 euro per altri esemplari coniati

Mettendo da parte le Monete Rare di valore economico più rilevante, ci sono altre 50 lire che hanno un valore di stima comunque interessante. 

Ad esempio, la 50 Lire coniata nel 1955 nonostante la tiratura molto elevata arriva a spuntare un valore di 185 euro.

Particolare attenzione va riservata invece alla moneta da 50 Lire coniata nel 1958. Prodotte in quantità limitate sono considerate Monete Rare a tutti gli effetti.

Ebbene, chi si trova ad avere una 50 Lire Vulcano 1958 ha fra le mani una vera fortuna: un solo pezzo arriva ad avere un valore di 1.400 euro nel massimo stato di conservazione ammesso (FDC).

Anche non nelle migliori condizioni, però, arriva comunque a toccare i 1.000 euro di valore.

Stesso discorso lo si può fare per le 50 Lire Vulcano del 1959. Ancora una volta il valore economico degno di nota è dipendente dalla tiratura: un solo pezzo in stato Fior di Conio può essere scambiato per 800 euro.

Monete Rare da 50 Lire: quanto valgono quelle coniate negli anni 60?

Come si può facilmente dedurre, le monete da 50 Lire prodotte negli anni 50 sono quelle che hanno il maggior valore di stima in euro. Man mano che gli anni passano il loro valore inizia a scendere, ferme restanti alcune eccezioni.

E’ il caso della moneta da 50 Lire del 1960 prodotto in quantità non troppo elevata; in Fior di Conio infatti arriva a raggiungere i 900 euro.

Discorso un po' diverso per le 50 Lire coniate un anno dopo (1961). Queste possono essere scambiate per non più di 550 euro.

Monete Rare: le 50 Lire anni 90

Concludiamo il nostro viaggio nel mondo delle Monete rare con le 50 Lire Vulcano coniate negli anni 90. Una particolare versione delle classiche 50 Lire un po' diverse nelle dimensioni rispetto alle precedenti.

Stiamo parlando delle micromonete non molto conosciute e per questo subito messe da parte.

Esteticamente non differivano molto dalle precedenti se non nelle dimensioni. Vennero, però, coniate dal 1990 al 1995 per poi uscire di scena.

Ebbene, il valore di queste monete non supera neppure i 15 euro pur in stato Fior di Conio.