Com'è morto Gigi Riva: la sua malattia al cuore e l'operazione chirurgica rifiutata

Gigi Riva era affetto da una grave malattia e necessitava di un delicato intervento chirurgico. Scopriamo com'è morto.

Gigi Riva

Com'è morto Gigi Riva? A distanza di almeno 12 ore dal suo decesso sono state rese note le cause della scomparsa del leggendario calciatore italiano. Si tratta di una malattia che aveva colpito il calciatore che necessitava di un delicato intervento chirurgico, rifiutato dallo stesso attaccante.

Com'è morto Gigi Riva: la sua malattia al cuore e l'operazione chirurgica rifiutata

Gigi Riva è morto a causa di un arresto cardiaco dovuto a una malattia al cuore. Il calciatore era ricoverato presso l'ospedale Arnas Brotzu di Cagliari per effettuare dei controlli. Le sue condizioni erano serie, ma i medici si sono meravigliati dell'improvviso peggioramento del quadro clinico. Nel primo pomeriggio i medici gli avevano proposto un intervento chirurgico di angioplastica coronaria, ma il calciatore aveva serenamente rifiutato non prestando il consenso all'operazione con questa motivazione:

Ci voglio pensare, ne devo parlare con i miei cari.

Lo stesso intervento era programmato però per la giornata odierna, 23 gennaio 2024. Purtroppo però alle 17.50 di ieri, 22 gennaio, Gigi Riva è stato stroncato dall'infarto che è risultato fatale. Il calciatore, come hanno testimoniato il figlio Nicola Riva e Mario Corda, direttore del reparto di cardiologia che lo aveva in cura, è stato sereno, cordiale e lucido fino all'ultimo secondo.

Chi era Gigi Riva: dov'è nato, dove è morto, trofei

Gigi Riva è stato un calciatore italiano di ruolo attaccante, nato a Leggiuno, provincia di Varese, il 7 novembre 1944 e deceduto ieri, 22 gennaio 2024, a Cagliari, presso l'ospedale Arnas Brotzu.

Per tutta la sua carriera ha militato nel Cagliari, squadra di cui era presidente onorario, e ha indossato la casacca azzurra della Nazionale italiana di calcio.

Sebbene la sua bacheca trofei non sia ricca come quella di altri suoi colleghi, Gigi Riva è considerato uno dei calciatori più influenti e forti della storia del calcio italiano ed internazionale. L'attaccante di adozione sarda è diventato una leggenda del Cagliari compiendo una vera e propria impresa durante il campionato 1969/1970. In quell'occasione vinse, insieme alla sua squadra, il campionato italiano con la maglia del Cagliari.

Con la Nazionale italiana di calcio ha invece vinto i campionati Europei del 1968, disputati in Italia, e ha conquistato il secondo posto ai Mondiali di calcio del 1970 che si svolsero in Messico.

La vita privata di Gigi Riva: chi è la madre dei suoi figli

Gigi Riva, sebbene sia stata una delle persone più note d'Italia, è sempre stato molto riservato. Il calciatore ha avuto una compagna che ha sposato in giovane età: Gianna Tofanati, che è la madre dei suoi due figli: Nicola e Mauro Riva.

Nicola si occupa di pubbliche relazioni, mentre Mauro, invece, ha scelto di seguire le orme del padre lavorando nel mondo dello sport.

Entrambi i figli, nonostante siano cresciuti con la madre, avevano un ottimo rapporto con il padre.

Qual è il soprannome di Gigi Riva

Il soprannome di Gigi Riva è "Rombo di tuono". Tale appellativo fu scelto dal giornalista e scrittore Gianni Brera.

Nel 2022, il regista Riccardo Milani, dedicò un film documentario alla carriera di Gigi Riva. Il titolo dell'opera era ispirato al soprannome del calciatore e infatti il regista scelse come nome del suo lavoro: Nel nostro cielo un rombo di tuono.

Leggi anche: Chi era Gigi Riva: tutto sul miglior attaccante di sempre