OPEC

RSS

Opec, Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio

Fondata nel 1960, l'Opec è l'Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio la cui sigla, nello specifico, sta per Organization of the Petroleum Exporting Countries.

Cenni storici

L'Opec nacque per contrastare il dominio pluriennale delle società petrolifere straniere, ed in particolare di quelle inglesi ed americane che, già negli anni venti e trenta, erano riuscite ad esercitare il pieno controllo di tutta la filiera del petrolio, dalle riserve all'estrazione e passando per la raffinazione e la commercializzazione.

Cartello economico del petrolio

Con l'Opec, i Paesi aderenti non formano altro che un cartello economico del petrolio il cui fine è quello di negoziare con le compagnie dell'oro nero tutta una serie di aspetti, dai livelli di produzione ai prezzi e fino ad arrivare alle concessioni.

Opec, i Paesi aderenti

Nel 2015 sono 12 i Paesi aderenti all'Opec. Trattasi, nello specifico, di Algeria, Angola, Ecuador, Iran, Iraq, Kuwait, Libia, Nigeria, Qatar, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Venezuela. Prima di uscirne, inoltre, hanno fatto Parte dell'Opec in passato il Gabon, dal 1975 al 1994, e l'Indonesia dal 1962 al 2009.

Il ruolo dell'Arabia Saudita

Rispetto agli altri cartelli economici, quello dell'Opec per oltre 50 anni è stato tale che i prezzi del petrolio al barile sono stati mantenuti alti per lungo tempo. E questo in particolare grazie al ruolo dell'Arabia Saudita che ha molte volte tollerato il mancato rispetto dei patti, da parte degli altri Paesi aderenti, e che ha spesso, con decisione unilaterale, tagliato la propria produzione per mantenere alti i prezzi.

I Paesi non aderenti

I Paesi del cartello economico dell'Opec controllano e gestiscono circa i tre quarti delle riserve di petrolio nel mondo rispetto al restante 25% circa che è riconducibile ai Paesi non aderenti. In particolare, non fanno parte dell'Opec Canada, Messico e Stati Uniti in Nord America, Bahrein ed Oman in Medio Oriente; Kazakistan, Cina e Russia in Asia, e la Norvegia in Europa.

Per maggiori informazioni: OPEC










Ftse Mib: i titoli da tenere d'occhio oggi

Incoraggiante avvio di settimana a Piazza Affari: nuovi recuperi per il Ftse Mib? Le blue chips sotto la lente.

Ftse Mib: i titoli da tenere d'occhio oggi

Petroliferi, il rimbalzo non è finito: tante occasioni Buy ora

Prezzi del greggio in ritirata, ma petroliferi italiani a due velocità mentre diversi broker tornano a puntare su diversi titoli.

Petroliferi, il rimbalzo non è finito: tante occasioni Buy ora

Cosa preoccupa veramente l'OPEC?

Nell’anno appena conclusosi le quotazioni del greggio sono letteralmente salite su un ottovolante, in particolar modo negli ultimi 3 mesi.

Cosa preoccupa veramente l'OPEC?

Petrolio ancora in volata, ma analisti più cauti ora

Mentre Goldman Sachs taglia le sue stime sul prezzo del greggio nel 2019, prosegue il recupero delle quotazioni in scia alle voci di nuovi tagli sauditi.

Petrolio ancora in volata, ma analisti più cauti ora

Petrolio: nel 2019 l'Opec potrebbe essere decisiva

In queste prime ore dell’anno nuovo il petrolio sta registrando nuovamente un calo. Poco prima delle 12 il Brent perdeva l’1,1%, seguito dal Wti con un -1%.

Petrolio: nel 2019 l'Opec potrebbe essere decisiva

Petrolio: ecco perché può salire di oltre il 30% nel 2019

Da un sondaggio tra gli analisti, emerge che le banche d'affari prevedono in media una significativa risalita delle quotazioni dell'oro nero.

Petrolio: ecco perché può salire di oltre il 30% nel 2019

Europa e Usa in profondo rosso: fa paura anche il petrolio

Il crollo continuato dei prezzi del barile, infatti, mostra come il mercato sia preoccupato per l'arrivo di una possibile recessione già dal 2019.

Europa e Usa in profondo rosso: fa paura anche il petrolio

Petroliferi in rotta con Fed e crollo greggio. Affonda Saipem

In una giornata negativa per tutto il Ftse Mib, i titoli dell'Oil subiscono il doppio effetto del rialzo dei tassi Fed e di un nuovo calo del greggio.

Petroliferi in rotta con Fed e crollo greggio. Affonda Saipem

Petrolio: i rischi dietro il crollo

I prezzi del petrolio, oggi in leggera ripresa, continuano ad essere però fonte di incertezze e dubbi futuri.

Petrolio: i rischi dietro il crollo

L'agenda del trader: strategie e spunti per le prossime 24 ore

Anche ieri sessione in calo per le Borse europee dove le vendite hanno avuto la meglio.

L'agenda del trader: strategie e spunti per le prossime 24 ore

Petrolio in picchiata, ma tanti titoli oil sono da comprare

L'oro nero è sceso per la prima volta quest'anno sotto i 50 dollari al barile e sta accelerando al ribasso. Gli analisti però sono fiduciosi dopo il taglio dell'Opec e segnalano diversi titoli buy nel comparto oil a Piazza Affari.

Petrolio in picchiata, ma tanti titoli oil sono da comprare
apk