Gli elettrodomestici si dimostrano dei validi alleati e rendono la vita più godibile. Questi nel tempo sono diventati sempre più complessi, ciò nonostante si possono rompere o deteriorare.

Immaginiamo un frigo, una lavatrice, un’aspirapolvere che si rompono, tutto questo può trasformare una tranquilla giornata in un percorso ad ostacoli, con la normale routine che viene ad interrompersi, oltre al fatto che molto spesso rimediare alla rottura può non essere semplice e tra l’altro anche foriera di spese salate.

Avolte accade che la rottura avvenga quando il periodo di garanzia è superato, oppure pur essendo valido, può succedere che la causa del guasto non è coperta dalle clausole del produttore. Ecco perché gli elettrodomestici meritano un’adeguata copertura assicurativa. Vediamo di che tipo di polizza stiamo parlando e quali sono le protezioni offerte.

L’acquisto di elettrodomestici e la garanzia del produttore

Quando andiamo ad acquista un elettrodomestico, indipendentemente da quale sia il marchio, il produttore associa sempre una garanzia, ossia una sorta di protezione per il cliente che lo assicura del fatto che comunque l’apparecchio possa avere una durata minima senza per questo dover subire un guasto. Tuttavia il problema delle garanzie è causa di non pochi problemi.

Di base, sotto un profilo meramente tecnico, la garanzia altro non è che un’assicurazione che viene data al consumatore relativamente alla qualità del prodotto e sul fatto che questo possa goderne in tutta tranquillità per un periodo di almeno due anni.

Su questa durata della garanzia di 24 mesi poi, bisogna sempre specificare come deve comportarsi il consumatore per poter aver diritto a questa copertura.

In effetti il consumatore che dopo l’acquisto ravvisi un malfunzionamento dell’apparecchio deve darne comunicazione al rivenditore o direttamente al produttore, entro 60 giorni dall’acquisto.

Se si ravvede che l’elettrodomestico venduto non è conforme a quanto effetti vimante dichiarato durante l’acquisto o comunque disattende le caratteristiche tecniche annunciate, allora il consumatore ha diritto a che questo apparecchio gli venga cambiato.

Quindi con questi 60 giorni per poter dichiarare il malfunzionamento, di fatto accade che la copertura passi da 24 a 26 mesi.

Leggi anche: Elettrodomestico rotto: chi paga se sei in affitto?

Che cosa copre la garanzia del produttore

Attraverso la garanzia che ci viene offerta dal produttore, si mette al riparo l’elettrodomestico da possibili malfunzionamenti o dal fatto che quanto effettivamente venduto abbia delle sostanziali differenze rispetto a quanto era riportato in etichetta e comunque presentato durante la vendita.

In buona sostanza è ovvio che al momento dell’acquisto, ciò che il venditore va a dichiarare deve essere pienamente corrispondente a quello che dice l’etichetta dell’elettrodomestico. Tale garanzia è valida sia per gli acquisti fatti presso punti di vendita fisici che per quelli per via telematica.

Estensione garanzia produttore

Oggigiorno è diventata sempre più prassi comune che, nel momento in cui si acquista un elettrodomestico, il venditore offra pagando un costo aggiuntivo, di poter estendere la garanzia della casa produttrice.

Con l’estensione, oltre ai casi precedenti, succede che qualora il guasto o il difetto non possa essere riparato direttamente dal produttore, si ottenga la riparazione o la sostituzione dello stesso elettrodomestico.

In alcuni casi questo però può non risultare possibile. È l’ipotesi che si verifica quando ad esempio si è acquistato un dispositivo che è fuori produzione.

In questa eventualità allora, non essendoci un apparecchio sostitutivo che possa essere fornito direttamente dal produttore, accade che il venditore debba procedere ad uno sconto per acquisti successivi, oppure procedere direttamente alla risoluzione del contratto con la restituzione di quanto pagato.

No estensione, ma assicurazione elettrodomestici

Molte volte però, anziché andare ad estendere questa garanzia pagando un costo aggiuntivo, è consigliato procedere alla stipula di una vera e propria assicurazione elettrodomestici. Il vantaggio è che, pagando un premio, si assicura la copertura non solo sugli elettrodomestici appena acquistati, ma anche su quelli già presenti a casa.

Una copertura assicurativa specifica, dunque, ci mette al riparo da tutti questi inconvenienti oltre che dal dispendio economico e dallo stress mentale che situazioni di questo tipo potrebbero causare. Sul mercato ne esistono tantissime tipologie quindi per scegliere quella che più fa al nostro caso, conviene sempre confrontare offerte differenti in base ai prezzi e alle garanzie offerte e orientarsi verso quella che più soddisfi i nostri bisogni e le nostre necessità

Attenzione al tipo di copertura che si acquista

Quando si va a scegliere l'assicurazione, è bene poi sempre fare attenzione al tipo di copertura che si sta acquistando, se parziale o all inclusive.

Soltantanto quest’ultima è davvero globale perché copre addirittura la chiamata e l’uscita del tecnico nonché il costo di acquisto del pezzo di ricambio a fronte della copertura parziale per la quale normalmente si sostiene un onere a parte per il diritto di chiamata del tecnico.

Per quanto riguarda gli elettrodomestici che si possono assicurare, la lista è molto ampia; di fatto sono soggetti a copertura tutti quelli che sono già presenti in casa e tutti quelli che si andranno ad acquistare fino al momento della scadenza del contratto che è sempre possibile poi rinnovare.

Per quanto riguarda le coperture, descriveremo nel dettaglio l’assicurazione relativa a due elettromestici tra i più importanti che abbiamo tutti in casa il cui guasto davvero può essere causa di tantissimi guai per il tranquillo ménage familiare. Parliamo dell’assicurazione lavatrice e dell’assicurazione per il frigo.

Assicurazione frigorifero

È indubbio che il frigo a prescindere da dimensioni e funzionalità, sia uno degli elettrodomestici fondamentali per la vita domestica.

Un guasto potrebbe davvero esser molto fastidioso per una famiglia, creare non pochi disagi oltre che rilevarsi dispendioso sotto un profilo meramente economico, soprattutto se questo guasto accade dopo che il frigo si rompe non appena sia scaduta l’assicurazione del produttore.

I guasti e la rottura dell’elettrodomestico potrebbero verificarsi in qualunque momento ecco perché è bene essere sempre coperti. Tra le cause di guasto più frequenti c’è la rottura del compressore che è fondamentale perché il nostro frigo refrigeri in modo adeguato.

Ma cause di malfunzionamento o guasti possono derivare ad esempio da una mancanza di corrente che potrebbe dipendere da un guasto al cavo che collega l’apparecchio alla presa di corrente, così come problemi potrebbero venire da una guarnizione eccessivamente consumata che porterebbe la formazione eccessiva di ghiaccio nel congelatore.

Ancora, guasti potrebbero derivare dalla porta dell’apparecchio o da un vetro interno che si rompono, dalla perdita del liquido refrigerante o dall’ossidazione che si può verificare per eccessiva umidità. Per tutte queste circostanze la stipula di una polizza assicurativa diventa fondamentale.

Come scegliere l’assicurazione frigo

Ovvio che tra le varie coperture assicurative esistenti, sarebbe opportuno scegliere una copertura del tipo tutto incluso nella quale c’è non solo la protezione dell’assicuratore ma anche l’assistenza.

In questo caso ci si viene a proteggere da tutte le situazioni che possano essere causa di rottura e malfunzionamento. A volte anche una semplice disattenzione può provocare un malfunzionamento.

Se questa situazione spesso è la condizione per cui non scatti la copertura della garanzia del produttore, con la stipula di un’assicurazione l’inconveniente si risolve perché si è protetti.

In questo senso dunque, la stipula di un’assicurazione sul frigo consente di andare a coprire tutti i possibili rischi che possono portare al guasto dell’apparecchio, quindi si ha la copertura in ipotesi di rottura (anche se poi il dispositivo non è completamente fuori uso), di ossidazione, e di furto del nostro apparecchio sia esso nuovo che già esistente all’interno della nostra abitazione.

Fondamentale poi è prestare attenzione alla garanzia di assistenza presente nella polizza, che deve essere sempre di ottima qualità perché ovviamente, se si rompe un frigo si deve agire in modo tempestivo per evitare di creare danni ancora maggiori.

Assicurazione lavatrice

Altro prodotto che non dovrebbe mai mancare all’interno di una casa è l’assicurazione lavatrice. La lavatrice è infatti, al pari del frigo, è ormai fondamentale nelle nostre case.

Sia che si viva da soli, sia che sia abbia una famiglia, un guasto alla lavatrice comporta davvero disagi enormi che devono essere risolti nel giro di poco tempo. In effetti sebbene questi apparecchi vengano costruiti per avere una buona durata nel tempo, non è raro purtroppo il caso in cui qualche problema si verifichi.

Anche se l’apparecchio è nuovo può risultare che il danno che si verifica non rientra tra quelli protetti dal produttore. Di sicuro, ad esempio, il produttore non copre i guasti che vengono causati dall’utente. Tuttavia la distrazione non è la sola causa di guasto del nostro elettrodomestico. Può succedere che a rompersi sial il motore o anche il pannello di controllo. 

Allora in questo caso ha più senso la stipula di un’assicurazione lavatrice che andrà a proteggere il nostro elettrodomestico non solo nel caso sia nuovo ma anche nell’ipotesi in cui questo sia già presente in casa, con indubbi vantaggi.

La protezione da scegliere come per il frigo, è quella del tipo tutto incluso in cui si ottiene sia la protezione dell’assicuratore che l’assistenza per la quale bisogna sempre prestare attenzione alla qualità del servizio offerto proprio per fare in modo che la situazione venga risolta in tempi celeri e nel modo migliore possibile. Pe quanto riguarda poi i rischi coperti, di solito poi una buona polizza serve in caso di furto e rottura, anche se poi il dispositivo non è completamente fuori uso, e la sua ossidazione.