Morgan Stanley

Morgan Stanley, banca d'affari americana

Morgan Stanley è uno dei principali istituti di credito americani. La banca opera principalmente nei comparti del Sales & Trading e dell'Investment banking. L'istituto bancario offre una vasta gamma di servizi finanziari, che spaziando dall'intermediazione di titoli, servizi di credito, a quelli di asset management.

Le origini della Morgan Stanley

Le origini dell'istituto finanziario ci riportano nella New York del 1935, quando Harold Stanley (1885 - 1963) ed Henry S. Morgan (1900 - 1982), ex dipendenti della banca J.P. Morgan e Co., assieme ad alcuni dipendenti della società di brokeraggio Dean Witter, costituirono la Morgan Stanley.

La società nacque in seguito alla legge bancaria Glass-Steagall Act del 1933. Questa imponeva la separazione delle banche d'investimento da quelle di depositi. La banca J.P. Morgan optò di operare come banca commerciale, settore considerato più remunerativo. Questa scelta spinse alcuni partner, tra cui Morgan e Stanley ad abbandonare la banca per mettersi in proprio.

La crescita

Nell'arco dei decenni successivi la banca d'investimento si sviluppò ed ampliò grazie al lungo processo di acquisizioni, consolidando la propria presenza a livello globale. Tra i suoi principali clienti vanno annoverati i giganti dell'industria americana, come i colossi del petrolio Shell, Standard Oil e Mobil ed altri.

Morgan Stanley in Italia

Dal 1989 la Morgan e Stanley è presente anche in Italia, dave ha aperto i suoi uffici di rappresentanza inizialmente a Milano ed a Roma.

L'ingresso nell'azionariato del fondo sovrano cinese

Nel 2007 in seguito alla crisi finanziaria relativa all'insolvenza dei mutui subprime, che ha colpito le grandi banche internazionali, la Morgan e Stanley ha ceduto il 10% del capitale sociale al governo cinese, attraverso il fondo d'investimento China Investment Corporation. L'operazione si è conclusa per la somma pari a 5 miliardi di dollari.

Dal 2008 la Morgan Stanley è diventata un gruppo bancario. L'istituto finanziario si occupa anche della raccolta di depositi di risparmio, previa supervisione da parte della della Federal Deposit Insurance Corporation e della Federal Reserve Bank.

I principali dati economici e finanziari di Morgan Stanley

La holding bancaria ha la propria sede principale negli Stati Uniti a New York. Il gruppo è presente a livello internazionale, con filiali ed uffici di rappresentanza. La forza lavoro è composta da circa 55.794 dipendenti, dislocati nelle varie località.

Morgan Stanley è quotata alla Borsa di New York, nel segmento S&P 500 Component, con il simbolo MS.

Il colosso degli investimenti finanziari, guidato dal manager James Gorman (amministratore delegato) ha chiuso l'esercizio fiscale relativo all'anno 2013, con un fatturato pari a 32,4 miliardi di dollari, in netto aumento, rispetto all'esercizio precedente, conclusosi con ricavi per 26,1 miliardi di dollari.

Per maggiori informazioni: MORGAN STANLEY










S&P 500 da 2000 a 3000 punti in 5 anni, chi ha vinto e chi perso

Migliori titoli S&P 500, vince il settore tecnologico. Visa, MasterCard e Cisco con rialzi a tre cifre. JP Morgan e Bank of America top tra le grandi banche. I peggiori sull'S&P 500, da Apache a The Gap.

S&P 500 da 2000 a 3000 punti in 5 anni, chi ha vinto e chi perso

Wall Street: titoli target price stellare, i prossimi vincitori

Azioni Wall Street, quelle dell'S&P 500 con il potenziale di crescita maggiore. Settore petrolio e gas, Diamondback Energy batte tutti. Pioneer Natural Resources e General Motors sul podio. Ed altri 12 titoli con upside da un minimo del 17% ad un massimo del 23%. Ecco quali sono.

Wall Street: titoli target price stellare, i prossimi vincitori

M. Stanley, Telco pronte alla riscossa: i titoli su cui puntare

Per gli esperti di Morgan Stanley, le società di telecomunicazioni sono alla vigilia di una robusta ripresa dei ricavi dopo anni di declino.

M. Stanley, Telco pronte alla riscossa: i titoli su cui puntare

Wall Street al cambio di marcia, i brokers prendono il controllo

Dow Jones, Walt Disney in denaro grazie a Morgan Stanley. Lettera sui big del settore farmaceutico. Nyse, azioni Callaway Golf in rally. Titoli Uber, Evercore ISI avvia copertura. Le azioni ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street al cambio di marcia, i brokers prendono il controllo

Con i rendimenti dei Treasury ai minimi, è caccia ai dividendi

Con i rendimenti dei Treasury ai minimi, è corsa a identificare settori e titoli con buoni dividend yield.

Con i rendimenti dei Treasury ai minimi, è caccia ai dividendi

Wall Street IPO Uber pronta, abbassa la cresta sulla valutazione

Quotazione Uber a Wall Street, capitalizzazione stimata fino a $ 91,5 miliardi. Prudenza dopo il flop Lyft. Prezzo collocamento Uber da 44 a 50 dollari per azione per l'IPO più grande negli USA dal 2014.

Wall Street IPO Uber pronta, abbassa la cresta sulla valutazione

Wall Street, investire dopo le feste: i Buy da Microsoft a Pepsi

Wall Street: Buy su Microsoft (MSFT) in attesa della trimestrale. Bocciato Morgan Stanley nonostante i buoni conti. View opposte su Ecolab.

Wall Street, investire dopo le feste: i Buy da Microsoft a Pepsi

Piazza Affari e dintorni: titoli e temi caldi della giornata

I titoli e i temi che potrebbero contribuire ad animare la sessione odierna sui mercati finanziari internazionali.

Piazza Affari e dintorni: titoli e temi caldi della giornata

Piazza Affari non molla la presa: a breve l'attacco decisivo?

Il Ftse Mib ha riprovato oggi ad avvicinare la soglia dei 22.000 punti, salvo poi indietreggiare. Verso una rottura al rialzo nelle prossime ore?

Piazza Affari non molla la presa: a breve l'attacco decisivo?

Wall Street: IPO Uber, conto alla rovescia per lo sbarco al NYSE

IPO Uber, Morgan Stanley e Goldman Sachs banche capofila del collocamento. La rivale Lyft intanto non brilla al Nasdaq. Uber vs Lift, il rapporto di valutazione è di circa 5 a 1.

Wall Street: IPO Uber, conto alla rovescia per lo sbarco al NYSE

Wall Street: Dow Jones male con Boeing, Tesla e HPE al gancio

Dow Jones, azioni Boeing in forte calo. Nyse, Hewlett Packard Enterprise scivola sul downgrade di UBS. Nasdaq, Morgan Stanley taglia il target price su Tesla.

Wall Street: Dow Jones male con Boeing, Tesla e HPE al gancio
apk