Rincari sotto l'albero: tutti gli aumenti di Natale, dalla settimana bianca alle bollette

Il rialzo dei costi delle bollette si ripercuote sulle festività natalizie: dalla settimana bianca al costo delle luminarie, vediamo tutti i rincari previsti per il Natale 2022.

albero natale pacchi

Le stime sui costi che gli italiani sosterranno durante le festività natalizie, prevedono un aumento diffuso su tutte le attività natalizie: dal costo dell'energia per le luminarie domestiche fino al prezzo dello skipass per la settimana bianca.

Vediamo nel dettaglio quali saranno i rincari di Natale, dalle bollette dell'energia fino al costo della settimana bianca.

Un pacco di rincari sotto l'albero: le bollette e la settimana bianca costeranno di più

Secondo le stime effettuate da Selectra, gli addobbi natalizi costeranno oltre 30 milioni di euro per il periodo che va dall'8 dicembre al 6 di gennaio.

Il consumo medio di energia per illuminare le nostre abitazioni in un tempo di 6 ore giornaliere, spinge gli italiani ad effettuare un consumo pari ad almeno 1.600 MWh, che diventano 46.000 MWh per il periodo natalizio nel complesso.

Il costo della bolletta salirà di 1 euro per ogni famiglia, e nel periodo natalizio avremo un consumo di 1,70 euro in più a fronte dei 0,70 centesimi consumati durante il 2021.

La stima è stata effettuata prendendo in considerazione un impianto di 300 luci led che vanno a decorare l'albero di natale, e un solo tubo led posto a illuminazione degli esterni.

L'impatto ecologico dell'illuminazione natalizia

Selectra calcola che l'illuminazione natalizia produrrà oltre 651 tonnellate di Co2 equivalente al giorno. Questo quantitativo, moltiplicato per i 29 giorni presi in considerazione poc'anzi, porterà ad inquinare quanto 6.000 automobili in un anno, ossia 19.000 tonnellate di Co2 equivalente.

L'aumento di consumo dell'energia dovuto dall'utilizzo di luminarie, porterà gli italiani a usare il 30% in più di illuminazione, cioè 1.600 MWh ogni giorno, che sommati per il periodo di riferimento, pari a 29 giorni dall'immacolata all'epifania, diventano 46.400 MWh di energia.

Inoltre, per un filo di luci di vecchia generazione tenuto acceso durante le festività, ogni famiglia avrà un aumento in bolletta pari a 15 euro: se si utilizzano almeno 3 impianti più datati dagli interni agli esterni, il costo dell'energia può diventare di 50 euro a famiglia.

Per Alessandro Miani, presidente del Sima, bisognerebbe passare a impianti a led per risparmiare sensibilmente sul costo dell'energia elettrica.

Il costo dell'energia non risparmia nemmeno la settimana bianca

Per quanto riguarda il costo per l'accesso agli impianti di risalita, il costo dell'energia elettrica ha incrementato di molto il prezzo dello skipass, con un effetto diretto sul prezzo della settimana bianca.

Partendo dalla Valle d'Aosta, vediamo che lo skipass stagionale costerà 1.286 euro, un importo che realizza un +8,9% rispetto al costo dello scorso anno, pari a 1.180 euro.

In Lombardia, invece, si dovrà sborsare 52 euro per lo skipass giornaliero a Bormio, un costo che registra un incremento del 13% rispetto al 2021, quando costava 46 euro. Uno skipass stagionale, invece, costerà 825 euro, contro i 775 euro del 2021.

Inoltre, per quel che riguarda l'alloggio in case vacanze, strutture ricettive, B&B, alberghi ed hotel, i prezzi di listino hanno subito un rialzo complessivo, che porterà a spendere da 1.400 euro a 1.600, senza contare i trasporti.

Per la stagione invernale 2022/2023, si registra dunque un incremento dei prezzi compreso tra il +15% e il +18% rispetto ai costi dello scorso anno.

Leggi anche: Dove fare la settimana bianca low cost: le località sciistiche più economiche in Italia