Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, CEO di Unicron Associates, al quale abbiamo rivolto delle domande sulle valute, su alcune commodities e sugli scenari attesi per le Borse.

L'euro-dollaro sta provando a riportarsi oltre quota 1,18: cosa aspettarsi nel breve?

L'euro-dollaro ha recuperato dai minimi intraday e sta cercando a rimbalzare oltre area 1,18.
Dopo il crollo che c'è stato verso la metà di giugno, abbiamo avuto un seguito ribassista con meno forza.

Con una riconquista di area 1,18, l'euro-dollaro potrà riportarsi verso quota 1,19, violata la quale ci sarà spazio fino a 1,195 prima e a 1,20 in seguito.

Al ribasso, sotto quota 1,175 il cross scenderà a 1,1705/1,1704, sotto cui si guarderà al supporto a 1,1617, prima di spostare l'attenzione sull'area degli 1,14.

Al momento l'euro-dollaro si mantiene al di sopra del supporto che può tenere e che può far rimbalzare i prezzi.

L'oro è tornato a mettere sotto pressione l'area dei 1.800 dollari: si rischiano ulteriori flessioni?

L'oro presenta un primo supporto a 1.791/1.790 dollari e con la tenuta di questo livello si potrà confidare in una salita nel breve.

La prima resistenza da monitorare è in area 1.833,69/1.834 dollari, rotta la quale il gold salirà verso quota 1.880/1.890 dollari.

La rottura del supporto in area 1.790 dollari aprirà le porte ad una flessione verso i 1.760/1.750 dollari.

Il petrolio sta recuperando a grandi passi dopo l'affondo delle scorse sedute. Si torna a salire o può ancora scendere?

Il crollo delle quotazioni è stato alimentato principalmente dall'accordo raggiunto dall'Opec+ sulla produzione.

L'oro nero ha trovato supporto a 65,2 dollari, soglia di prezzo che tra marzo e maggiori scorsi era una resistenza che poi è stata violata e ha permesso di salire di altri 10 dollari e più.

Il petrolio offre quindi nuove opportunità di acquisto, con primo target a 72 dollari e obiettivo successivo a 76 dollari.
Al ribasso, sotto i 65 dollari le quotazioni potrebbero trovare un altro supporto interessante in area 60 dollari.

I mercati azionari stanno riprendendo quota dopo le vendite accusate in avvio di settimana. Quali le sue attese ora?

Secondo me le Borse torneranno a salire dopo i movimenti registrati nelle prime due sedute della settimana che hanno visto un incremento di volatilità. 

Penso a che a Wall Street si possa assistere ad un ritorno degli indici verso i massimi e non escludo si possa andare anche oltre.

Nel breve quindi non vedo nuovi rischi al ribasso per le Borse che anzi offrono opportunità per ulteriori ingressi al rialzo.