Anche la seduta di ieri si è conclusa con il segno meno per Banca Generali che ha perso terreno per la seconda giornata di fila.

Banca Generali in calo anche ieri

Dopo aver ceduto oltre un punto percentuale giovedì, il titolo ieri si è fermato a 37,78 euro, con una flessione dello 0,53% e quasi 300mila azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 560mila.

Banca Generali: a dicembre raccolta mensile e annuale di sempre

Banca Generali si è difeso meglio del Ftse Mib all'indomani della diffusione dei dati sulla raccolta di dicembre, chiuso con il miglior dato mensile e annuale di sempre.

Nell'ultimo mese del 2021 i flussi totali sono stati pari a 849 milioni di euro: 739 milioni nel risparmio gestito e 110 milioni di euro in quello amministrato.

La raccolta netta totale del 2021 ha raggiunto circa i 7,69 miliardi di euro, con un rialzo del 31% anno su anno, facendo segnare il miglior anno di sempre, di cui 4,8 miliardi di euro nel gestito.

Il dato si confronta con la stima di Equita SIM pari per il 2021 a 7 miliardi di euro, di cui 4,15 miliardi nel gestito.

Gli AUA, ossia le masse sotto consulenza evoluta, si sono attestate a circa 7,3 miliardi di euro, con un rialzo del 21% anno su anno, con una variazione positiva di 155 milioni di euro nel mese.

Banca Generali: la view di Equita SIM

Equita SIM evidenzia che Banca Generali tratta ad un multiplo prezzo-utili adjusted 2022 pari a 16 volte, o 19 volte valutando 7 volte le performance fees o 21,3 volte ex-performance fees.

Non cambia intanto la view di Equita SIM che su Banca Generali mantiene una strategia improntata alla cautela, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 38 euro.

Banca Generali al vaglio di Kepler e di Mediobanca

Lo stesso rating è stato reiterato ieri da Kepler Cheuvreux, con un target price a 37 euro, dopo che i dati sulla raccolta netta realizzata nel 2021 sono stati superiori alla guidance.

Cauti anche i colleghi di Mediobanca Securities che su Banca Generali hanno una raccomandazione "neutral", con un fair value a 37 euro.

Commentando i dati di dicembre, gli analisti evidenziano che il gruppo ha messo a segno il suo miglior mese dell'anno e il miglior anno della sua storia.

Banca Generali: anche Banca Akros resta cauta

Infine, ad abbracciare la cautela delle banche d'affari citate fino a ora è anche Banca Akros che, sempre ieri ha ribadito la raccomandazione "neutral", con un prezzo obiettivo a 40 euro.

Anche in questo caso gli analisti parlano di una raccolta migliore delle attese, con numeri forti e superiore alle loro aspettative.

Banca Akros ha evidenziato che il prossimo catalizzatore per Banca Generali è il nuovo piano industriale ch sarà presentato a febbraio.