Bper Banca allunga: news su NPL e cessioni. Buy da valutare?

Bper Banca imbocca la via dei guadagni e batte il Ftse Mib grazie al calo dello Spread BTP-Bund e non solo.

bper banca partnership

Sulla scia del progressivo miglioramento del Ftse Mib, che ha azzerato le perdite e ha virato in positivo, si è rafforzata strada facendo il bilancio di Bper Banca, fotografato negli ultimi minuti a ridosso dei top intraday.

Bper Banca torna a salire dopo la pausa di ieri

Il titolo ieri ha ceduto quasi un punto percentuale, prestando il fianco ad alcune prese di profitto dopo ben nove sedute consecutive in rialzo.

Oggi Bper Banca ha ripreso la via dei guadagni e dopo aver superata una fase di incertezza nel corso della mattinata, ha allungato progressivamente il passo.

Mentre scriviamo, il titolo passa di mano a 1,9725 euro, con un rialzo dell'1,08% e oltre 7 milioni di azioni transitate sul mercato fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 14 milioni.

Investire non deve essere così difficile. Scopri i piani di risparmio di Scalable Capital.

➔ Attiva piani di risparmio in azioni e in più di 1700 ETF, su cui non pagherai mai commissioni. Puoi anche scegliere di attivare piani di risparmio in crypto.

➔ Scegli il tuo piano di risparmio, l'intervallo d'investimento e la data di esecuzione. Piano di risparmio creato in pochi click!

Con la promozione Scalable tutti i nuovi clienti che apriranno un conto, riceveranno gratuitamente un’azione o un Etf sostenibile.

Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Bper Banca sostenuto da andamento Spread e BTP

Bper Banca mostra più forza del Ftse Mib e al pari di altri bancari beneficia delle indicazioni che arrivano dal mercato obbligazionario.

Lo Spread BTP-Bund torna a contrarsi e negli ultimi minuti si presenta a 190,18 punti base, con un calo dell'1,16%.

Acquisti sui BTP che vedono il rendimento del decennale scendere del 2,2% al 3,841%.

Intanto, a mantenere alta l'attenzione su Bper Banca sono le ultime novità dal fronte societario.

Bper Banca annuncia accordo con Gardant e AMCO

Dopo l’avvio delle trattative in esclusiva ad agosto, la banca emiliana ha annunciato la costituzione di una partnership strategica con Gardant, per la gestione degli NPE, ossia delle esposizioni non performanti della banca e la vendita di alcuni portafogli ad AMCO e a società controllate dal gruppo Elliott.

In particolare, la partnership sarà realizzata tramite la costituzione di una joint venture partecipata al 70% da Gardant e al 30% da Bper Banca, valorizzata complessivamente 150 milioni di euro.

La joint-venture, attraverso un contratto di servicing decennale, gestirà parte dei crediti oggetto di cessione previsti dall’accordo, parte dei portafogli NPE residui di Bper Banca e il 90% dei nuovi flussi di NPL e il 50% dei nuovi flussi di UTP.

L'accordo prevede anche la vendita ad AMCO di un portafoglio di crediti NPL del valore lordo di circa 1,5 miliardi di euro, pari al 77% dell’ammontare complessivo al terzo trimestre di quest'anno, da perfezionarsi entro dicembre 2022.

Prevista la vendita a Elliott di un portafoglio di crediti UTP del valore lordo di 500 milioni di euro da perfezionarsi entro il primo trimestre del 2023, e la potenziale vendita ad AMCO, ancora oggetto di negoziazione, di ulteriori UTP per 500 milioni di euro, da realizzarsi sempre entro i primi tre mesi del prossimo anno.

Bper Banca al vaglio di Equita SIM

Equita SIM evidenzia che l’operazione, facente parte delle iniziative previste dal piano industriale, permetterà a Bper Banca di ridurre l’NPE Ratio dal 4,3% del terzo trimestre di quest'anno fino al 2,5%, ponendo la banca tra i migliori delle classe nel settore in termini di asset quality.

Non cambia intanto la view degli analisti della SIM milanese che su Bper Banca ribadiscono una strategia cauta, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 2,5 euro.