Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione del mercato obbligazionario.

Lo Spread BTP-Bund viaggia in direzione dei 200 punti base. Si aspetta ulteriori ripiegamenti nel breve?

Lo Spread BTP-Bund mostra una regressione che lo ha portato sotto il supporto dei 220 punti base ed è in dirittura d'arrivo verso il supporto dei 197 punti base.

Sotto tale soglia si guarderà all'area dei 190 basis points, violata la quale lo Spread BTP-Bund potrà calare fino a quota 150 punti base.

Ciò potrà dare distensione all'intero mercato obbligazionario, favorendo un rialzo dei BTP quotati.

L'indice dei BTP è al momento intorno ai 96 punti per euro e deve superare la soglia dei 100 punti per trovare allineati molti titoli di lunga scadenza. 

Gli ETF rappresentano l'innovazione finanziaria che ha permesso a tutti di diversificare gli investimenti in maniera semplice ed efficiente, mantenendo costi bassi ed eliminando parte della pressione derivante dalla scelta dei singoli titoli. Con Scalable Broker hai a disposizione più di 1500 ETF.

Con la promozione Scalable tutti i nuovi clienti che apriranno un conto, riceveranno gratuitamente un’azione o un Etf sostenibile.

Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Il rendimento del BTP a 10 anni gravita intorno all'area del 3%. Quali i possibili scenari nelle prossime sedute?

Il dato sull'inflazione USA diffuso mercoledì ha mostrato una frenata, inducendo il mercato a scommettere su una Fed meno aggressiva sul fronte dei tassi.

Questo ha avuto un effetto positivo in particolare sull'obbligazionario, con il decennale italiano sceso anche sotto la soglia del 3%.

Fino a quando il rendimento rimarrà sotto questo livello, sarà importante valutare eventuali zone di allungo per gli altri BTP quotati che ieri però nelle ultime ore risentono delle resistenze raggiunte. 

Occhio al test del supporto al 2,9%, sotto cui il decennale potrà scendere fino al 2,6% prima e poi fino al 2,2%.

Quali sono i BTP che sta tenendo d'occhio più di altri in questa fase di mercato e quali le attese ora?

Seguo il BTP 2067 che è stato respinto dalla resistenza a 88,75 euro per contratto e deve ritornare sopra questa soglia pe agganciare la resistenza successiva a 92,5/93,5.

Da lì in poi si potrà salire fino ai 100 euro per contratto, diversamente un ritorno sotto quota 85 segnerà una pausa del rialzo per il BTP 2067.

Per il BTP 2072, che offre un rendimento del 2,15%, la situazione è migliore rispetto ad altri titoli, ma anche in questo caso siamo sotto resistenza e precisamente a 75, oltre cui si potrà salire fino a 85.
Al contrario, una discesa del BTP 2072 sotto quota 72 non sarà certo un buon segnale.

Guardando ad una scadenza più corta, ma sempre di medio periodo, il BTP 2051 si trova sotto i 74 euro e bisognerà attende un'accumulazione in area 71-72 per vedere allunghi fino ai 75.

Cosa può dirci in merito al recente andamento del Bund e del Treasury e quali i possibili scenari ora?

Il rendimento del Bund si trova sotto l'1%, ma in queste giornate sta tentando di superare tale soglia.
Non si dovrà violare l'ara dell'1,15%, perchè la rottura di questa resistenza potrebbe far salire anche velocemente il rendimento tedesco.

Il decennale americano è sotto il 3% e in particolare sotto la soglia importante del 2,9%.
Bisogna superare lo swing al 2,6%, sotto cui ci sarà un allungo al ribasso fino al 2% e questa accelerazione ribassista potrebbe materializzarsi in vista del prossimo meeting della Fed.