FinecoBank sbanca il Ftse Mib. I motivi di tanta euforia

FinecoBank è schizzato in alto sulla scia delle positive indicazioni arrivate da una banca d’affari.

Seduta decisamente brillante oggi per FinecoBank che ha fatto la voce grossa sul Ftse Mib, conquistando la prima posizione nel paniere delle blue chip.

FinecoBank in rally con volumi boom

Il titolo, dopo aver ceduto oltre due punti percentuali ieri, si è riscattato con un forte rialzo oggi, chiudendo le contrattazioni a 14,385 euro, con un rally del 5,97% alimentato da volumi di scambio esplosivi, visto che sono transitate sul mercato oltre 10 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 2,6 milioni.

FinecoBank promosso da JP Morgan

A mettere le ali al titolo hanno contribuito le buone notizie arrivate da Jp Morgan, i cui analisti hanno cambiato strategia da “neutral” a “overweight”, con un prezzo obiettivo alzato da 13,5 a 16,3 euro, valore che implica un potenziale di upside di oltre il 13% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.

Secondo la banca USA, FinecoBank ha raggiunto un punto di svolta, visto che diversi fattori guideranno gli utili e renderanno possibile un re-rating del titolo.

Il riferimento è all’attesa di una ripresa del mercato, al lancio di nuovi prodotti e al miglioramento del sentiment.

Grazie a questo mix di fattori. FinecoBank potrà beneficiare di un più elevato livello di asset under management e di investimenti, malgrado una potenziale riduzione dei depositi nel breve termine.

L’idea di JP Morgan, infatti, è che il mercato abbia ben compreso questo rischio e che l’eventuale impatto sui ricavi del gruppo sarebbe bilanciato da maggiori commissioni sugli investimenti.

FinecoBank: JP Morgan rivede le stime

Da segnalare che gli analisti della banca americana hanno rivisto verso l’alto le stime sui ricavi da commissioni, alzandole del 4% per il 2025 e del 6% per il 2026, con un posizionamento ora al di sopra del consensus rispettivamente del 10% e del 20%.

Le previsioni sull’utile per azione, invece, si collocano al di sopra del consensus nell’ordine del 4% con riferimento al 2025 e del 7% relativamente al 2026.

JP Morgan evidenzia, altresì, che FinecoBank tratta a 14 volte le stime di utile per azione 2025, con uno sconto del 36% rispetto alla media di lungo periodo e del 30% in confronto alle piattaforme Avanza e Nordnet.

Questo divario secondo gli analisti non è giustificato, visto il migliore mix di ricavi del gruppo italiano.

Un altro elemento che gioca a favore di FinecoBank è anche rappresentato dalla potenziale distribuzione del capitale in eccesso, stimato da Jp Morgan nell’ordine di circa 300 milioni di euro per fine anno, e questo è indubbiamente un aspetto che sarà apprezzato dal mercato.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate