Ftse Mib: ribasso finito? Banco BPM, Bper e Stellantis buy?

Il Ftse Mib resta inserito in un canale laterale: occhio all'eventuale rottura di uno dei due estremi. L'analisi di Sante Pellegrino.

Image

Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib oggi si è riportato con slancio in area 27.000. Quali i possibili sviluppi nel breve?

Sicuramente è un momento particolare per il Ftse Mib che si muove all'interno di un canale definito dalla resistenza a 27.500 punti e dal supporto di area 26.000.

Non appena l'indice uscirà da questo canale si avrà una direzionalità più definita e in particolare sopra quota 27.500 punti si potrà ben sperare in un allungo, previo superamento dei top di periodo in area 28.200.

Una violazione di questo massimo nel breve può anche essere improbabile, perchè ci si prepara ad un aumento dei tassi e storicamente questo porta discese in Borsa.

Il Ftse Mib potrebbe così essere caratterizzato da nuovi cali e al ribasso sarà importante monitorare la soglia dei 26.000 punti e ancor più dei 25.750 punti.

Al di sotto di quest'ultimo livello avremo nuovi affondi verso il basso, in particolare verso la zona dei 25.000 punti.

Bper Banca oggi è schizzato in alto, ma ha chiuso in rally anche Banco BPM. Quali indicazioni ci può fornire per questi due titoli?

Banco BPM sconta i rumor relativi ad una possibile OPA di Unicredit, grazie ai quali ci sono stati degli allunghi importanti, il primo sopra i 3 euro, il secondo oltre i 3,3 euro e l'ultimo al di sopra dei 3,5 euro.

Ora però per Banco BPM si definisce un pattern di inversione, almeno nel breve periodo, anche perchè ci sono questi gap di avvio, espansione ed esaurimento che vanno a definire la fine di questo trend rialzista.

Ulteriori allunghi solo sopra i 3,75 euro con obiettivo a 4,1 euro, mentre sotto il supporto dei 3,25 euro Banco BPM potrebbe riportarsi in area 2,87/2,875 euro.

Bper Banca vola dopo l'ok del FITD all'acquisizione di Banca Carige ed esprime forza sopra alcuni livelli di resistenza interessanti.

Il titolo deve raggiungere quota 2,2 euro per poter uscire dalla fase di lateralità in atto tra 1,8 e 2,2 euro.  

Solo oltre quest'ultimo livello Bper Banca potrà allungare verso i 2,35 euro prima e in seguito fino ai 2,6 e i 2,75 euro. Al contraio, un ritorno sotto il supporto a 1,95 euro vedrà il titolo arretrare fino a 1,75 euro.

Stellantis si è riportato sopra quota 17 euro. Consiglierebbe l'acquisto del titolo ora?

Stellantis ha chiuso il gap a 16,8 euro, ma deve superare i 17,5 euro per poter dire che sarà fuori dal ribasso. Per il titolo segnalo un canale laterale tra i 16,5 e i 17,5 euro e solo sopra quest'ultimo ostacolo si avranno nuovi e importanti rialzi. 

Leonardo ha fatto il pieno di acquisti oggi, piazzandosi tra le migliori blue chips. Cosa può dirci di questo titolo?

Per Leonardo c'è ancora un'accumulazione laterale tra il supporti dei 6/6,2 euro e la resistenza a 6,8/7 euro. E' molto probabile che il titolo voglia definire un allungo verso i 7,5 euro e solo allora potrà dirsi fuori dal laterale che dura ormai dal 2020.

Ci sono altri titoli che vuole segnalarci a Piazza Affari?

Segnalo Tod's che mostra sul grafico un testa spalle rovesciato e questo potrebbe dare buone speranze di rialzo sopra i 50 euro per puntare ai 57 euro. Sotto i 45 euro il titolo tornerà verso i 36 euro dove è rimasto aperto un gap.