Ftse Mib alle prese con una resistenza forte

Il Ftse Mib tocca nuovi massimi di periodo: un copione destinati a ripetersi ancora?

Anche oggi le Borse europee hanno guadagnato terreno, salendo per la seconda seduta consecutiva.

A fare eccezione è stato solo il Dax che ha terminato gli scambi in frazionale calo dello 0,02%, mentre il Ftse100 e il Cac40 sono saliti rispettivamente dello 0,31% e dello 0,62%.

In positivo anche Piazza Affari, dove il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni a 33.885 punti, con un rialzo dello 0,39%, dopo aver segnato nelli’ntraday un massimo a 34.010 e un minimo a 33.778 punti.

Ftse Mib al test di una soglia chiave. E ora?

Al pari di quanto accaduto ieri, anche oggi l’indice delle blue chip ha aggiornato i top di periodo, raggiungendo la soglia psicologica dei 34.000 punti.

La tenuta di questo livello, violato frazionalmente solo nell’intraday, ha favorito un lieve ritracciamento dei corsi che di fatto però lasciano la porta aperta a ulteriori apprezzamenti nel breve.

Conferme in tal senso si avranno con la rottura decisa di area 34.000, preludio a un’estensione rialzista verso i 34.500 punti prima e in seguito in direzione dei 34.800 e dei 35.000 punti.

La mancata violazione di area 34.000, al contrario, potrebbe vedere il Ftse Mib ritracciare in maniera più decisa verso i 33.700 e i 33.500 punt6i, sotto cui la discesa proseguirà verso i 33.200 e i 33.000 punti.

I market movers negli Stati Uniti

Per la prossima seduta, sul fronte macro USA si segnala le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 217mila a 218mila unità.

Le vendite al dettaglio a febbraio sono viste in positivo dello 0.8% dopo il calo dello 0,8% precedente, mentre al netto della componente auto si stima un rialzo dello 0,4%.

L’indice dei prezzi alla produzione a febbraio dovrebbe salire dello 0,3%, in linea con la lettura precedente, mentre per la versione core si stima una variazione positiva dello 0,2%.

Infine, per le scorte delle imprese a gennaio si stima una variazione positiva dello 0,3% dopo lo 0,4% precedente.

Sul fronte societario, da seguire prima dell’avvio degli scambi a Wall Street i numeri degli ultimi tre mesi di Dollar Genewral, con un eps previsto a 1,75 dollari.

Dopo la chiusura di Wall Street l’attenzione si sposterà sui conti di Adobe Systems, per i quali si prevede un utile per azione pari a 4,12 dollari.

I dati macro e gli eventi in Europa

Nel Vecchio Continente non si segnalano per domani aggiornamenti macro di rilievo.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari sotto la lente Snam e Brunello Cucinelli che presenteranno i risultati del 2023 e al test dei conti saranno chiamati anche Ferretti, Technoprobe, Webuild, Aeffe, Aeroporto di Biologna, Aquafil, Biesse, Cembre, CyaGate, d’Amico Int.Shipping, Datalogic, El.En, Elica, Emak. Equita Group, Garofalo HC, Mondadori, Mutuionline, Saes Getters, Salcef Group, Servizi Italia, Sesa, Tamburi IP, TXT e-Solutions, Zignago Vetro, Banca Profilo, Civitinavi Systems, Enervit, Safilo Group, Triboo, Almave e Culti Milano.

Da seguire con attenzione Eni e Iveco Group, che saranno impegnati nel Capital Markets Day.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
761FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate