Ftse Mib: rialzo al capolinea? Ecco i possibili scenari

Il Ftse Mib ha raggiunto un livello di prezzo da cui potrebbero scattare le prese di profitto.

L’ultima seduta della settimana si è conclusa in positivo per le Borse europee, che si sono presentate al close tutte precedute dal segno più.

Il Cac40 si è accontentato di un frazionale rialzo dello 0,09%, mentre il Dax e il Ftse100 si sono apprezzati rispettivamente dello 0,32% e dello 0,69%.

Ftse Mib in maglia rosa in Europa

A indossare la maglia rosa è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare le contrattazioni a 32.934 punti, con un progresso dell’1,08%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 32.966 e un minimo a 32.739 punti.

E’ preceduto dal segno più anche il bilancio settimanale, visto che nelle ultime cinque sedute l’indice delle blue chip ha messo a segno un progresso dello 0,71% rispetto al close del venerdì precedente.

In avvio di settimana il Ftse Mib è tornato un po’ indietro a testare l’area dei 32.500, la cui tenuta ha favorito un uovo allungo dapprima in direzione dei 32.800 punti e in seguito verso area 33.000.

L’indice delle blue chips si è spinto a toccare nuovi massimi di periodo, confermando ormai una tendenza che si è delineata in maniera chiara in questi primi due mesi dell’anno, dopo il consolidamento visto fino alla fine del 2023.

Il Ftse Mib è arrivato a lambire l’area dei 33.000 che rappresenta senza dubbio un target importante, in corrispondenza del quale si potrebbe assistere a una pausa prima di nuove salite.

Ftse Mib: i tempi sono maturi per una correzione?

Con la tenuta dei 33.000 punti si potrebbe vedere una fase correttiva verso i 32.800/32.700 punti prima e i 32.500 punti in seguito, con proiezioni successive in area 32.000.

Negativo sarà l’abbandono di quest’ultimo livello, preludio a una prosecuzione delle vendite verso i 31.500 punti, con estensioni fino ad area 31.000 nella peggiore delle ipotesi.

Al contrario, ulteriori segnali di forza si avranno con il superamento deciso di area 33.000, oltre cui il Ftse Mib potrà salire verso i 33.500 e i 34.000 punti, mettendo poi nel mirino il target ben più ambizioso dei 35.000 punti, da raggiungere più in là nel tempo.

I market movers negli Stati Uniti

Per la prima seduta della prossima settimana, non si segnalano aggiornamenti macro di rilievo negli Stati Uniti.

Sul versante societario da seguire i risultati degli ultimi tre mesi di BlackBerry, dai quali ci si attende una perdita per azione di 0,03 dollari.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa si segnala solo l’indice Sentix che a marzo dovrebbe peggiorare leggermente da -0,12 a -0,15 punti.

Da seguire in Germania l’asta dei titoli di Stato con scadenza a sei mesi per un ammontare massimo di 2 miliardi di euro.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari da seguire Piaggio che alzerà il velo sui risultati dell’esercizio 2023.

Da segnalare per EEMS il raggruppamento azionario che avverrà nel rapporto di un nuova azione ordinaria ogni 250 possedute, previo annullamento di 80 azioni ordinarie messe a disposizione dall’azionista Gruppo Industrie Riunite.

Sotto la lente Stellantis, dopo che a febbraio il mercato dell’auto in Italia ha mostrato immatricolazioni in rialzo del 12,8%.

Il gruppo guidato da Tavares è riuscito a fare meglio, con un incremento delle vendite del 17,3% il mese scorso, a fronte di una quota di mercato salita dal 31,8% al 33,1%.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
769FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate