Maire Tecnimont ancora in salita: nuovo contratto in Egitto

Maire Tecnimont al vaglio delle banche d’affari dopo le novità dal fronte societario.

Anche la seduta odierna prosegue in positivo per Maire Tecnimont che, dopo aver chiuso la giornata di ieri con un progresso di quasi due punti percentuali, prova ad allungare il passo oggi.

Maire Tecnimont sale ancora

Il titolo da questa mattinata mostra in realtà un andamento altalenante e negli ultimi minuti si presenta a 5,15 euro, con un vantaggio dello 0,39% e oltre 200mila azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a più di 500mila.

Maire Tecnimont: nuovo contratto in Egitto

Maire Tecnimont viaggia in positivo dopo che la società ha comunicato ieri che la controllata Nextchem si è aggiudicata un contratto di licenza e di fornitura di attrezzature per un impianto di sintesi e granulazione dell’urea in Egitto per conto della El- Nasr Company for Intermediate Chemicals (NCIC), uno dei principali attori dell’industria chimica e dei fertilizzanti del paese.

L’impianto avrà una capacità produttiva di 1.050 tonnellate metriche al giorno (tpd) di urea e sarà situato a sud-est del Cairo.

Maire Tecnimont: il commento di Equita SIM

Gli analisti di Equita SIM ritengono che la notizia abbia implicazioni marginalmente positive per il titolo.

Gli esperti stimano che i contratti abbiano un valore complessivo di qualche decina di milioni di euro ad una marginalità del 20%-25%, in linea con la redditività della divisione STS.

Si tratta del terzo contratto di licensing e fornitura da inizio anno, per cui gli analisti di Equita SIM stimano che questa categoria abbia raggiunto i 100 milioni di euro di ordini nel primo trimestre del 2024.

La stima della SIM milanese per l’intera divisione STS è pari a 400 milioni di euro di ordini nel 2024.

Non cambia la view bullish degli analisti, che su Maire Tecnimont ribadiscono il rating “buy”, con un prezzo obiettivo a 6 euro.

Maire Tecnimont: la view di Banca Akros

A puntare sul titolo è anche Banca Akros, che oggi ha rinnovato l’invito ad acquistare, con un target price a 5,6 euro.

Commentando la commessa aggiudicata dalla controllata Nextchem, gli analisti spiegano che il contratto conferma la posizione competitiva dell’azienda nel settore.

Maire Tecnimont sotto la lente di Intesa Sanpaolo

Al coro degli ottimisti si aggiungono anche gli analisti di Intesa Sanpaolo, che su Maire Tecnimont hanno una raccomandazione “buy”, con un fair value a 5,7 euro.

Dopo la nuova commessa annunciata dal gruppo, gli analisti spostano ora l’attenzione sull’appuntamento in agenda il 5 marzo, quando sarà presentato il nuovo piano industriale.

Dal business plan Intesa Sanpaolo si aspetta un forte aumento dei target presentati un anno fa, quando il tasso composto medio annuo di crescita delle vendite era visto all’8%-10% nel 2023-2032, con un Ebitda margin in aumento all’8-9% a fine piano dal circa 6% nel 2020-2022 e al 7,8% nel 2027.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
774FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate