Piazza Affari: un titolo che ora vale di più per i broker

Sotto la lente una mid cap oggetto di attenzione da parte di varie banche d’affari: ecco perché.

La seduta odierna prosegue nel segno del rimbalzo per Technogym che prova a risalire la china dopo il crollo della vigilia, archiviata con un affondo del 5,7%.

Technogym risale dopo tonfo di ieri

Quest’oggi il titolo recupera terreno e negli ultimi minuti viene fotografato a 9,305 euro, con un vantaggio dell’1,36% e volumi di scambio vivaci, visto che fino a ora sono transitate sul mercato oltre 500mila azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 330mila.

Technogym: i conti del 2023

Il titolo è ancora oggetto di attenzione da parte del mercato, dopo che ieri la società ha diffuso i risultati del 2023 chiuso con un fatturato in rialzo del 12% a 808 milioni di euro, mentre l’utile netto adjusted è salito del 18% a 78 milioni e l’utile netto del 16% a 73,6 milioni.

L’Ebitd adjusted ha evidenziato un incremento del 15% a 152 milioni di euro, mentre il dividendo è stato alzato da 0,25 a 0,26 euro per azione, deludendo però le attese del mercato che puntava a 0,28 euro ed è stato questo il principale motivo dell’affondo accusato ieri dal titolo.

Technogym: il commento di Equita SIM

Gli analisti di Equita SIM hanno accolto con favore i conti di Technogym, segnalando che il fatturato e l’utile netto sono stati superiori alle attese, al pari dell’Ebitda.

La SIM milanese ha deciso così di alzare le stime 2024 di fatturato e di EBITDA, rispettivamente nell’ordine dell’1% e del 2%, data la maggiore base 2023, confermando le attese di crescita del fatturato e di miglioramento dei margini.

Equita SIM mantiene una view bullish su Technogym, con una raccomandazione “buy” e un prezzo obiettivo alzato del 3% a 10,8 euro.

Technogym: anche Mediobanca e GS alzano il target price

Cauto il giudizio di Mediobanca Research che sul titolo mantiene invariato il rating “neutral”, con un target price incremento da 8,3 a 8,9 euro.

Gli analisti hanno messo mano anche alle stime, aumentando quelle di eps del 4% per l’anno in corso, ritenendo che l’outlook fornito con questa stagione dei conti sia prudente e quindi lascia spazio per upside nei prossimi trimestri.

La prudenza di Mediobanca è condivisa anche da Goldman Sachs che ha la stessa raccomandazione “neutral”, con un fair value che sale del 5% a 10 euro, sulla scia dei conti 223 che hanno evidenziato un Ebit in linea con le stime.

Technogym: la view di Intesa Sanpaolo

Non si sbilanciano neanche i colleghi di Intesa Sanpaolo che su Technogym hanno un rating “hold”, con un prezzo obiettivo a 9,8 euro.

Dopo i conti del 2023, gli analisti restano iduciosi in merito al fatto che la società raggiungerà gli obiettivi di Ebitda in termini assoluti, anche se con una crescita dei ricavi maggiore delle previsioni del gruppo e con un margine Ebitda adjusted inferiore rispetto a quello indicato per il 2025.

Technogym promosso da Banca Akros

Infine, buone notizie per Technogym sono arrivate da Banca Akros che ha rivisto la raccomandazione da “sell” a “neutral”, con un prezzo obiettivo che sale da 8 a 9 euro.

Secondo gli analisti, i conti del 2023 sono stati misti rispetto al consenso, ma ora il titolo appare correttamente valutato.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate