A Piazza Affari prosegue il buon momento per Telecom Italia che continua a spingersi in avanti, salendo per la quarta seduta di fila.

Telecom Italia in rialzo per la quarta seduta di fila

Il titolo, dopo aver chiuso la giornata di ieri con un vantaggio di mezzo punto percentuale, si mostra ancora più pimpante oggi, tanto da occupare una delle prime posizioni nel paniere delle blue chips.

Negli ultimi minuti Telecom Italia si presenta a 0,2663 euro, con un progresso del 2,15% e oltre 67 milioni di azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 130 milioni. 

Telecom Italia: Fastweb-Aurba in vantaggio nella gara cloud nazionale

Il titolo oggi è finito sotto la lente di Equita SIM, i cui analisti riportano in una nota che la valutazione delle offerte per il Polo Strategico Nazionale (Cloud nazionale) mostra un netto vantaggio per il raggruppamento Fastweb-Aruba.

Quest'ultimo ha offerto uno sconto sul listino del 39,19%, rispetto al 23,36% del consorzio TIM-CDP-Sogei-Leonardo.

La differenza nell’offerta economica più che compensa il miglior punteggio ottenuto dal consorzio guidato da Telecom Italia sul fronte tecnico, per cui Fastweb-Aruba sono risultati vincenti nella procedura.

Ora l'ex monopolista italiano ha 15 giorni per decidere se pareggiare l’offerta del consorzio concorrente e aggiudicarsi la gara, come previsto dal bando, oppure rinunciare al progetto.

Telecom: 15 giorni di tempo per decidere se pareggiare l'offerta

Equita SIM evidenzia che la differenza in termini di ricavi sull’orizzonte di 13 anni tra le due proposte è pari a 700 milioni di euro, con una differenza media annua quindi di circa 60 milioni di euro.

Il progetto originario prevedeva per il consorzio ricavi annui per circa 370 milioni di euro.
L’offerta TIM si posiziona intorno ai 280 milioni di euro, mentre quella di Fastweb poco sopra i 225 milioni, per cui il differenziale di prezzo è piuttosto rilevante.

Oltre ai ricavi/EBITDA generati dal consorzio, gli operatori avranno anche un beneficio indiretto come fornitori di servizi al consorzio, con opportunità aperte anche a terze parti.

Telecom Italia: la view di Equita SIM

Equita SIM spiega che non è chiarissimo, trattandosi anche di una procedura di gara innovativa, se Telecom Italia dovrà adeguarsi completamente all’offerta economica rivale o se il vantaggio tecnologico possa influire sul livello dell’offerta economica da pareggiare.

In ogni caso, la gara ha evidenziato un processo altamente competitivo. Vista la rilevanza strategica del progetto e la compagine del consorzio guidato da Telecom Italia, gli analisti si aspettano che venga pareggiata l’offerta del consorzio Fastweb-Aruba.

In attesa di novità su questo fronte, non cambia la view di Equita SIM che su Telecom Italia mantiene fermo il rating "hold", con un prezzo obiettivo a 0,39 euro.