Ecco il livello di chi siede al Congresso

Proseguiamo con i report di JP perché davvero non si smette di scoprire il continuo declino di quel Paese.

Proseguiamo con i report di JP perché davvero non si smette di scoprire il continuo declino di quel Paese.

Certo se il Presidente è Joe Biden, voi mi direte, cosa si può pretendere? Come non ritenere che quel Paese possa salvarsi e non sia destinato ad un declino continuo.

Certo è vero, però io continuo a stupirmi quando leggo i report di JP.

JP oggi ci fa capire il livello infimo al quale sono arrivati coloro che occupano poltrone al Congresso, ripeto qualsiasi persona, anche la più ignorante può sempre dire, se alla Casa Bianca c’è una persona come Biden, io allora posso occupare un posto al Congresso, e poi potremmo anche dire, ma siamo sicuri che i nostri parlamentari siano di un livello superiore.

Io sarei portato a dire sì, ma semplicemente perché quelli statunitensi sono ad un livello così basso che si fa fatica a pensare esista un livello più basso di questo.

JP ci fa conoscere una rappresentante del Congresso, sentite:

Sempre parlando dei geni che gli elettori democratici eleggono la cara Ocasio Cortez che è una rappresentante di New York al Congresso (e te pareva) ha detto che basta stampare soldi . “Dai, ha detto, stampiamo 34 trilioni di dollari e così non ne parliamo più”.

Ora che ciò sia possibile o no lascio la parola a Marcotti però,

No scusate, devo subito intervenire, lo capite da voi. Ho avuto subito la curiosità di sapere qualcosa di questo genio dell’economia. Ed ecco allora di chi sta parlando JP.

Alexandria Ocasio Cotez detta AOC come JFK, sapete agli americani piace chiamare le persone con gli acronimi del nome e cognome, allora la Ocasio Cortez è giovanissima, ha solo 34 anni, ma ormai da ben 5 anni siede al Congresso, è stata la più giovane donna ad essere eletta al Congresso nella storia, aveva solo 29 anni.

Nelle elezioni di Midterm del 2018 ha battuto a sorpresa un politico navigato come Joseph Crowley, uno dei deputati più noti.

La Ocasio Cortez ha avuto una vita abbastanza travagliata tuttavia si è laureata in economia alla Boston University.

*Apprendo da Wikipedia che dopo la laurea fondò come startup una casa editrice la quale avrebbe dovuto pubblicare libri per bambini a tematica sociale, che però fallì senza aver mai pubblicato un libro. *

Insomma forse avendo capito di non avere fiuto per gli affari, all’età di 25 anni si diede alla politica, ed a 27 anni era già un’organizzatrice nella campagna di Bernie Sanders, che aveva sfidato Hillary Clinton per la nomination del Partito Democratico.

Avete capito quindi Bernie Sanders estrema sinistra. E soprattutto così si spiega anche la totale ignoranza in campo economico, visto che la consigliera economica di Sanders era Stephanie Kelton quella della MMT, poi diventata anche consigliera economica di Biden, vedete come si spiega tutto.

*Ed allora permettetemi di rivolgermi verso questo genio della lampada che dice *”Dai, stampiamo 34 trilioni di dollari e così non ne parliamo più”. Cara Alexandria Ocasio Cortez, se il tuo Stato ha 34 trilioni di dollari di debito è perché quei soldi lì … li ha già stampati!!!

Se tu ne stampi altri per coprire il buco, capisci che così il problema non lo risolvi?

Capisci che è come avere un debito con una Banca di 34 trilioni di dollari, allora si va da un’altra Banca, ci si fa prestare 34 trilioni di dollari e si salda il debito con la prima Banca, sì ma ne abbiamo acceso un altro di pari importo con la seconda banca. Arrivi perlomeno a capire questa cosa?

Arrivi a capire che se gli Stati Uniti hanno un debito di 34 trilioni di dollari vuol dire che quei 34 trilioni di dollari li hanno già stampati?

Lo capirebbe anche un bambino.

Ed allora lo sa benissimo anche JP, solo che lui ogni volta che si trattano argomenti economici o monetari vuole sempre che sia io a parlarne, perché JP è una persona di una correttezza unica. Ma insomma torniamo al report di JP.

Ora che ciò sia possibile o no lascio la parola a Marcotti però, per i cittadini privati, non e’ possibile stamparsi 17,4 trilioni di dollari. Questo è un grosso problema che incatena i miei connazionali . Come voi sapete quando si hanno debiti non si è liberi ed è anche difficile potersi ribellare a certe cose.

Assolutamente d’accordo con JP, col quale concordo nel sottolineare il legame fra debiti e libertà, un legame assolutamente indiscutibile, più uno è indebitato e meno è libero, naturalmente mi riferisco alle persone oneste, la cosa ovviamente non vale per i disonesti.

Passiamo ora ad un altro argomento, risentiamo JP:

Situazione clandestini. New York.

Prima i newyorkesi  consideravano coloro che vivevano al confine sud e che si lamentavano dei clandestini, li consideravano degli inumani  dei razzisti.

I democratici newyorkesi dicevano “Nessun essere umano è clandestino”. Ora vedendo il disastro che gli hanno portato, la criminalità, il disordine che creano, ora sono tutti furiosi con i clandestini. Ora i clandestini sono da cacciare.

Sapete dove alloggiano i clandestini a New York? Negli Hotel.

Pensate che chi è stato messo, parlo dei clandestini, in Hotel a tre stelle, si arrabbia perché altri sono in hotel a 4 stelle.

Ma non solo questo. Oltre al vitto, alloggio e sanità gratis *(brevissimo inciso, i non statunitensi non riescono a comprendere cosa voglia dire negli States cosa significhi avere la sanità gratis), *hanno il servizio lavanderia gratis. No non devono andare a portare in lavanderia i loro panni ma passano a raccoglierli e glieli lavano e stirano e glieli riconsegnano. 

Troppo direte voi. Non troppo adesso si sono stufati di avere solo vitto alloggio servizi e vestiti. Ora vogliono soldi.

Così New York sta facendo un esperimento pilota per dare un bancomat a ciascuno di loro un bancomat sul quale sono caricati 10 mila dollari.

Al momento hanno stanziato 53 milioni di dollari.

Questo è il mondo alla rovescia.

Lontani sono i tempi in cui si entrava in punta di piedi chiedendo permesso e a testa bassa. Però allora le cose funzionavano. Ma erano  altri tempi.

Ecco su questa straordinaria e vera, ma soprattutto amara considerazione, termino anche il video odierno, ma ne seguiranno altri.

Giancarlo Marcotti
Giancarlo Marcotti
Giancarlo Marcotti è laureato in Scienze Statistiche ed Economiche all’Università di Padova. Nella sua attività professionale ha collaborato con importanti Istituti Finanziari, ricoprendo diversi ruoli. Giancarlo Marcotti è Direttore Responsabile di Finanza In Chiaro, oltre che curatore della rubrica I Mercati e redattore della sezione portafoglio nella quale, giornalmente, riporterà le scelte di investimento effettuate. Giancarlo Marcotti cura la trasmissione Mondo e Finanza su Youtube di Money.it.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate