Francesco Schiavone si è pentito: ecco chi è Sandokan, il capo del clan dei Casalesi

Il boss dei Casalesi decide di collaborare con la giustizia dopo 26 anni di carcere duro. Ecco chi è Francesco Schiavone e qual è la sua storia.

Francesco Schiavone, noto anche con il soprannome di Sandokan, è capo di uno dei più potenti clan camorristici, quello dei Casalesi. Si tratta di una federazione di bande criminali, che mantengono una propria autonomia nei loro comuni d’appartenenza. Attiva anche all’estero, ad oggi è una delle organizzazioni criminali più consolidate d’Italia.

Schiavone si trova al carcere duro dal 1998, dopo la condanna all’ergastolo nel maxiprocesso Spartacus. Dopo 26 anni di detenzione, ha chiesto di poter incontrare i magistrati della Direzione Nazionale Antimafia, guidata da procuratore Giovanni Melillo, per la collaborazione con la giustizia. Scopriamo nel dettaglio chi è Francesco Schiavone.

In questo articolo riportiamo le domande e risposte più chieste dalla nostra comunità.

Sommario:

  1. 1.

    Chi è Francesco Schiavone

  2. 2.

    Sandokan pentito: Schiavone diventa collaboratore di giustizia

  3. 3.

    Francesco Schiavone: perché è soprannominato Sandokan?

  4. 4.

    Quanti figli ha Francesco Schiavone?

Chi è Francesco Schiavone

Francesco Schiavone nasce il 3 marzo del 1954 a Casal Maggiore e inizia la sua carriera criminale da giovanissimo. A soli diciotto anni, nel 1972, viene arrestato per detenzione abusiva di arma da fuoco e agli inizi degli anni ’80 diventa un affiliato della mafia Casalese, diventando protagonista di numerosi omicidi.

Dopo l’uccisione del leader Antonio Bardellino nel maggio del 1988, Schiavone si insedia al vertice del clan dei Casalesi, insieme a Mario Iovine e Francesco Bidognetti. Lo stesso anno diventa latitante e la sua fuga termina nella notte del 22 maggio 1989 a Millery, vicino a Lione, quando viene arrestato.

Scarcerato per decorrenza dei termini dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere in attesa dell’estradizione, Schiavone ritorna alla guida del clan dall’estero. Tornato in Italia, nel 1992 trascorre appena tre mesi di reclusione, prima di scomparire dai radar dopo il pentimento di suo cugino Carmine Schiavone, nel 1993.

Sandokan pentito: Schiavone diventa collaboratore di giustizia

La cattura di Francesco Schiavone avviene l’11 luglio 1998, quando viene trovato in un bunker a Casal di Principe, sua città di origine. Per i reati di camorra da lui commessi, viene subito sottoposto al regime carcerario speciale previsto dall’art. 41 bis della legge sull’ordinamento penitenziario, noto anche come “carcere duro”.

Nelle fasi finali dell’appello del processo Spartacus, processo penale svoltosi in Italia e durato dal 1998 al 2010, Schiavone viene condannato alla pena dell’ergastolo. Dal 2021 si trova nel carcere de L’Aquila, dove è seguito dai medici per il tumore contro cui, dal 2018, sta combattendo.

A distanza di 26 anni dalla condanna, Sandokan decide di collaborare con la giustizia. La sua decisione, che arriva a pochi mesi di distanza dalla morte di Matteo Messina Denaro, sarebbe maturata nel mese di marzo del 2024 e rappresenta una grande opportunità per far luce su diversi misteri irrisolti, soprattutto quelli relativi agli intrecci tra camorra e politica.

Francesco Schiavone, perché è soprannominato Sandokan?

Francesco Schiavone è noto come “Sandokan“: il soprannome gli è stato dato per la sua vaga somiglianza con Kabir Bedi, l’attore indiano naturalizzato italiano che interpretava in tv il pirata dei romanzi di Emilio Salgari

Quanti figli ha Francesco Schiavone?

Francesco Schiavone ha in tutto sette figli. Libero Emanuele e Carmine sono attualmente detenuti. Nicola e Walter nel 2018 e nel 2021 si sono pentiti, mentre Ivanohe si trova fuori dal carcere e avrebbe accettato di entrare nel programma di protezione per i familiari proposto dalle forze dell’ordine.

Le altre due figlie, le due gemelle nate durante la latitanza del boss, si chiamano Angelica e Chiara.

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate