Una seduta da incorniciare quella odierna per Telecom Italia che, dopo aver accusato ieri un ribasso del 12,3%, ha ripianato quasi interamente questa perdita oggi.

Telecom Italia in rally dopo il crollo a due cifre di ieri

Il titolo ha conquistato il podio del Ftse Mib e si è fermato a ridosso dei massimi intraday a 0,3269 euro, con un rally dell'11,27%.

Un rialzo peraltro sostenuto da forti volumi di scambio, visto che a fine sessione sono transitate sul mercato oltre 186 milioni di azioni, quasi il doppio della media degli ultimi 30 giorni.

Telecom Italia si è allontanato così dai nuovi minimi storici aggiornati nell'intraday di ieri a 0,2861 euro, beneficiando in primis di una reazione puramente tecnica che ha portato il titolo a mettere a segno un movimento decisamente amplificato rispetto a quello del Ftse Mib, dopo le forti vendite che lo avevano spinto sotto quota 0,3 euro.

Telecom Italia aiutato da decisione Consob. Focus su rete unica

A favorire gli acquisti su Telecom Italia è stata anche la decisione della Consob di estendere ad oggi il divieto di vendite allo scoperto su 20 azioni, tra cui quelle dell'ex monopolista.

Il titolo ha trovato in qualche modo sostegno anche nell'interesse ancora vivo per il progetto della rete unica.
Come evidenziato da Affari & Finanza di Repubblica, il progetto di ingresso di KKR nella rete secondaria di TIM può essere di supporto per affrontare successivamente il tema dell’integrazione con Open Fiber.

Telecom Italia non intende rinunciare al controllo dell’asset, pur offrendo in cambio forti garanzie di governance.
Sulla tenuta della rete, messa alla prova dalla situazione di questi giorni, Telecom Italia ha segnalato che la rete sta reggendo bene pur a fronte di un incremento del traffico del 100% sul fisso e del 20% sul mobile.

Telecom Italia: buone notizie da TIM Brasil. Presentato nuovo piano

Da notare inoltre che il titolo è stato supportato anche dalle positive indicazioni arrivate dal Brasile, dove ieri TIM Brasil ha presentato il piano strategico 2020-2022.  

Previsto un tasso medio annuo di crescita dei ricavi a singola cifra media nel periodo del piano, di circa il 2% per l'opex, a fronte di un margine Ebitda pre-IFRS 16 oltre il 40%, rispetto al 39% dello scorso anno.

Telecom Italia: possibili ritardi per M&A in Brasile. La view di Bca IMI

Dalla presentazione di ieri, non è arrivato invece alcun  dettaglio relativo all'offerta di Telecom Italia e Telefonica Brazil per Oi, ma come evidenziato dagli analisti di Banca IMI, il management ha confermato la disciplina finanziaria e i tempi, ammettendo però che il coronavirus potrebbe comportare alcuni ritardi. 

Banca IMI fa notare inoltre che, malgrado la maggiore resilienza del settore delle telecomunicazioni allo scoppio del Covid-19, il prezzo di Telecom Italia è fortemente calo dall'inizio della crisi, tanto da segnare nuovi minimi storici.

Gli analisti riconoscono che l'elevata leva finanziaria del gruppo potrebbe essere motivo di preoccupazione, ma evidenziano che la scadenza del debito e la liquidità disponibile dovrebbero attenuare il rischio di rifinanziamento.

In attesa di novità Banca IMI mantiene una view bullish su Telecom Italia, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 0,62 euro. 

A ribadire un giudizio positivo sul titolo sono stati oggi anche i colleghi di Equita SIM che hanno rinnovato l'invito ad acquistare, con un target price a 0,64 euro.