Bonus 2022: misure in scadenza da richiedere entro l’estate!

Bonus 2022: analizziamo insieme le misure attualmente in scadenza da richiedere entro l’estate. Ce ne sono davvero per tutti, anche senza limiti di reddito!

Image

Bonus 2022: analizziamo insieme le misure attualmente in scadenza da richiedere entro l’estate. Ce ne sono davvero per tutti, anche senza limiti di reddito!

Il nutrito elenco dei bonus 2022 concesso dal Governo Draghi con la Legge di Bilancio per l’anno corrente è destinato a sfoltirsi.

Moltissime delle misure attualmente attive sono infatti attualmente in scadenza.

Nella maggior parte dei casi, tra l’altro, si tratta di bonus che non richiedono ISEE, ossia misure che possono essere richieste senza rispettare particolari limiti reddituali.

Si tratta quindi di agevolazioni che non possiamo assolutamente lasciarci scappare.

Analizziamo insieme la situazione delle agevolazioni in scadenza, e attenzione. Per alcune di esse c’è ancora tempo, dato che scadranno ad agosto.

Ma moltissime delle agevolazioni che analizzeremo scadranno tra pochi giorni, il 30 giugno 2022!

Bonus 2022: bonifico da 1.000 euro senza limiti di reddito

Partiamo con l’analisi del bonus 2022 attualmente in scadenza con un’agevolazione molto interessante, per varie ragioni.

Innanzitutto, questo bonus 2022 non richiede la presentazione della situazione reddituale da parte dei richiedenti. Si tratta infatti di una misura che non prevede, a livello normativo, dei limiti reddituali.

Ma quel che rende questo bonus ancor più interessante è la sua modalità di erogazione: concede infatti un bonifico da ben 1.000 euro ai richiedenti.

Per averlo, basta rispettare un requisito: sostituire i rubinetti ed i sanitari della propria casa con altri prodotti che consentano un risparmio.

La misura in questione è infatti concessa dal Ministero della Transizione Ecologica per contrastare gli sprechi di risorse d’acqua nel nostro Paese.

Chi, insomma, si è impegnato nel risparmio di tale risorsa riceverà un rimborso da 1.000 euro in forma di bonifico.

Il rinnovo dei sanitari, tuttavia, deve essere avvenuto rigorosamente dal 1° gennaio fino al 31 dicembre del 2021.

Coloro che hanno effettuato il rinnovo dei prodotti entro tali date hanno pochissimo tempo per richiedere il proprio bonus 2022. La misura scadrà infatti in data 30 giugno 2022.

Al bonus 2022 in questione abbiamo dedicato un recente approfondimento, che può essere consultato al seguente link:

Bonus 2022: in scadenza anche la misura per i pagamenti elettronici

Quella del 30 giugno 2022 è una data da ricordare anche per quanto concerne un altro bonus 2022. Infatti, anche l’agevolazione da 480 euro legata all’utilizzo dei pagamenti elettronici scadrà proprio quel giorno.

Si tratta del bonus 2022 bancomat dell'Agenzia delle Entrate, introdotto dall’esecutivo Draghi in sostituzione del vecchio Cashback di Stato ormai soppresso.

La misura non è purtroppo da inserire tra quelle accessibili a tutti, in quanto riguarda solamente coloro che possiedono registratori di cassa e POS.

Dato che dotarsi di questi prodotti è spesso molto oneroso per gli esercenti, il Governo ha deciso di introdurre tale agevolazione.

Questo bonus 2022 può essere suddiviso in realtà in due misure differenti. La prima è dedicata interamente ai POS, sia nel caso in cui si decida di acquistarli, sia per l’eventuale noleggio.

Si potranno richiedere fino a 160 euro di bonus 2022 per dotarsi di tale dispositivo elettronico, che permette di pagare con carte elettroniche.

La seconda misura è ancor più ricca ed è legata ai registratori di cassa. Per coloro che accetteranno di dotarsi di tali dispositivi, infatti, sono previsti fino a 320 euro.

A differenza del precedente bonus 2022 che abbiamo analizzato, però, l’agevolazione in questione non verrà concessa in forma di bonifico.

Si otterrà un credito d’imposta, che consentirà uno sconto sulle tasse da pagare.

Bonus 2022 in forma di buoni per ragazzi: la misura scade in estate

Altro bonus 2022 in scadenza e da richiedere entro l’estate riguarda solo ed esclusivamente i giovani.

Si tratta infatti di un’agevolazione che è riservata a coloro che hanno compiuto diciotto anni entro lo scorso 31 di dicembre. Tra le altre cose, quest’agevolazione non prevede alcun limite reddituale. Tutti gli studenti potranno dunque richiederla.

La misura concederà agli interessati ben 500 euro, che potranno essere spesi solamente per il saldo di determinati acquisti. 

Acquisti che devono necessariamente aver a che fare con la fruizione di eventi e/o prodotti culturali.

Questo bonus 2022 legato alla diffusione della cultura tra i giovani, infatti, non prevede alcun accredito di denaro. I giovani richiedenti dovranno semplicemente attivare, attraverso apposita piattaforma, il proprio credito.

Successivamente, avranno la possibilità di spendere fino a 500 euro in buoni acquisto per la fruizione di prodotti quali biglietti per mostre, concerti ed eventi culturali. Ma anche libri, riviste, corsi di formazione di vario genere.

Il bonus 2022 per la fruizione di eventi formativi è attualmente attivo e può già essere richiesto.

Tra le misure finora analizzate, si tratta di quello che ha la scadenza più lunga. Gli interessati potranno infatti accedervi fino al 31 agosto 2022.

Ma la scadenza in questione riguarda solo l’invio della domanda: una volta attivato, il credito di 500 euro può essere speso entro febbraio 2023.

Bonus 2022: 740 euro per risparmiare sulle utenze domestiche

Per coloro che, invece, sono interessati ad un bonus 2022 che permetta di risparmiare sulle utenze domestiche, c’è una misura da richiedere immediatamente.

Si tratta, tra l’altro, di un’agevolazione molto interessante, che può essere affiancata ai bonus statali sulle utenze da richiedere all’ARERA.

In altre parole, questo bonus 2022 che stiamo attualmente analizzando è perfettamente cumulabile con i bonus statali relativi alle utenze.

L’agevolazione è concessa dalla società IREN ed è relativa al cosiddetto teleriscaldamento.

Le famiglie che decideranno di dotarsi di un contratto di teleriscaldamento, sfruttando i processi industriali per scaldare l’acqua corrente, potranno richiederlo.

E si tratta di un bonus 2022 davvero cospicuo: per quanto riguarda i nuclei familiari ristretti (fino a quattro componenti), si potranno ottenere circa 530 euro.

Le famiglie composte da più di quattro persone, invece, potranno ottenere il massimo: circa 740 euro (o, per essere più precisi, 747 euro totali).

Il bonus 2022 sulle utenze verrà erogato dalla società IREN a tutti gli aventi diritto in maniera automatica, in forma di sconto sulle bollette.

Per poter inviare la propria richiesta, però, è necessario il rispetto di due requisiti fondamentali:

  • un ISEE non superiore ai 12.000 euro (20.000 euro nel caso di famiglie numerose);
  • la residenza presso i Comuni aderenti all’iniziativa.

L’elenco di tali Comuni può essere consultato sul sito ufficiale della società IREN.

Bonus 2022: voucher in scadenza a giugno

Concludiamo l’analisi dei bonus 2022 in scadenza e che devono essere necessariamente fruiti entro questa estate con un voucher.

Si tratta della misura per fruire di diversi servizi termali, che in realtà al momento non può più essere richiesta.

Infatti, le domande per poter ottenere questo bonus sono state ufficialmente chiuse in data 8 novembre 2021, quando un apposito click day ha assegnato i voucher.

Tuttavia, possiamo far rientrare la misura tra i bonus 2022 in quanto la scadenza relativa all’utilizzo dei buoni da 200 euro è stata estesa al 2022.

I voucher sono comunque utilizzabili ancora per poco. Il recente Decreto Sostegni Ter ne ha infatti fissato la scadenza ultima al prossimo 30 giugno 2022.

Chi possiede ancora buoni terme inutilizzati dovrà dunque sfruttarli necessariamente entro tale data per non perderli.