A luglio arriva questo bonus da 80 euro per le famiglie e altre possono richiederlo

A luglio arriva un importante bonus 80 euro per le famiglie e i cittadini con ISEE basso. Molte altre possono ancora richiederlo se rientrano in specifici requisiti. Ecco come sapere se sono arrivati i soldi e come fare domanda.

Image

A luglio arriva un importante bonus da 80 euro per le famiglie e i cittadini con ISEE basso. 

È un periodo di fortissimi rincari per l’Italia che, subito dopo la decadenza del periodo di emergenza e l’allentamento delle misure anti Covid-19, ha dovuto fare i conti con le conseguenze dello scoppio della guerra in Ucraina. 

Sono moltissime le famiglie che non riescono a sostenere le spese quotidiane, per esempio la spesa alimentare o il pagamento delle bollette di luce e gas che è salito alle stelle. 

Se da una parte il governo è già intervenuto per tendere una mano ai cittadini, per esempio potenziando le agevolazioni sulle bollette, dall’altra c’è bisogno di ulteriori sostegni per permettere a famiglie e cittadini di arrivare a fine mese. Ecco perché, oltre alle nuove misure introdotte e quelle già rafforzate, non bisogna dimenticare che esistono dei sostegni economici per chi ha un ISEE basso che possono essere richiesti sempre e in ogni momento dell’anno. 

È proprio il caso di questo bonus che permette a particolari categorie di cittadini di ricevere 80 euro. Il prossimo pagamento, per coloro che ne hanno già fatto richiesta, arriva proprio a luglio ed esistono tanti modi diversi per verificare che l’accredito sia arrivato.

Cos’è, come funziona e a chi spetta l’agevolazione

Per particolari categorie di cittadini, lo Stato mette a disposizione un bonus, che viene pagato ogni due mesi, che può essere utilizzato per acquistare generi alimentari, farmaci e anche per pagare le bollette. 

Il bonus di 80 euro viene accreditato su una particolare carta (la Carta acquisti), completamente gratuita, che funziona come qualsiasi altra carta di pagamento e con la quale non solo si può pagare al supermercato o in farmacia, ma si può anche approfittare di interessanti sconti pensati appositamente per il titolare di questa carta, a cui si aggiungono anche gli sconti e le iniziative promozionali riconosciute a tutti gli altri clienti. 

Questo strumento non può, però, essere richiesto da tutti i cittadini. Si tratta di una misura di sostegno economico: ciò significa che la platea dei beneficiari include cittadini e famiglie che si trovano in difficoltà economiche. 

In particolare, possono richiedere questo beneficio: 

cittadini over 65 e famiglie in cui sono presenti bambini minori di 3 anni. 

Per richiedere la carta basta compilare un apposito modulo (scaricandolo dal sito del Mef oppure disponibile già negli uffici postali) e recarsi alla Posta. Se la richiesta viene accettata, arriverà a casa una comunicazione che invita a recarsi nuovamente all’ufficio postale per ritirare la carta sulla quale sarà già stato caricato l’importo. 

Tutti i limiti ISEE e i requisiti per avere il bonus da 80€

Oltre a rispettare i requisiti d’età, è importante rientrare in certe soglie ISEE per poter fare richiesta della carta. 

In particolare, il limite ISEE non cambia sia per gli over 65 che per le famiglie con figli che vogliono richiedere il beneficio: entrambi devono possedere una certificazione ISEE in corso di validità che non superi i 7.120,39 euro. 

Per gli over 65, inoltre, non bisogna avere trattamenti pensionistici o assistenziali che superino i 7.120,39 euro cumulati ai redditi propri (a 9.493,86 euro all’anno se si hanno più di 70 anni). 

A luglio arriva questo bonus da 80€ per le famiglie e altre possono richiederlo

Come avevamo già anticipato in questo approfondimento, per coloro che hanno già richiesto la carta, a luglio sono partite le nuove erogazioni degli 80 euro. 

Attenzione, perché il pagamento non avviene ogni mese, bensì ogni due mesi e consiste, appunto, in una ricarica di 80 euro. Ciò significa che famiglie e cittadini hanno a disposizione 40 euro al mese da spendere, i quali arrivano con cadenza bimensile. 

Il pagamento di luglio, quindi, fa riferimento sia al mese in corso che al mese di agosto 2022 (40 euro per luglio e 40 euro per agosto). 

Molti pagamenti sono già partiti il 5 luglio. Gli accrediti, infatti, partono generalmente entro i primi 15 giorni del mese. Non sempre, però, i soldi arrivano ai beneficiari lo stesso giorno, perciò se ancora non si sono ricevuti gli 80 euro si dovrà solo pazientare. 

I prossimi pagamenti, nonché gli ultimi per il 2022, invece, sono previsti per il mese di settembre (40 euro per settembre e 40 per ottobre) e di novembre (40 euro per novembre e 40 per dicembre). 

Coloro che non hanno ancora richiesto la carta, ma rientrano nei requisiti, hanno sempre la possibilità di recarsi presso un ufficio postale e compilare il modulo di richiesta. È importante ricordare di portare con sé il documento d’identità originale e la fotocopia dello stesso e la certificazione ISEE in corso di validità. 

Come capire se il bonus 80€ è arrivato e come controllare la data di pagamento

Per qualsiasi dubbio o perplessità, chi possiede la carta può sempre controllare se il pagamento è arrivato. Per farlo, ci sono diversi modi. 

Si può verificare l’arrivo dell’accredito in autonomia, collegandosi al sito dell’INPS e, in particolare, al Fascicolo Previdenziale del Cittadino (in questo caso serve SPID, CIE o CNS per l’accesso), si può verificare il saldo tramite gli ATM all’esterno degli uffici postali oppure si può attivare il servizio di Poste Italiane che ti comunica il saldo della tua carta direttamente tramite SMS.